Il nuovo Annuario e i vincitori del Green Travel Award 2019

0
2577

Lo scorso 11 febbraio, presso la Borsa Internazionale del Turismo, è stato presentato l’Annuario Gist 2019, dedicato allo Stato di Israele.

Sono intervenute, insieme al Presidente Gist Sabrina Talarico, Avital Kotzer Adari, Direttore dell’Ufficio di Turismo Israeliano in Italia e Mariagrazia Falcone, responsabile dell’ufficio stampa. Numeroso il pubblico in sala tra soci, responsabili di uffici stampa, enti e pr.

Dopo la presentazione dell’annuario si è svolta l’assegnazione del Green Travel Award 2019, il premio indetto dal Gist e giunto alla sua settima edizione per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile.

Il Presidente Sabrina Talarico, il Consiglio Direttivo e i vinvitori del Green Travel Award 2019

A consegnare il premio insieme al presidente Gist Sabrina Talarico  Luca Pollini, presidente della commissione composta da: Paola Babich, Elena Barassi, Giovanni Bosi, Giuseppe Cordioli, Raffaele D’Argenzio, Diana De Marsanich, Cinzia Galletto, Graziella Leporati,  Elena Pizzetti, Edoardo Stucchi. La targa con il logo del premio è stata disegnata da Miriam Mirr.

 

Ecco i vincitori della settima edizione GREEN TRAVEL AWARD 2019

Premio Gist per un Turismo responsabile e sostenibile

 

Categoria

Green Accomodation Italia
Capo Faro Spartivento
Chia (Cagliari)
Ritira il premio Alessio Raggio

 

Mitragliato durante la Seconda Guerra Mondiale, l’edificio subì al termine del conflitto il suo primo e unico restauro. Ha ospitato la famiglia dei faristi fino agli anni Ottanta, quando l’automazione ha spazzato via i cambi della guardia. Caduto nell’oblio per oltre 30 anni, nel 2006 ha inizio la seconda vita del Faro. L’opera di restauro conservativo del Faro, durata otto anni, è stata sostanziale e al contempo rispettosa. Ha trasformato la destinazione d’uso dell’edificio, nel riguardo della memoria storica di un luogo che appartiene alla collettività. Il lavoro è riuscito a conservare il fascino di un faro mediterraneo, intervenendo con discrezione e stile, nella distribuzione interna ed esterna, sui materiali e sugli arredi, in modo da renderlo al tempo stesso un esempio di stile mediterraneo minimale.

 

Categoria
Green Accomodation Estero
Eco Serendib
St John, Isole Vergini – Usa

 

Ritira il premio Lucio Rossi

 

Quando il lusso non rinuncia all’eco-compatibile.  Pannelli solari, luci a led, orto biologico, riutilizzo materiale (oltre il 75% è riciclato); vernici non tossiche; nessuna sostanza chimica nella Spa; elettrodomestici A+++; raccolta acqua piovana; non c’è carta nelle sale riunioni. È notevole anche l’investimento con dei fondi speciali per preservare l’isola di St. John, quindi l’impegno costante al risparmio energetico, smaltimento dei rifiuti, conservazione delle acque e un programma di coltivazione di piante indigene, oltre ovviamente all’educazione dei propri clienti e ospiti nel seguire scrupolosamente ogni indicazione suggerita e contribuire alla salvaguardia dell’ambiente, facendo del proprio soggiorno di vacanza anche un’esperienza di crescita.

 

 

Categoria

Ospitalità con gusto a Km 0

Fattoria San Martino

Montepulciano (Siena)

Ritira il premio Antonio Giorgini e la moglie Karin Lijftogt

 

Villa settecentesca restaurata utilizzando materiali e finiture naturali tra cui calce, legno, pietre e cera d’api. Offre camere arredate in stile rustico toscano e un ristorante di cucina vegana e vegetariana. La qualità dei prodotti è l’essenza della Fattoria San Martino Mobilità: all’interno della struttura è possibile noleggiare biciclette e e-bike e sono a disposizione dei clienti caricatori per veicoli elettrici. Il “green” non è solo moda: Antonio ha una grande conoscenza ed è un appassionato ambasciatore del pensiero sostenibile e dell’agricoltura biodinamica.

 

 

Categoria
Tour Operator
Girolibero/Zeppelin
Vicenza

 

Ritira il premio Elena Riatti

 

Le proposte viaggi favoriscono il basso impatto ambientale con l’uso di mezzi alternativi: sono viaggi responsabili. Stanno attenti non solo all’ambiente ma anche ai prezzi. La loro filosofia è: vacanze con mezzi a basso impatto ambientale, facili e alla portata di tutti, con standard buoni e prezzi contenuti. Nel Dna di Girolibero/Zeppelin c’è la scoperta del mondo al ritmo giusto, della pedalata o della camminata, nel rispetto dell’ambiente, delle altre culture e delle loro tradizioni. Questo si traduce per l’organizzazione in mobilità sostenibile e centralità della comunità locale ospitante.

 

 

Categoria
Bio Spa 
Hotel Pfösl
Nova Ponente (Bolzano)

 

Ritira il premio Brigitte Zelger proprietaria

 

Il concetto di natura avvolge tutto l’hotel Pfösl . È un rifugio che pone l’accento sulla vera essenza delle cose, La NATURE SPA dell’hotel utilizza energia rinnovabile per la produzione del calore. Costruita con materiali ecologici, come tutto l’hotel, presenta un ambiente sano e confortevole: design alpino e moderno, legno, pietre naturali e vetro, regalano un tocco speciale agli spazi. Una struttura contrassegnata dalla gestione famigliare, un valore aggiunto tipico della cultura all’ospitalità altoatesina, che negli anni ha saputo rinnovarsi continuamente.

 

 

MENZIONE SPECIALE – Green Transportation
 
Norwegian

 

Ritirano il premio  Amanda Bonanni, Sales Executive di Norwegian in Italia e Frank Olsen, Direttore Nord e Centro Europa

 

 

Norwegian si conferma per la seconda volta la compagnia aerea con il più basso consumo di carburante sulle rotte transatlantiche. E non è un caso: conferma del costante impegno nel ridurre il proprio impatto ambientale.

A certificarlo lo studio condotto dall’International Council on Clean Transportation (ICCT) che ha analizzato l’efficienza dei consumi di carburante delle 20 più importanti compagnie aeree che hanno collegato l’Europa e gli Stati Uniti.

 

 

L’ASSEMBLEA STRAORDINARIA

Al termine della premiazione si è svolta l’Assemblea Straordinaria che all’unanimità ha votato le modifiche statutarie, già annunciate e votate dall’assemblea ordinaria del 12/02/18, riguardanti l’allungamento della durata del mandato di tutti gli organi sociali elettivi da 2 a 3 anni con effetto immediato.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here