14.7 C
Milano
venerdì, Maggio 24, 2024

Embratur presenta il Piano Aquarela 2020

 

Presentato a Rio de Janeiro il piano di promozione turistica internazionale 
in vista della Coppa del Mondo 2014 e dei Giochi Olimpici del 2016
 

 

Aumentare del 304% le entrate legate alle spese dei turisti stranieri, arrivando a 17,6 miliardi di dollari nel 2020 e raggiungere la quota di 11,1 milioni di visitatori nei prossimi dieci anni. Questi sono alcuni degli obiettivi chiave fissati dal Piano Aquarela 2020, lo studio che definisce le strategie di promozione del turismo internazionale del Brasile, presentato nei giorni scorsi a Rio de Janeiro.

Ospitare grandi eventi sportivi è senza dubbio un’occasione unica per il turismo del Paese che ne è sede. Il Brasile – che si è già affermato come destinazione leader in Sud America ed emergente su scala mondiale – avrà l’occasione grazie alla Coppa del Mondo e ai Giochi Olimpici, di fare un ulteriore salto di qualità nella sua attività di promozione legata al turismo globale.

Per cogliere al meglio questa sfida il Ministero del Turismo, attraverso Embratur, ha presentato ai principali protagonisti del settore, sia pubblici che privati, il Piano Aquarela 2020, ossia il Piano di Marketing Turistico Internazionale che definisce le strategie, gli obiettivi e le azioni previste per i prossimi dieci anni.

Alla presentazione ufficiale, che è avvenuta nei giorni scorsi a Rio de Janeiro, hanno partecipato il Ministro del Turismo Luiz Barretto, la presidente di Embratur Jeanine Pires, il segretario del turismo della città di Rio de Janeiro Antônio Pedro Figueira de Mello e tutte le principali autorità del settore.

Obiettivi strategici del Piano Aquarela 2020

Nel panorama internazionale abbiamo vari esempi di come un Paese possa incrementare la sua economia, trasformare i paesaggi urbani e migliorare la sua immagine agli occhi dei turisti stranieri grazie alla grande visibilità ottenuta prima, durante e dopo queste importanti manifestazioni.

Il Piano Aquarela tiene conto di quello che sarà il posizionamento globale del Brasile dopo la realizzazione di questi grandi eventi – quando tanto l’immagine quanto le infrastrutture del Paese avranno fatto un decisivo salto di qualità – e fissa obiettivi specifici per quanto riguarda il numero di visitatori stranieri e l’entità delle entrate valutarie fino al 2020.

Gli studi alla base del Piano hanno analizzato i dati relativi alla crescita del numero dei turisti nei Paesi che hanno ospitato i medesimi eventi, tenendo altresì in considerazione le eventuali differenze rispetto al Brasile: influenza dei Paesi confinanti, differente accessibilità via terra o via aerea, ore di volo necessarie a raggiungere il Paese, valutazione del Paese quale meta turistica ed eventi realizzati negli anni precedenti.

Valutando questi presupposti, i principali obiettivi strategici fissati per questo periodo sono stati:

• Aumentare del 113% il numero di turisti stranieri dal 2010 al 2020, arrivando a accogliere nel Paese un totale di 11,1 milioni di turisti stranieri alla fine del prossimo decennio.

• Aumentare del 304% le entrate valutarie legate alle spese dei turisti stranieri in Brasile dal 2010 al 2020, raggiungendo i 17,6 miliardi di dollari.

• Aumentare di 500 mila il numero dei turisti in Brasile nell’anno della Coppa del Mondo 2014; e incrementare del 15% – rispetto all’anno precedente – il numero dei turisti in occasione dei Giochi Olimpici 2016.

• Mantenere un ritmo di crescita di almeno 1 punto percentuale più alto rispetto alla media degli altri Paesi del Sud America.

• Consolidare la propria posizione di leadership in Sud America, accogliendo nel Paese il 27% del totale dei turisti che visitano il continente.

 

Agenda 2010 e Coppa del Mondo 2014

Una delle grandi sfide dal punto di vista della promozione internazionale del turismo brasiliano è quella di unificare i messaggi chiave che saranno veicolati in questa occasione di visibilità su scala mondiale.
Embratur produrrà un kit di materiale promozionale e informativo unificato per tutte le città che ospiteranno i Mondali di Calcio, materiale che sarà divulgato all’estero a partire dal luglio 2010.

Il programma delle azioni previste per il 2010 sarà il punto di partenza per poter cogliere le grandi opportunità che si presentano all’orizzonte e avrà inizio a partire dalla chiusura della Coppa del Mondo in Sudafrica quando il Brasile, come da regolamento FIFA, potrà cominciare ufficialmente la sua attività di promozione in qualità di Paese sede della Coppa del Mondo 2014.

Durante lo svolgimento della Coppa del Mondo in Sudafrica, il Brasile avrà ha disposizione degli spazi espositivi e potrà avviare contatti con le imprese, con gli opinion leader, con i dirigenti sportivi e naturalmente con il grande pubblico presente.

Il programma prevede la partecipazione agli eventi cui sarà presente la nazionale brasiliana, la promozione dei prodotti brasiliani in spazi commerciali e l’organizzazione di manifestazioni che possano mostrare la ricchezza culturale e l’allegria contagiosa del Paese che ospiterà la Coppa del Mondo 2014.

In altre città del mondo sono in programma eventi legati alla promozione del Brasile nelle Fan Fest della FIFA. La campagna di comunicazione globale del Brasile come sede della Coppa del Mondo 2014 includerà pubblicità e azioni di relazioni pubbliche in diversi Paesi.

 

 

Per informazioni sul turismo in Brasile, visita il Portale Brasiliano del Turismo: Braziltour.com

Ufficio stampa Embratur , Istituto Brasiliano per il Turismo

Cohn & Wolfe – tel 02.202391 – fax 02.201584
Marta.Marchi@cohnwolfe.com; Chiara.Roncaglio@cohnwolfe.com;
Monica.Lorenzini.ce@cohnwolfe.com; Silvia.Colleoni@cohnwolfe.com

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles