17 C
Milano
sabato, Giugno 22, 2024

Epic: un viaggio nel passato

Di Giovanna de Giglio

Si parte per cercare nuove terre, per tentare fortuna, per scappare dalla propria comfort zone.
Sono le voci di trecento migranti a raccontare la loro storia nel museo “Irish Emigration Museum “ di Dublino, meglio conosciuto come “Epic” situato nel Docklands, una tra le attrazioni turistiche tra le più visitate in Europa nel 2021 (Customer House Quay, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 prenotazioni dal sito web o ingresso direttamente in loco).

La visita non vi deluderà. Tanti i racconti di emigranti irlandesi che sono diventati scrittori, poeti, artisti, musicisti e scienziati e perfino celebrità.

EPic
La sede di Epic

Percorrendo le belle sale allestite del museo e dotate dei più sofisticati mezzi multimediali si scoprono origini irlandesi in personalità di spicco, come Bill Clinton, David Bowie, George Clooney, Barack Obama fino al mitico Che Guevara, solo per citarne alcuni.

Oggi, negli States, si contano circa 32 milioni di statunitensi che vantano origini irlandesi, in Canada si registra una percentuale del 10% di irlandesi di seconda e terza generazione.

Nella pianificazione della vostra visita calcolate non meno di due/ tre ore per districarvi in video, quiz, ascolto di musica e di storie e perfino per cimentarvi in danze irlandesi famose  in tutto il mondo.

Epi

Sarà una vera e propria scoperta rileggere una delle pagine più drammatiche della storia irlandese : dal  periodo delle persecuzioni religiose (l’Irlanda ha difeso ardentemente il suo credo cattolico) dopo l’introduzione del protestantesimo in Inghilterra alla “great famine”, la grande carestia  dei primi del novecento, quando a causa di un’ infezione nelle piantagioni  di patate molti irlandesi furono costretti ad emigrare  in terre lontane: le Americhe, Australia, Canada, Caraibi per spingersi fino alla Nuova Zelanda.

Gli irlandesi grazie alla loro audacia ed intraprendenza hanno cominciato,  in un primo tempo, a ricoprire  ruoli umili impiegati nelle ferrovie, nelle miniere, nell’industria tessile, nell’agricoltura hanno poi  cominciato a scalare la piramide sociale aiutati dalla lingua inglese e dallo loro tenacia e a raggiungere posti di potere. Ricordiamo, solo per fare un esempio, le origini  irlandesi della famiglia del  presidente John Kennedy.

Una bella visita, un tuffo nella storia e l’occasione per un fine settimana a Dublino, complice anche i voli low cost da Bergamo e da Roma , un bagno di cultura ed anche di divertimento. La sera sosta obbligata al Temple Bar, una strada nel cuore della città per degustare una buona pinta di birra, accompagnata da musica, chiacchere e atmosfera tipicamente “ irish”. Se siete di malumore sarete da subito immersi dall’allegria dei nativi  e per un wek end percorrerete le strade di  James Joyce e rivivrete l’ebbrezza dei personaggi e  dei luoghi citati dal celebre scrittore irlandese.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles