Bit Digital Edition: centinaia di esperienze a misura di nuovo viaggiatore

0
235

Quasi 7mila gli appuntamenti di business prenotati in videochat, che hanno fatto incontrare l’offerta di circa 1.600 tra espositori e co-espositori con la domanda di oltre 600 buyer. Positivo anche il riscontro sui social: 758 mila le impression totali, 104 mila le visualizzazioni video e 13 mila quelle delle storie.

Questo il bilancio del “primo tempo” di Bit Digital Edition, l’innovativa evoluzione digitale della Borsa Internazionale del Turismo, che si è svolta dal 9 al 14 maggio scorsi.

In pochi giorni la piattaforma Expo Plaza, l’area espositiva digitale che è stata popolata dagli espositori con più di 1.800 stories e arricchite da contenuti multimediali e non.

La seconda parte di Bit Digital Edition è stata dedicata al pubblico con altre tre giornate all’insegna delle nuove esperienze che i viaggiatori ricercheranno sempre più nella nuova normalità.

 

Centinaia di esperienze a misura di nuovo viaggiatore

Qualche esempio? L’evoluzione del glamping (glamour-camping) nel nuovo concetto bubble: bolle in plexiglas abbinato a preziosi materiali naturali che “atterrano” in mezzo a foreste incontaminate della Basilicata o in cima a colline con viste mozzafiato nelle Prealpi bergamasche, in Lombardia, per godere di un’esperienza unica che coniuga natura, sicurezza e comfort.

Per chi invece interpreta la vacanza open-air in chiave avventura, magari su due ruote, da non perdere Borghi in Moto, un’esperienza che, partendo dall’Umbria, da marzo a settembre accompagnerà i mototuristi alla scoperta di 315 borghi sparsi sul territorio italiano in collaborazione con l’associazione I Borghi Più Belli d’Italia.

E un altro dei tratti distintivi del turismo prossimo venturo è il ritorno alla prossimità, magari abbinato all’enogastronomia che si conferma una delle grandi passioni del viaggiatore, italiano e non solo. Un abbinamento che si può fare ad esempio in Emilia-Romagna, con i tour tra Parma e Reggio che coniugano le visite con degustazione alle acetaie dove si crea l’aceto balsamico, o alle cantine dove riposa il Lambrusco, con meravigliosi castelli come quello di Bianello o quello di Torrechiara.

La vostra passione resta invece il mare, ma volete viverlo in maniera diversa? In Toscana potete farlo in autentiche fattorie maremmane ristrutturate a pochi chilometri dalle spiagge, combinando il fascino ruvido della terra dei butteri con tutte le comodità di un’ospitalità luxury. Per scoprire un Sud diverso, tra i must di quest’anno un viaggio in Calabria che quest’anno ottiene due prestigiosi riconoscimenti: Vibo Valentia Capitale Italiana del Libro 2021 e Tropea Borgo dei Borghi 2021.

Sono state antissime le proposte, molte anche fuori dal comune, se invece pensavate all’estero. Non capita tutti i giorni, per esempio, di fare un tour delle città coloniali della Namibia, con le loro architetture in tipico stile tedesco semisommerse dalla sabbia del Kalahari, o degli antichissimi monasteri sui monti del Caucaso in Armenia. O magari, più vicino a noi, di scoprire un lato nuovo del Mediterraneo sulle spiagge incontaminate dell’Albania, alcune dal mood quasi tropicale come Pulebardhat, Gjipe o Spille.

 

 

Dove la visione incontra le competenze

Positivo riscontro anche per Bit Talks, l’area convegnistica digitale che, tra gli eventi Bit e quelli degli espositori, ha proposto ben 160 appuntamenti in streaming animati da oltre 600 relatori. Per la prima volta quest’anno, oltre agli esperti di turismo e gli esponenti dei diversi attori della filiera nei Bit Special Talks sono intervenuti relatori che parlano di un futuro che è già presente con un’ottica più visionaria, incrociando in fertili contaminazioni il viaggio con l’arte e la cultura.

Da filosofi come Federico Campagna e Salvatore Veca all’esperto di economia della cultura Guido Guerzoni o esponenti del mondo dell’arte quali Andrea Lissoni, Direttore della Haus der Kunst (HdK) di Monaco di Baviera, il critico e curatore Francesco Bonami, Umberto Angelini de La Triennale di Milano o l’artista Nico Vascellari, il padre del cyberpunk Bruce Sterling e Tyler Brûlé, fondatore di Monocle. E ancora, da architetti internazionali quali Carlo Ratti, Italo Rota, Rachaporn Choochuey, Stefano Boeri, Andrea Branzi o Patricia Urquiola al past-president dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) Roberto Battiston o l’esperto di neurobiologia vegetale Stefano Mancuso, fino ad interpreti del lato più pop della cultura come i musicisti Colapesce & Dimartino, la misteriosa performer Myss Keta, il conduttore e produttore Costantino della Gherardesca e la conduttrice-rapper-scrittrice La Pina.

 Gli appuntamenti con i Bit Talks sono proseguiti anche nei tre giorni dedicati ai viaggiatori con proposte che hanno spaziato dai laghi a cammini, alle destinazioni patrimonio dell’umanità. A chiudere la carrellata degli Special Talks, giovedì 13è stato l’incontro Visione e innovazione: il futuro del Travel & Hospitality senza confini: in partnership con Salesforce, si è parlato di come utilizzare l’innovazione, anche tecnologica, per prendersi più cura del viaggiatore e delle sue nuove esigenze.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here