9.4 C
Milano
domenica, Febbraio 25, 2024

Vienna, un autunno d'arte per migliaia di italiani

Testo di Giovanni Stefani

In Albertina Platz, nel cuore del centro storico, c’è un via vai internazionale. Il Tourist Info, l’ufficio turistico, è il punto di riferimento principale per quanti arrivano a Vienna. E’ qui che incontriamo Ingrid Friz-Frizberg, responsabile del marketing della capitale austriaca per l’Italia.
– Quanti turisti arrivano ogni anno a Vienna?
“Nel 2012 sono arrivati 12 milioni di turisti, di questi 650 mila sono italiani. Guardando all’anno precedente, c’è una piccola crescita, di 2,2 per cento, e secondo me, considerando la situazione in Italia, non è male”.
– Quali sono i punti di maggiore attrazione di Vienna?
“Vienna è una città molto speciale perché da un lato è una città tradizionale e molto imperiale, con tanti musei, dall’altro è, nello stesso tempo, una città molto giovane. Vienna è cambiata tanto negli ultimi anni: prima era conosciuta solo per la cultura mentre ora, specialmente nei mesi estivi, abbiamo tante cose anche per i ragazzi. Ci sono tanti ristoranti, bar, c’è per esempio il Quartiere dei Musei, con tre musei, che è un punto d’incontro per tutti i giovani viennesi e per i turisti”.
– Quali sono le grandi mostre aperte in quest’autunno?
“Quest’autunno abbiamo la mostra su Kokoschka al Museo Leopold, che è proprio nel Quartiere dei Musei. E’ conosciuto per la principale collezione di quadri di Schiele. C’è anche il Mumok, che è il Museo dell’arte moderna, e il Kunsthalle, anch’esso dedicato all’arte moderna. Il Belvedere è molto conosciuto per i quadri di Klimt, e si può vedere il “Bacio” di Klimt, ed è noto anche il Museo delle Belle Arti”.

Servizio andato in onda in “Estovest” (Radio 1) il 29 settembre 2013

Source: Articoli

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles