8.6 C
Milano
mercoledì, Febbraio 28, 2024

Ryanair e Enac, pace fatta

Testo di Annarosa Toso 

 

Aumenterà la sicurezza negli scali italiani con l’utilizzo dei body scanner

 

Tra Ryanair e Enac pace fatta. Lo ha comunicato oggi il presidente dell’Enac Vito Riggio in un incontro con stampa a seguito del chiarimento con la compagnia irlandese circa l’accettazione dei documenti validi in Italia. "Raynair non intendeva mettere in discussione la sicurezza negli scali italiani, che è ai massimi livelli – ha precisato Riggio. Inoltre, la compagnia ha chiesto scusa per le dichiarazione dei giorni scorsi. Per quanto riguarda la diatriba sui documenti, oltre al passaporto e alla carta d’identità, la compagnia irlandese accetterà tutti quelli rilasciati dallo Stato italiano ai dipendenti statali o pubblici. Ryanair – ha evidenziato Riggio – continuerà quindi ad operare in Italia".Per la patente di guida è ancora in corso una fase di approfondimento essendo attualmente in vigore in Italia due tipi di documenti, quello rilasciato dalla prefettura e quello dalla motorizzazione. Non saranno ritenuti validi i tesserini degli ordini di specializzazione.
Sui problemi sicurezza è emerso che il body scanner sarà installato negli scali di Fiumicino, Malpensa e Venezia entro due o tre mesi e interesserà tutti i pax in partenza verso destinazioni sensibili. "E’ in corso un lavoro tecnico di approfondimento che tuteli salute e privacy – ha detto il ministro delle infrastrutture Altero Matteoli nel corso dell’incontro. Tra privacy e sicurezza, quest’ultima è preminente su tutte le questioni. La decisione è solo su quale tipo di body scanner adottare e non se utilizzarli o meno".
Il ministro degli interni Roberto Maroni ha invece sottolineato che è necessaria una decisione condivisa a livello europeo. "A Toledo il 21 gennaio si riuniranno tutti i ministri dell’interno e auspico che la decisione italiana sia appoggiata dagli altri membri. Sarà anche stabilito se l’installazione dei body scanner sarà un obbligo per tutti i paesi europei".
L’Enac ha un fondo di 2 milioni di euro che metterà a disposizione per l’acquisto dei body scanner, il cui costo varia tra i 100 e 200 mila euro, a seconda delle caratteristiche.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles