Green Travel Award

Si è svolta oggi, lunedì 3 aprile, presso la Borsa Internazionale del Turismo, l’assegnazione del Green Travel Award, il premio indetto dal Gist e giunto alla sua quinta edizione per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile. Quest’anno con una novità importante: l’introduzione del segmento estero con una categoria dedicata alle strutture green oltre confine.

A consegnare il premio Luca Pollini, presidente della commissione composta da: Elena Pizzetti, Diana De Marsanich, Paola Babich, Edoardo Stucchi, Bruno Gambacorta, Paola Pignatelli, Giuseppe Ortolano, Raffaele D’Argenzio, Graziella Leporati, segretario Gist.

Presenti anche Sabrina Talarico, presidente Gist, il socio Gabriele Eschenazi che ha presentato il suo libro scritto con Pietro Leemann “Veg per scelta” e Isabella Brega, caporedattore Touring Magazine.

Hanno ritirato la targa con il logo del Premio disegnato da Miriam Mirri: Martin Kirchlechner, per Ottmanngut Suite & Breakfast di Merano, Massimo Tocchetti, rappresentante in Italia di The Brando Eco resort, Polinesia Francese, Giulia Gemma, in rappresentanza della Masseria Potenti di Manduria,  Lorenzo Tevini, per la Bio spa dell’Hotel Tevini di Commezzadura ed Enrico De Luca, responsabile Marketing e Progettazione di Viaggi e Miraggi.

 

VINCITORI

GREEN TARVEL AWARD 2017

Premio Gist per un Turismo responsabile e sostenibile

 

 

Categoria Green Accomodation Italia

Ottmanngut Suite & Breakfast

Merano

 

L’hotel è ricavato all’interno di una villa meranese del Duecento conservata e riportata a nuovo splendore. Nelle undici camere – non esiste la “standard” o la “de luxe”, ciascuna diversa dall’altra, arredate con antichi mobili di famiglia – o nella saletta della prima colazione o nel grande giardino non sembra di stare in albergo, ma a casa. Questo anche perché gli albergatori si prendono cura degli ospiti individualmente. Si respira l’autentica cultura abitativa meranese – la prima colazione è a base di prodotti regionali ed è servita tavola – si tocca con mano la storia. Anche se non manca il wi-fi.

 

 

Categoria Green Accomodation Estero

The Brando- Eco Resort

Polinesia Francese

 

Marlon Brando s’innamorò del posto negli anni Sessanta durante le riprese del film L’ammutinamento del Bounty: comprò l’isola nel 1967 e già da allora ebbe con l’idea di farne un luogo di accoglienza senza intaccare la natura circostante. Il suo sogno si è avverato: dopo la morte dell’attore è stato creato l’eco-resort in cui sono armoniosamente inserite nel paesaggio 35 villette all’insegna della filosofia green, a cominciare dal sistema di aria condizionata che utilizza l’acqua di mare, l’orto e il frutteto biologico, l’uso di sole bici e veicoli elettrici alimentati da energia solare per spostarsi sull’atollo e l’impiego di biocarburanti a base di olio di cocco.

 

Categoria Bio Spa

Hotel Tevini

Commezzadura (Trento)

 

Si propone come Spa a Km Zero caratterizzata dai tre elementi naturali che maggiormente rappresentano il territorio: il sale, la pietra e l’acqua, elementi principali delle Dolomiti, monti generati dal mare. Nel Centro Benessere Goccia d’Oro presso l’Hotel Tevini sale, acqua e pietra sono i protagonisti sia degli spazi e sia trattamenti proposti. Sulla scia della naturalità e dell’attaccamento al territorio s’innesta anche la scelta dei prodotti utilizzati per i trattamenti benessere: la linea cosmetica Dolomitic Water, che nasce da ingredienti tipici delle valli dolomitiche.

 

Categoria Tour Operator

viaggiemiraggi

Cooperativa Sociale per il Turismo Responsabile

Padova – Milano

 

Da sempre impegnato a promuovere un turismo responsabile con un giusto equilibrio tra le attività umane e la natura che le circonda. Le sue proposte a catalogo pongono sempre la massima attenzione all’ambiente e alla cultura del paese visitato e la dignità degli operatori locali. Per una maggiore comprensione e confidenza del Paese visitato, i viaggi si svolgono assieme ai referenti locali ed esponenti della cultura del posto.

 

Categoria Ospitalità con gusto a Km 0

Masseria Potenti

Manduria (Taranto)

 

È stata ristrutturata e trasformata in un agriturismo di charme nel pieno rispetto della struttura originale che risale al Seicento. Ha circa 20 alloggi tutti diversi e ricavati dalle stalle quattrocentesche e dalle casette dei contadini, tutti dal sapore antico e autentico. Il ristorante propone la cucina del territorio a base dei genuini prodotti dell’orto. Si va dalle orecchiette con le verdure a pesci e carni locali, profumatissimi il pane, i taralli della tradizione, le olive e le conserve sott’olio. Non manca l’ottimo vino di Manduria, il Primitivo (prodotto sempre qui).

 

Dopo l’assegnazione del premio si è svolta l’assemblea ordinaria Gist durante la quale il presidente Sabrina Talarico ha illustrato le attività realizzate durante il 2016 e quelle progettate per il 2017 per quanto riguarda la formazione, i viaggi studio e l’annuario.

L’assemblea si è conclusa con l’apporvazione del bilancio 2016.

GTA 2015 colore

Per chi non potrà partecipare, quest’anno il Premio GIST “Green Travel Award” sarà in onda su Rai2, TG2 Eat Parade in diretta; in differita su www.raiplay.it; sulla app Rai Play; nel sito www.TG2rai.it nella sezione rubriche/Eat Parade.
Un grazie particolare al collega e socio GIST Bruno Gambacorta, membro della commissione del Premio GIST Green Travel Award, presieduta da Luca Pollini.

 

Sabrina Talarico

presidente Gist

unknown

Appuntamento il prossimo 3 aprile alle ore 14 presso Bit Milano in sala Brown 2 per l’assegnazione del Gist Green Travel Award 2017, il premio dedicato alle eccellenze del turismo sostenibile e responsabile

Il GIST rinnova ancora una volta l’impegno a essere parte attiva nella segnalazione di realtà che realizzano attività turistiche innovative sul doppio fronte della sostenibilità e della responsabilità, due temi che insieme rappresentano la chiave di volta per un turismo duraturo nel futuro delle comunità locali italiane. In particolare per le strutture ricettive si deve tenere presente il loro coinvolgimento nella comunità locale, l’attenzione alle specificità culturali e ambientali, la presenza d’informazioni sull’aspetto sociale, il minor impatto ambientale dell’attività turistica e il rispetto delle normative vigenti.

Il premio, il cui coordinamento è affidato a Luca Pollini, è riservato agli esercizi e alle iniziative che operano nel territorio italiano  e, novità di quest’anno anche estero. I riconoscimenti di questa edizione saranno attribuiti alle eccellenze individuate nell’ambito di queste categorie:

1) Green Accomodation Italia (Hotel, bed & breakfast, villaggi);

2) Green Accomodation Estero;

3) Bio Spa;

4) Ospitalità con gusto a km 0 (Agriturismi);

5) Organizzatori di viaggi.

0 344

Indetto anche quest’anno il Premio GIST per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile “Green Travel Award” i cui vincitori verranno proclamati a Milano in occasione della Bit (Borsa Internazionale del Turismo) in programma dal 2 al 4 aprile nei padiglioni di “Fieramilanocity”. Si tratta di un premio istituito nel 2013 dall’attuale presidenza e consiglio direttivo e che ha incontrato i favori sia dei media sia degli operatori turistici, ponendo il GIST al centro di una tematica di grande attualità e interesse. Questa quinta edizione del “Green Travel Award – Premio GIST per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile” comprende cinque categorie e presenta una novità importante: è stata istituita una categoria dedicata alle strutture green all’estero.

Il GIST rinnova ancora una volta l’impegno a essere parte attiva nella segnalazione di realtà che realizzano attività turistiche innovative sul doppio fronte della sostenibilità e della responsabilità, due temi che insieme rappresentano la chiave di volta per un turismo duraturo nel futuro delle comunità locali italiane. In particolare per le strutture ricettive si deve tenere presente il loro coinvolgimento nella comunità locale, l’attenzione alle specificità culturali e ambientali, la presenza d’informazioni sull’aspetto sociale, il minor impatto ambientale dell’attività turistica e il rispetto delle normative vigenti.

Il premio, il cui coordinamento è affidato a Luca Pollini, è riservato agli esercizi e alle iniziative che operano nel territorio italiano e i riconoscimenti di questa edizione saranno attribuiti alle eccellenze individuate nell’ambito di queste categorie: 1) Green Accomodation Italia (Hotel, bed & breakfast, villaggi); 2) Green Accomodation Estero; 3) Bio Spa; 4) Ospitalità con gusto a km 0 (Agriturismi); 5) Organizzatori di viaggi

articolo pubblicato al link:

http://www.lsdmagazine.com/premio-gta-per-il-turismo-dal-2-aprile-a-milano/35416/

Mercoledì 25 gennaio, presso l’Hotel Enterprise di Milano, nell’ambito di Weekend Premium Event, l’editore socio  GIST Raffaele D’Argenzio ha premiato, tra gli altri, il socio Gist Luca Pollini, presidente della giuria del Green Travel Awards. Il premio Gist per le eccellenze del Turismo Responsabile e Sostenibile è indetto dal Gruppo Italiano Stampa Turistica, presieduto da Sabrina Talarico.

 

WEEKEND PREMIUM PRIMATI&PREMIATI 2017
25/01/2017
PRIMATI E PREMIATI 2017
Ecco i vincitori dei PRIMATI GREEN e TOP WEEKEND CAR , Italiani ed EuropeiI, premiati durante il nostro
WEEKEND PREMIUM EVENT
svoltosi alla presenza di Stampa e Vip
all’ENTERPRISE Hotel di Milano.

WEEKEND GREEN 2017

VARESE LIGURE (SP), il borgo “bio” che tutta Europa ci invidia. Il primo borgo a ricevere la certificazione ambientale Iso 14001 in Italia e in Europa. Un gioiello che vale la pena conoscere nell’anno del turismo sostenibile. Premio WEEKEND GREEN, alla memoria del dell’indimenticato sindaco Maurizio Caranza, che conquistò il primato nel 1999.

WEEKEND GREEN IN EUROPE 2017

GERMANIA GREEN, nazione con la maggior superficie dedicata al verde, ai suoi parchi e alle sue incontaminate riserve naturali. Con i suoi 90 miliardi di alberi si conferma il Paese più ricco in Europa in tema di biodiversità.

STAMPA & TURISMO 2017

GIORNALISTA LUCA POLLINI che, dopo altre importanti esperienze, come Presidente della giuria dei GREEN TRAVEL AWARDS, promosso dal GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica), ha dato una valida spinta alla ricerca di strutture che rispettino il turismo sostenibile.

WEEKEND PREMIUM “GREEN CITY” 2017

BOLZANO, CITTÀ GREEN, che detiene il primato d’avere ben cinque bus all’idrogeno con un distributore funzionante. Naturalmente è green nel suo insieme, in quanto ha anche diminuito il traffico stradale collegandosi alle alture vicine con funivie, usa velotaxy ed ha grande rispetto per la natura circostante.
RICETTE DI VIAGGIO 2017: i Vini BIO del Veneto

ALLA CANTINA “AMETS”, DI VITTORIO VENETO (TV), che produce PROSECCO BIOLOGICO. Una cantina che più green non si può, in quanto come diserbanti usa asinelli che brucano l’erba tra i vigneti, che disegnano la pedemontana trevigiana. Territorio e vino adattissimi per weekend alla scoperta delle ricette storiche di questi luoghi ameni.

ALLA CANTINA “LE CARLINE“, DI PRAMAGGIORE (VE), che produce vini naturalmente BIOLOGICI , VEGANI e senza solfiti. Vini fatti come una volta, ma con la cultura e la cura di oggi, nel cuore di questa terra, fra le province di Venezia, Treviso e Pordenone. Territorio e vino adattissimi per vivere weekend alla scoperta delle ricette storiche del Veneto.

TOP WEEKEND CAR 2017

ALFA ROMEO STELVIO, il suv eletto dai nostri lettori attraverso il sondaggio del portale WEEKENDPREMIUM.IT, anche se non è ancora nelle concessionarie. Quindi questa è l’auto scelta per i prossimi weekend green,  anche per la magia del marchio in cui appaiono il biscione milanese e il nome dell’ingegner Romeo, napoletano.

Visita www.weekendpremium.it per leggere tutti i nostri articoli!

 

di Marco Restelli 

 

Cogne, Italia. Il massiccio del Gran Paradiso – uno dei più belli d’Europa – svetta  sul grande pianoro del Prato di Sant’Orso, che si veste di fiori in primavera e scintilla di neve in inverno, quando (come ora) è frequentato da ciaspolatori e fondisti che si godono 12 anelli e 80 km di piste per sci di fondo. A margine del Prato di Sant’Orso si distende il grazioso paese di Cogne, porta d’accesso del Parco Nazionale più antico d’Italia, appunto quello del Gran Paradiso, creato quasi un secolo fa per la gioia di chi ama gli animali (stambecchi, volpi, aquile reali…) e le passeggiate nei boschi.
In una regione attenta all’ecologia come la Val d’Aosta, Cogne e l’Ente Parco si segnalano per la qualità dei propri servizi, come i bus-navetta gratuiti che collegano Cogne agli altri paesi in valle, o le 180 bici elettriche gratuitamente a disposizione dei clienti degli alberghi. Lo scopo è chiaro: rendere superfluo l’utilizzo di automobili inquinanti da parte dei turisti, e fare della Val di Cogne un’oasi di sostenibilità ambientale.

DSC_7510

Sci di fondo e ciaspole sono gli sport invernali più praticati in Val di Cogne.

Visto un tale contesto di rispetto per l’ambiente, non stupisce che sia proprio un albergo di Cogne ad aver vinto, nella categoria Green Accomodation, il Green Travel Award 2016. Cioè il Premio per le eccellenze nel Turismo Responsabile e Sostenibile messo in palio ogni anno dal GIST – Gruppo Italiano Stampa Turistica, l’unica Associazione dei giornalisti di viaggio riconosciuta dalla Federazione Nazionale della Stampa.
Questo albergo all’avanguardia (il primo del suo genere in Val d’Aosta) è l’ Eco Wellness Hotel Notre Maison, un delizioso insieme di casette perfettamente integrate nell’ambiente della Val di Cogne. Nella motivazione ufficiale del Green Travel Award si legge che «il fabbisogno energetico dell’Eco Wellness Hotel Notre Maison è completamente soddisfatto da una centrale di cogenerazione a biomassa che ha una capacità di produzione di 50KW elettrici e 110KW termici all’ora, sufficienti per coprire il fabbisogno energetico del complesso generando autonomia da fonti rinnovabili. Inoltre, il centro benessere dell’hotel predilige l’utilizzo di prodotti a chilometro zero che esaltano le potenzialità delle erbe alpine». Andiamo dunque alla scoperta di questo interessante eco-hotel.

laghetto alpino 1
Il laghetto alpino collegato alla SPA dell’ Eco Wellness Hotel Notre Maison, a Cogne. Foto di Elena Bianco

Ideato nel 1979 dalla famiglia Celesia  che tuttora lo gestisce (i fratelli Andrea e Stefania con i genitori Irma e Angelo), l’ Eco Wellness Hotel Notre Maison è un insieme di chalet collegati fra loro nel verde, un piccolo mondo di pietra naturale con spazi comuni tutti in legno, suites con caminetti e terrazzi in ardesia e un’atmosfera realmente famigliare. La qualità alberghiera è da quattro stelle benché la famiglia Celesia abbia deciso di mantenere solo tre stelle, il che rende l’hotel molto interessante nel rapporto fra prezzo e livello dei servizi. La SPA comprende non solo piscina, sauna, idromassaggi, doccia solare eccetera ma anche un laghetto alpino situato nella parte esterna della struttura, immerso nel verde e con acqua riscaldata a 35° (riscaldamento auto-prodotto grazie al legno di scarto dei boschi trasformato in gas da una tecnologia tutta italiana). Ma ovviamente oltre al relax in hotel ci sono tante occasioni di sport in ogni stagione, e per gli sport si può contare sui consigli di Andrea Celesia: che vogliate fare trekking d’estate o ciaspolare e fare fondo d’inverno, Andrea saprà darvi i consigli per itinerari su misura, da quello facilissimo al più complesso. E la sera, dopo un passaggio alla SPA, vi potrete rinfrancare dalle fatiche sportive con l’eccellente cucina del Notre Maison.

ingresso sala da pranzo

L’ingresso della sala da pranzo dell’Eco Wellness Hotel Notre Maison. Foto di Elena Bianco

La cucina dello chef del Notre Maison, Simone Carlone (coadiuvato in sala dai maschi della famiglia Celesia) è un trionfo di sapori: tradizione valdostana rivisitata con gusto contemporaneo. Qualche piatto fra i più gustosi? Prosciutto di Sant’ Oyen alla brace con salsa di prugne, gnocchi d’orzo alla toma profumati con timo fresco, vari classici della cucina di montagna come il camoscio in civet (uno stracotto nel vino) con polenta, o la fonduta con crostini di pane nero, ma anche piatti tipici di Cogne – e ignoti ai più – tutti da scoprire. Un esempio: la soça di Cogne, che è una saporita zuppa di carne di vitello, verze e fontina; altro esempio: la trota di Lillaz affumicata in casa alle erbe, piatto che deve il suo nome alle famose cascate e ai laghetti che si trovano a Lillaz,  frazione di Cogne raggiungibile con una facile camminata in un bellissimo bosco. Atmosfere, paesaggi e sapori di Cogne che vi rimarranno nel cuore.

selezione di formaggi valdostani - Copia
Una selezione di formaggi valdostani nella sala da pranzo dell’Hotel Notre Maison di Cogne. Foto di Elena Bianco

Marco Restelli
marco@agendaviaggi.com

articolo pubblicato al link:

http://www.agendaviaggi.com/lhotel-piu-green-ditalia-e-a-cogne-in-val-daosta/

0 1430

Venerdì 14 ottobre, presso il TTG di Rimini, Sabrina Talarico, presidente GIST, e Luce Pollini, presidente della giuria Gist Green Travel Award hanno consegnato i premi alle eccellenze del Turismo Responsabile e Sostenibile 2016.

Ecco i premiati:

 

Categoria Green Accomodation

Eco Wellness Hotel Notre Maison

Cogne (Aosta)

Offre un servizio di alto livello nel confortevole clima di uno chalet d’alta montagna (nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso) a conduzione famigliare, la famiglia Celesia.

Il fabbisogno energetico dell’Eco Wellness Hotel Notre Maison è completamente soddisfatto da una centrale di cogenerazione a biomassa che ha una capacità di produzione di 50KW elettrici e 110KW termici all’ora, sufficienti per coprire il fabbisogno del complesso generando autonomia da fonti rinnovabili. Inoltre, il centro benessere dell’hotel (oltre a piscine, sauna, idromassaggi, ecc. c’è anche un laghetto alpino situato nella parte esterna della struttura, immerso nel verde e con acqua riscaldata a 35°) predilige l’utilizzo di prodotti a chilometro zero che esaltano le potenzialità delle erbe alpine.

 

Andrea Celesia, a destra, titolare di Eco Wellness Hotel Notre Maison di Cogne; a sinistra Lorenzo Martinengo, della Martinengo & Partners Communication, agenzia che cura la comunicazione della struttura
Andrea Celesia, a destra, titolare di Eco Wellness Hotel Notre Maison di Cogne; a sinistra Lorenzo Martinengo, della Martinengo & Partners Communication, agenzia che cura la comunicazione della struttura

 

Categoria Green Bio Spa

Riva del Sole Resort & Spa

Castiglione della Pescaia (Grosseto)

 

Un legame con la Maremma che dura da oltre cinquant’anni e che riesce a combinare il rispetto per l’ambiente con la cultura dell’accoglienza e i valori delle tradizioni toscane.

Un green concept, quello di Riva del Sole Resort & Spa, che cerca soluzioni per migliorare la qualità della vita nel rispetto dell’ambiente e delle persone e che è alla base della Spa (tre piscine, sauna, bagno turco, palestra, solarium) dove si propongono – tra gli altri – trattamenti e massaggi che consentono di immergersi pienamente nello spirito del luogo, con sacchetti di erbe mediterranee e pietre calde. La struttura, inoltre, si contraddistingue per la ricerca del benessere ecosostenibile, frutto di una meticolosa ricerca di materiali e arredi.

Menzionato tra le 40 destinazioni internazionali top suggerite dal quotidiano inglese The Guardian.

 

Sabrina Talarico, Luca Pollini e Jonathan Heduit, marketing manager Riva del Sole Resort & Spa
Sabrina Talarico, Luca Pollini e Jonathan Heduit, marketing manager Riva del Sole Resort & Spa

 

 

Categoria Tour Operator/Organizzatori viaggi

Cetro Velico Horca Myseria

Via Pelitti, 1 – Milano

 

Horca Myseria è un tour operator nella barca a vela che da più di 30 anni fa amare il mare e la vela ai milanesi e non. Pippo Erroi, fondatore che sta portando avanti con passione questa mission, ha portato a navigare nei mari più belli del mondo migliaia di persone. È stato il primo a proporre imbarchi individuali, la navigazione in flottiglia, i megaraduni (centinaia di persone e 8/10/14 barche che invadevano Porto Venere o Saint Tropez per un weekend). Chi s’è lasciato portare dal vento di HM non è più riuscito a uscirne.

Sabrina Talarico, Luca Pollini e Pippo Erroi, fondatore e titolare di Horca Myseria Viaggi di Milano
Sabrina Talarico, Luca Pollini e Pippo Erroi, fondatore e titolare di Horca Myseria Viaggi di Milano

 

 

Categoria Ospitalità con gusto a Km 0

Società Agricola Ceraudo

Contrada Dattilo, 88815 – Strongoli (Crotone)

 

Fa delle tradizioni famigliari il suo punto di forza: di generazione in generazione l’azienda ha arricchito il proprio valore qualitativo, fino a diventare oggi un produttore molto conosciuto anche fuori dalla propria zona. La tenuta Dattilo si estende su 60 ettari in uno scenario di naturale bellezza tra piante di olivo secolari, vigneti e agrumeti, una realtà gestita con meticolose cure dell’agricoltura biologica e sostenibile, che esclude l’utilizzo di prodotti chimici ricorrendo solo a pratiche naturali e viene alimentata da pannelli fotovoltaici (130 kWatt) che garantiscono l’autosufficienza energetica.

Il cuore è un Casale baronale del 1600 con il piccolo villaggio con la caratteristica chiesetta, circondato da case in pietra paese derivati ​​da edifici tradizionali rurali. Con camere spaziose e confortevoli, arredate con terrazze piene di fiori e arredate con la semplicità che si adatta alla vita di campagna. Un luogo immerso nella natura che ricorda i valori più autentici della vita: l’aria pulita, i sapori di una volta e il calore dell’ospitalità. Lontano dai ritmi frenetici della città, dove è possibile recuperare l’armonia perduta.

 

Miriam Romeo, della famiglia Ceraudo, ritira il premio per la Società Agricola Ceraudo, vincitore per la categoria Ospitalità con gusto a Km 0.
Miriam Romeo, della famiglia Ceraudo, ritira il premio per la Società Agricola Ceraudo, vincitore per la categoria Ospitalità con gusto a Km 0.

 

0 1293

L’appuntamento con il Green Travel Award 2016, il premio GIST per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile è venerdì 14 ottobre alle ore 14 presso TTG Incontri presso la Travel Agents Arena

A presiedere l’incontro Sabrina Talarico, presidente GIST e Luca Pollini, responsabile Giuria Green Travel Award.

Ricordiamo che il GIST sarà presente al TTG presso lo stand 016 Pad. A5

Vi aspettiamo!

0 4421

 

Cosa è il Green Travel Award e cosa si intende per turismo responsabile e sostenibile? Lo ha spiegato Paolo Crespi, responsabile del premio GIST, a Radio Latte Miele  durante un’intervista andata in onda il 29 gennaio. Per ascoltarla:   ow.ly/I8Mnr

GTA 2015 colore

SOCIAL

1,783FansLike
238FollowersFollow

COMUNICATI STAMPA

0 66
PRESENTATI I DETTAGLI DELLA PARTNERSHIP CHE PORTA IN MARE LO SHOW ESCLUSIVO DEI LEADER MONDIALI DELL’INTRATTENIMENTO     Al via su MSC Meraviglia il ‘Cirque du Soleil...

News in pillole

0 42
Milano – 22 Maggio 2017 – Oceania Cruises, la compagnia di crociere leader per i suoi itinerari incentrati sulle esperienze gastronomiche e sulle destinazioni...

Vita Associativa

0 97
Si è svolta oggi, lunedì 3 aprile, presso la Borsa Internazionale del Turismo, l’assegnazione del Green Travel Award, il premio indetto dal Gist e...
Annuario Gist 2017