4.4 C
Milano
mercoledì, Aprile 24, 2024

Premio GIST Acta consegnato durante tourismA a Firenze

Consegnato a Firenze il premio GIST Archeological & Cultural Travel Award (ACTA), giunto alla seconda edizione.

GIST incoraggia il turismo cultural e acheologico con il premio ACTA

Si tratta di un premio giornalistico che il Gruppo Italiano Stampa Turistica (GIST) dedica alle eccellenze e buone pratiche del turismo archeologico e culturale italiano e mondiale. Il premio, ospitato anche quest’anno all’interno della manifestazione tourismA, è patrocinato da Toscana Promozione Turistica, che fin dall’inizio ha sostenuto e creduto nell’iniziativa.

Acta
Francesco Tapinassi, Sabrina Talarico, Clara Svanera, Eugenio Giani

«Dopo ben 4 importanti premi GIST, dedicati alla comunicazione, all’enogastronomia, alla sostenibilità e alla letteratura di viaggio – ha dichiarato Sabrina Talarico presidente del GIST- la nostra associazione ha ritenuto doveroso occuparsi del patrimonio culturale italiano e internazionale, che è motivo di forte attrazione turistica e promozione territoriale. Un driver economico importante all’interno del comparto turistico, che ha generato nel 2022, secondo i dati Istat, oltre 142 milioni di presenze, circa 80 miliardi di euro di fatturato e una spesa pro capite di 93 euro. È dovere dei giornalisti che si occupano di turismo riconoscere e promuovere le istituzioni, destinazioni e tutti coloro che si impegnano quotidianamente nel mantenimento, preservazione e comunicazione del patrimonio culturale, che contribuisce al rafforzamento della reputazione di una destinazione».

Acta

«Per la Toscana l’abbinamento cultura e turismo è il tratto distintivo della nostra destinazione, da sempre riconosciuta come terra della bellezza. L’agenzia è impegnata ad individuare sempre nuove soluzioni affinché il nostro patrimonio artistico diventi più conosciuto coinvolgendo tutta la filiera dell’offerta turistica regionale – ha dichiarato il direttore di Toscana Promozione Turistica, Francesco Tapinassi – È per noi una grande opportunità sostenere il premio in coerenza con la fruttuosa collaborazione con GIST Sono convinto che attraverso la valorizzazione dei beni culturali e archeologici si possa promuovere un turismo di qualità, consapevole e sostenibile”

«L’idea di introdurre un premio che ponga al centro il patrimonio culturale e archeologico italiano e mondiale – sostiene Clara Svanera, ideatrice e presidente del premio – è nata dall’esigenza di enfatizzare il lavoro quotidiano che diverse categorie di professionisti dedicano alla sua valorizzazione. Il turismo culturale si rivolge ad un viaggiatore attento, esigente e soprattutto consapevole, che desidera sperimentare il territorio, spaziando dalle architetture urbane ai musei e alle gallerie, dai centri storici ai siti archeologici, dalle biblioteche ai templi della musica e della danza, dai luoghi del design a quelli dell’artigianato artistico.
La sfida del turismo culturale – ha concluso Svanera – è offrire tutta questa sconfinata bellezza, rendendola fruibile al viaggiatore; quella di noi giornalisti di viaggio di comunicarla, trasmettendo il nostro sguardo pieno di incanto ai lettori ed ascoltatori».

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles