16.8 C
Milano
mercoledì, Aprile 17, 2024

Il Gist consegna il premio Green Travel Award 2024

Liguria, Sardegna, Germania, Irlanda, Constance Hotels & Resorts, Vietnam, Ruta40 e KLM. Queste le destinazioni e gli operatori turistici premiati alla BIT di Milano dal GIST Gruppo Italiano Stampa Turistica

Giunto alla 12^ edizione, il Premio GIST GREEN TRAVEL AWARD è destinato alle eccellenze del turismo sostenibile e responsabile. 

Cinque le categorie oggetto di valutazione e selezionate dalla giuria: 1) Best Green Destination (Italia ed Estero); 2) Best Green Accommodation (Italia ed Estero); 3)
Best Green Family Eco-Hotel; 4) Best Green Tour Operator; 5) Best Practice Mobilità. A queste si aggiunge una Menzione d’onore dedicata al Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (2021-2030), coordinato da IOC-UNESCO.
Nato da un’idea delle giornaliste Sabrina Talarico, presidente del GIST, e Diana de Marsanich, presidente di GTA, il prestigioso riconoscimento è destinato alle migliori realtà italiane e straniere della ricettività e mobilità turistica, che sposano una filosofia rispettosa dell’ambiente.

La giuria del premio GIST Green Travel Award è composta da giornalisti, direttori di testata, tutti soci GIST: Paola Babich, Elena Barassi, Chiara Bidoli, Ornella D’Alessio, Raffaele D’Argenzio, Isabella Goldmann, Piergiorgio Oliveti, Elena Pizzetti, Marco Restelli, Edoardo Stucchi.

Best Green Destination Italia: Riomaggiore

Riomaggiore, primo borgo delle Cinque Terre in Liguria, è la Best Green Destination Italia. 
Un luogo spettacolare, ma fragile. La particolare conformazione – compresa tra il mare e il crinale dei monti su cui sono arroccati i borghi- rende infatti il territorio vulnerabile ai fenomeni atmosferici, sempre più estremi, e agli effetti dannosi di un turismo frenetico, rovinoso per la conservazione del patrimonio culturale del luogo. Grazie al lavoro incessante, la Via dell’Amore sarà riaperta integralmente entro il 2024: il ripristino del percorso che collega Riomaggiore a Manarola è stato concepito con interventi a basso impatto ambientale, gli accessi saranno contingentati e prevedono l’accompagnamento con guide ambientali. La scopo? Trasformare questo patrimonio paesaggistico in una sorta di museo diffuso delle Cinque Terre.

Il premio è stato ritirato da Fabrizia Pecunia, sindaco del comune di Riomaggiore e membro del Consiglio direttivo del Parco Nazionale delle Cinque Terre, tra le artefici della riapertura del primo tratto della Via dell’Amore, dopo 11 anni dalla frana del 2012.

Da sinistra: Diana de Marsanich, Fabrizia Pecunia, Sabrina Talarico

Best Green Destination Estero: Germania

Il premio è stato vinto dalla Germania. Il 2024 è un anno di importanti celebrazioni per la Germania che festeggia 35 anni dal crollo del Muro di Berlino che, a più di tre decenni dalla sua caduta, attira ancora viaggiatori da tutto il mondo. Paese che promuove il turismo sostenibile già da diversi anni, la Germania vanta 19 destinazioni sostenibili certificate ufficialmente e altre 18 in fase di certificazione. Attualmente la rete di Cittaslow Germania comprende 25 città e comuni. Per gli amanti della bicicletta, offre 320 itinerari ciclabili a lunga percorrenza (lunghezza minima 100 km), con una lunghezza totale di questo tipo di itinerari di 100mila chilometri. Una rete di sentieri escursionistici di oltre 200mila chilometri mentre sono circa 1.300 le strutture ricettive sostenibili certificate sparse su tutto il territorio nazionale. In più, per promuvere il turismo green nel sito dedicato – germany travel feel good- ci sono tutte le informazioni per vacanze green, a bassa emissione di CO2.

Il premio è stato ritirato da Agata Marchetti, Direttrice ad interim Ente Nazionale Germanico per il Turismo, accompagnata da Anna Malagoli, PR Manager Ente Nazionale Germanico per il Turismo.

Da sinistra, Sabrina Talarico, Agata Marchetti, Anna Malagoli, Diana de Marsanich

Best Green Accommodation Italia: Rifugio di Mare

Ex caserma militare trasformata in un accogliente punto ristoro e foresteria con sette camere modulabili per gruppi, coppie, famiglie o singoli viaggiatori, Rifugio di Mare è un esempio virtuoso di come un bene storico e già esistente possa essere rigenerato e portato a nuova vita grazie all’impegno di una cooperativa. Posizionato su una falesia, a Punta Giglio – Alghero – all’interno del Parco Naturale di Porto Conte, Rifugio di mare è autosufficiente grazie ai pannelli fotovoltaici installati sul tetto e offre prodotti a chilometro zero e materie prime del territorio. Non esistono stelle, qui si vive una vacanza essenziale, senza televisione e all’insegna del digital detox.

Il premio è stato ritirato da Doris Zaccaria.

Da sinistra, Sabrina Talarico, Doris Zaccaria, Diana de Marsanich

Best Green Accomodation Estero: Constance Lemuria, Praslin, Seychelles

Nel 2023 Constance Lemuria ha ottenuto la certificazione SSTL rilasciata dal Ministero del Turismo come struttura alberghiera sostenibile grazie anche ai suoi impegni nel ridurre gli sprechi e investire in progetti a sostegno della comunità locale. Il resort lascia la lunga spiaggia di Anse Kerlan selvaggia per tutelare le tartarughe che qui vengono a deporre le uova. Il programma di protezione è guidato dal turtle-manager Robert Matombe e coinvolge gli ospiti, attenti a comunicare ogni avvistamento e a rispettare i nidi, tutti segnalati con appositi cartelli. Il resort dispone anche di un Eco-Kiosk per scoprire tutto sulla fauna e sulla vegetazione locali. Al kid centre c’è un piccolo giardino botanico con tante specie di piante autoctone per insegnare ai bambini a riconoscere le meravigliose piante delle Seychelles. L’ambiente naturale del resort è salvaguardato nel massimo rispetto dell’ecosistema, illuminazione inclusa.

Barbara Gajotto Head of Sales and Marketing – Italy, North & South America di Constance Hotels & Resorts, accompagnata da Viviana Pepe di MNcomm hanno ritirato il premio.

Da sinistra Sabrina Talarico, Barbara Gajotto, Viviana Pepe, Diana de Marsanich

Best Green Family Eco-Hotel: Avana Retreat Mai Chau, Vietnam

A 30 chilometri da Mai Chau, un paradiso di montagne e foreste, il luxury retreat offre 36 camere, tra le quali alcune connecting rooms e di dimensioni familiari. Tra le attività offerte alle famiglie, un outdoor cinema con film e cartoni animati per bambini che diventa anche un’area intrattenimento per giocare e menu dedicati con cibo bio con specialità vietnamite e internazionali. Il resort organizza passeggiate nella natura, in bici, attività di birdwarching, jeep safari e nei weekend lezioni di cucina, corsi di tecniche Muong della colorazione dei tessuti, di ceramica, danze locali, tutte pensate per l’intrattenimento dei più piccoli. Durante il soggiorno, i bambini imparano a riconoscere le piante della rain forest e a interagire con gli animali nella Bamboo Forest. Possono raccogliere le uova per la prima colazione e giocare nella piscina che ha la forma ondulata delle risaie terrazzate che circondano l’Avana Retreat. La struttura reinveste una parte dei guadagni in progetti di sostenibilità o per la comunità locale. La plastica monouso è bandita. Tour e attività sono organizzati da guide e aziende del posto.

Il premio è stato ritirato da Marco Innocenti – MD di HTMS International, rappresentante di Easia Travel e Avana.

Da sinistra, Sabrina Talarico, Marco Innocenti, Diana de Marsanich

Best Green Tour Operator: Ruta40

Nato nel 2002, Ruta40 progetta viaggi Tailor Made e promuove un turismo consapevole e sostenibile nel rispetto delle comunità locali e dell’ambiente naturale. Gli obiettivi principali sono la riduzione dell’impatto delle attività turistiche sull’ambiente e la salvaguardia dei territori sia dal punto di vista naturalistico sia sociale ed economico. Per questo fa parte di Pristine Mood, un programma che mira a trasformare il settore dei viaggi di lusso in un esempio di responsabilità e sostenibilità. Inoltre, Ruta40 sostiene la Onlus Amici di Huaycan in Perù che opera in una delle periferie di Lima, aiutando i bambini in difficoltà e promuovendo la scolarizzazione. E in Madagascar, attraverso la Fondazione Akbaraly lotta contro la povertà estrema, le disuguaglianze e contribuisce allo sviluppo di progetti di riforestazione. Con il progetto “4aWoman”, sostiene il primo programma integrato di prevenzione e controllo dei tumori al seno e all’utero nell’Africa sub-sahariana.

Roberto Pasqua di Bisceglie, ceo di Gabbiano Livingston Tour Operator e Ruta40, accompagnato sul palco da Cinzia Catalfamo Akbaraly, presidente della Fondazione Akbaraly.

Da sinistra Sabrina Talarico, Roberto di Bisceglie, Cinzia Catalfamo Akbaraly, Diana de Marsanich

Best Practice Mobilità: KLM Royal Dutch Airlines

KLM è la più antica compagnia aerea al mondo, dal 2018 è attiva con diversi progetti sulle tematiche ambientali con benefici a livello collettivo per sensibilizzare e ridurre l’inquinamento come Sea Bin, e We Planet – Per una mare pulito. Adotta una Ciclabile è il nuovo progetto di mobilità sostenibile urbana attivo in Italia per tutto il 2024 nato in collaborazione con PisteCiclabili: KLM coprirà i costi per il mantenimento e la riqualificazione delle piste ciclabili presenti nelle città italiane. Le città presenti, al momento, in attesa di potenziali nuove adesioni, sono quelle di Genova, Napoli e Roma.

Il nuovo premio del Green Travel Award dedicato alla Mobilità sostenibile è stato vinto dalla compagnia aerea KLM Royal Dutch Airlines con il progetto Adotta una ciclabile e ritirato d Cristina Lazzaroni, Coordinatrice Sostenibilità KLM per l’Italia.

Da sinistra Roberta Nicosia, Sabrina Talarico, Cristina Lazzaroni, Diana de Marsanich

Menzione d’onore Decennio delle Scienze del Mare

La Menzione d’onore Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile (2021-2030), è stata ritirata da Ornella Gamacchio, Publicity Coordinator per Turismo Irlandese e assegnata alla Wild Atlantic Way, la strada costiera lunga 2.500 chilometri in Irlanda, per l’attività di ricerca e di valorizzazione delle alghe. Alla Bantry Marine Research Station si allevano le alghe in modo sostenibile, agli Sneem Seaweed Baths si sperimenta il bagno caldo con le alghe open air. A Derrynane, John Fitzgerald propone, durante la bassa marea, lungo spiagge incontaminate eco tour alla scoperta delle alghe: si impara a trovarle, identificarle e raccoglierle in modo responsabile.  Ricordiamo inoltre che le alghe sono considerate un clean food: assorbono CO2, non accumulano sostanze tossiche né microplastiche. Un progetto di valorizzazione responsabile del territorio in linea con l’Obiettivo 14 dell’Agenda 2030, Vita sott’acqua.

Da sinistra Sabrina Talarico, Ornella Gamacchio, Diana de Marsanich

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles