9.7 C
Milano
sabato, Aprile 20, 2024

Ostelli in Lombardia, belli, accoglienti e in “rete” verso BIT 2013

Testo e foto di Maurizio Pavani

 

Con HostelLombardia, l’accoglienza e l’ospitalità si sposano con la qualità dei servizi proposti e una miriade d’iniziative, itinerari ed eventi, a formare un mix di turismo green low cost dedicato in primis al turismo di e per: giovani, famiglie, manager e studenti. Il road show promozionale coinvolgerà molte città e piazze di lombarde

 

 

Milano, Palazzo Lombardia 17 gennaio 2013: Filippo Grassia, Assessore Sport e Giovani Regione Lombardia, nell’odierna mattinata ha presentato i risultati, gli sviluppi e le nuove attività del progetto HostelLombardia, in programma per tutto il 2013.

Il progetto, fortemente voluto e lanciato da Regione Lombardia l’anno scorso, mira a creare e offrire nuove opportunità turistiche e di accoglienza in chiave low cost, senza tuttavia trascurare la qualità dei servizi proposti, l’accoglienza, la buona cucina e una miriade di offerte d’itinerari turistici da scoprire a piedi, in bicicletta, in barca, a cavallo, con tanta buona cucina e proposte culturali.

Solo pochi anni fa, l’ostello in città, per molti italiani e turisti, era considerata l’ultima chance di pernotto nella metropoli affollata in occasione di eventi fieristici, e manifestazioni sportive ma tant’è che erano in molti a scoraggiarsi al solo sentire i prezzi delle camere d’albergo. Addirittura c’era chi gridava al complotto speculativo delle strutture contro turisti e manager d’affari, considerato che i prezzi, nelle categorie da 1 o 2 stelle, non scendevano mai sotto la soglia dei 100-150 euro a camera per notte, mentre per le strutture top a 5 o 4 stelle toccavano cifre stratosferiche con centinaia o migliaia di euro a notte; insomma, una vera pacchia per tutti gli albergatori.

Oggi, grazie al progetto HostelLombardia, non è più così! In pieno centro di Milano o nella varie zone periferiche della città e nelle province di molte lacalità turistiche di Lombardia, è possibile soggiornare in ben 52 Ostelli con strutture di tutto rispetto, perfettamente rimodernate e dotate di ogni comfort.

Per promuovere questa importante iniziativa anche in prospettiva Expo 2015, tra le attività che partiranno già in questi primi mesi, segnaliamo: un road show che avrà luogo in 4 città lombarde; l’ideazione di un concorso dedicato; la partecipazione a BIT 2013 e infine vari eventi sul territorio lombardo per tutto l’anno.

Il road show coinvolgerà le città di Como (sabato 26 gennaio), Brescia (sabato 2 febbraio), Mantova (sabato 9 febbraio) e Milano in data da definire. Nelle piazze cittadine saranno allestiti degli stand per distribuire materiali informativi sulla rete degli ostelli e offrire degustazioni di prodotti tipici del territorio lombardo, in collaborazione con i produttori locali. A supporto dell’iniziativa è stato anche ideato un concorso che verrà veicolato con una cartolina da compilare e consegnare presso lo stand di Hostel Lombardia alla BIT per partecipare all’estrazione del premio finale in fiera. Il premio consisterà in un buono di pernottamento in uno degli ostelli della rete, valido per due notti per due persone in camera privata e prima colazione inclusa.

Durante i giorni della Borsa Internazionale del Turismo (Rho Pero – 14/17 febbraio), operatori del settore e utenti finali potranno conoscere presso lo stand nel dettaglio i percorsi e gli oltre 52 ostelli già attivi in tutta la Regione (destinati a diventare 80 entro il 2013), mostrandone gli standard qualitativi di alto livello in linea con le migliori strutture europee.

Gli ostelli lombardi sono infatti dotati di bagni privati in quasi tutte le stanze, camere anche a uno, due o quattro letti, sale attrezzate a uso comune, spazi destinati a incontri pubblici o a momenti ludici, rete wi-fi e ausili per i disabili. Oltre ad essere accoglienti, sicuri, puliti e ordinati, sono spesso immersi nel verde e hanno ampi spazi all’aperto ideali per una vacanza "green". La presenza in BIT sarà anche l’occasione per la premiazione del vincitore del concorso lanciato durante il road show.

"Questo progetto – ha dichiarato Filippo Grassia – trova la sua completa realizzazione quest’anno raggiungendo gli obiettivi che Regione Lombardia si era prefissata e confermandosi quale modello virtuoso sul fronte della promozione di un’immagine rinnovata e di qualità di queste strutture, fondamentali per lo sviluppo del turismo giovanile e delle famiglie. Abbiamo fermamente creduto in questo progetto, realizzato con grande professionalità, impegno e passione dallo staff della Direzione Generale Sport e Giovani.

La "formula ostello", offre infatti in Lombardia l’opportunità di scegliere una formula di accoglienza low cost in alternativa a quelle più tradizionali, all’insegna di ciò che si può definire una conventional hospitality.

"Il nuovo concetto di ostelli è molto apprezzato sia dal turista italiano sia da quello straniero", anche secondo un sondaggio di opinione condotto dall’Istituto Piepoli, da cui sono emersi dati interessanti sul profilo dei turisti che scelgono questa tipologia di sistemazione: non solo giovanissimi in cerca di una vacanza low-cost, ma anche adulti alla ricerca di relax, benessere, divertimento e turismo culturale.

Gli ostelli lombardi, oltre a dare accoglienza, offriranno anche le informazioni sui numerosi percorsi ed attività per il tempo libero identificati in collaborazione con il Touring Club Italia, per consentire agli utenti di scoprire al meglio il vasto patrimonio paesaggistico, culturale, religioso ed enogastronomico della Lombardia.

Il Touring Club Italia ha individuato ad oggi ben 10 itinerari turistici: "il Cammino di Sant’Agostino", "la Via Francigena", "i Parchi di Lombardia" e "le Strade dei Vini e dei Sapori", "Da lago a lago", "Valtellina e Valchiavenna a tutto sport", "Benessere e terme nella provincia di Bergamo", "Oltrepò Pavese da gustare", "Arte, Letteratura e Musica tra Cremona e Mantova" e "Natura e Archeologia in Valcamonica". Per conoscere tutti gli ostelli e i percorsi turistici dedicati, visitare il sito www.hostellombardia.net (Ufficio Stampa: Anna Fosso – Giulia Cosseddu

Tel. +39 02 47951722 E-mail: pr@infoservicemilano.it)

 

I numeri di Ostelli di Lombardia

Ostelli attivi all’inizio del progetto (giugno 2009): 19. Ostelli attualmente attivi (10 gennaio 2013): 52. Posti letto disponibili ad oggi: 2.300. Ostelli previsti al 31 dicembre 2013: 80. Posti letto previsti al 31 dicembre 2013: 3.000. Numero di presenze negli ostelli nel 2011: 133.000. Numero di presenze negli ostelli nel 2012: 180.000. Visitatori unici del sito www.hostellombardia.net nel 2012: 64.000. Numero di persone impiegate negli ostelli: 170 di cui la gran parte sotto i 30 anni di età

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles