21.8 C
Milano
martedì, Giugno 25, 2024

UNWTO: turismo in netta ripresa. Si va verso le cifre pre pandemia

Buone nuove secondo il primo Barometro Mondiale del Turismo dell’anno dell’UNWTO (United Nations World Tourism Organisation). Il turismo internazionale ha chiuso il 2023 all’88% dei livelli pre-pandemia, con circa 1,3 miliardi di arrivi internazionali.
Si prevede che il riemergere della restante domanda repressa, l’aumento della connettività aerea e una più forte ripresa dei mercati e delle destinazioni asiatiche favoriranno un forte rimbalzo positivo entro la fine del 2024.

UNWTO: Medio Oriente, Europa e Africa hanno registrato i risultati migliori nel 2023

Abu Dhabi

L’ultimo Barometro dell’UNWTO fornisce una panoramica completa delle prestazioni del settore nel 2023, monitorando la ripresa per regione globale, sotto regione e destinazione.

I punti chiave includono:
Il Medio Oriente ha guidato la ripresa in termini relativi essendo l’unica regione a superare i livelli pre-pandemia con arrivi superiori del 22% rispetto al 2019.
L’Europa, la regione più visitata al mondo, ha raggiunto il 94% dei livelli del 2019, supportata dalla domanda intraregionale e dai viaggi dagli Stati Uniti.
L’Africa ha recuperato il 96% dei visitatori pre-pandemia e le Americhe hanno raggiunto il 90%.
L’Asia e il Pacifico hanno raggiunto il 65% dei livelli pre-pandemia in seguito alla riapertura di numerosi mercati e destinazioni. Tuttavia, i risultati sono contrastanti, con l’Asia meridionale che ha già recuperato l’87% dei livelli del 2019 e l’Asia nordorientale intorno al 55%.

UNWTO: Arrivi turistici internazionali (variazione% rispetto al 2019)

I dati disponibili mostrano diverse destinazioni, comprese sia destinazioni grandi e consolidate che destinazioni piccole ed emergenti, che segnalano una crescita a due cifre degli arrivi internazionali nel 2023 rispetto al 2019. Quattro sottoregioni hanno superato i livelli di arrivi del 2019: Europa del Mediterraneo meridionale, Caraibi , America Centrale e Nord Africa.

Al Sela
Zurab Pololikashvili

Il segretario generale dell’UNWTO Zurab Pololikashvili ha affermato:
«Gli ultimi dati dell’UNWTO sottolineano la resilienza del turismo e la rapida ripresa, con numeri pre-pandemici attesi entro la fine del 2024. La ripresa sta già avendo un impatto significativo su economie, posti di lavoro, crescita e opportunità per le comunità ovunque. Questi numeri richiamano anche il compito fondamentale di promuovere la sostenibilità e l’inclusione nello sviluppo del turismo».

Il turismo internazionale ha raggiunto un fatturato di 1,4 trilioni di dollari nel 2023, testimoniando con gli ultimi dati anche l’impatto economico della ripresa.

Secondo le stime preliminari, le entrate del turismo internazionale hanno raggiunto 1,4 trilioni di dollari nel 2023, circa il 93% dei 1,5 trilioni di dollari guadagnati dalle destinazioni nel 2019.

Promozioni

I ricavi totali delle esportazioni derivanti dal turismo (compreso il trasporto passeggeri) sono stimati a 1,6 trilioni di dollari nel 2023, quasi il 95% dei 1,7 trilioni di dollari registrati nel 2019.

Le stime preliminari sul contributo economico del turismo, misurato in termini di prodotto interno lordo diretto del turismo (TDGDP), indicano 3,3 trilioni di dollari nel 2023, ovvero il 3% del PIL globale. Ciò indica una ripresa del TDGDP pre-pandemia guidata da un forte turismo nazionale e internazionale.

Diverse destinazioni hanno registrato una forte crescita delle entrate turistiche internazionali durante i primi dieci-dodici mesi del 2023, superando in alcuni casi la crescita degli arrivi. In questo periodo è stata segnalata una forte domanda di viaggi in uscita anche da diversi grandi mercati di origine, molti dei quali hanno superato i livelli del 2019.

La ripresa sostenuta si riflette anche nell’andamento degli indicatori di settore. Secondo il Tourism Recovery Tracker dell’UNWTO, sia la capacità aerea internazionale che la domanda di passeggeri hanno recuperato circa il 90% dei livelli pre-pandemia fino all’ottobre 2023 (IATA). Il tasso di occupazione globale delle strutture ricettive ha raggiunto il 65% a novembre, leggermente al di sopra del 62% a novembre 2022 (sulla base dei dati STR).

Massimo Terracina
Massimo Terracina
Giornalista dal 1987 si è sempre occupato di sport e turismo, con incursioni su radio e tv. Ha sempre la valigia pronta per esplorare il mondo, inesauribile fonte di spunti. Viaggiare allarga la mente. "State viaggiati" (con licenza)

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles