13.3 C
Milano
domenica, Maggio 26, 2024

Un Baobab incortecciato per EXPO

di Ada Mascheroni

Nell’ambito della manifestazione DepurArt Lab Gallery, organizzata dal Movimento Arte da mangiare mangiare Arte (www.artedamangiare.it), sabato 9 maggio alle ore 19 Giovanni De Lucchi e Lucio Perna presentano il “Baobab Incortecciato” un’installazione allestita presso il Depuratore di Nosedo, a Milano.

IMG_6791

L’EXPO di Milano, intorno al tema dell’alimentazione, si propone di esaltare il valore dell’aggregazione fra i popoli del pianeta per migliorarlo e dare adeguato spessore culturale a nuove forme di convivenza e di condivisione. E una delle piante più possenti e antiche del pianeta, il baobab, diventa un simbolo dell’aiuto fondamentale che l’uomo può ricavare dalla natura per la sua sopravvivenza e il suo benessere.

Il baobab è stato scelto perché simbolo di aggregazione alla cui ombra si svolgono, nei villaggi africani, le più importanti riunioni pubbliche (politiche e religiose). Ma non solo: questa pianta ha un profondo legame con l’acqua e quindi con la sopravvivenza di questi popoli. E’ infatti una cisterna naturale: il suo spesso tronco è costituito da tessuti ricolmi d’acqua tanto da poterne immagazzinare più di 120.000 litri. Non a caso i malgasci chiamano queste piante “Le radici del cielo”.

Il baobab è il centro gravitazionale della vita sociale dei villaggi: sotto la sua ombra si tengono i mercati, le danze rituali, i giochi dei bambini, le riunioni degli anziani e le udienze dei giudici. Uno straordinario punto di riferimento e orientamento anche per le carovane e i viaggiatori. La sua capacità di sopravvivere a lunghi periodi di siccità lo rende un albero magico e il suo spirito protegge i villaggi. Albero della vita e della rinascita, è forte e resistente alle intemperie del clima proprio come l’uomo deve esserlo a quelle della vita.

Il baobab è anche un depuratore naturale. Oltre a raccogliere acqua preziosa, questa pianta è una “farmacia” naturale che offre molti rimedi medicamentosi ed è utilizzata nella medicina tradizionale. E’ anche un’importante miniera alimentare: le sue foglie, ricche di vitamine, contengono alte qualità di zuccheri, calcio, ferro e potassio. Così come ricco di vitamine e di calcio è il suo frutto la cui polpa, ricchissima d’acqua, regala benessere ed energia.

L’installazione si completa di tre pali per lato, posti in corrispondenza dei quattro punti cardinali, rivestiti di scolapasta colorati (elementi significanti in armonia con il tema Expo2015, “Nutrimento per il Pianeta”, simboleggiano l’alimentazione e, nello specifico, il prodotto italiano per antonomasia), a indicare le migrazioni dai quattro punti della Terra, orientati verso il simbolo dell’aggregazione: il baobab. Durante i sei mesi di Expo, il Baobab sarà cornice di interessanti eventi collaterali, tra cui segnaliamo:

– Umorismo: zucchero per l’anima, nutrire vuol dire dare vita, alimentare il corpo, la mente, l’anima. Nutrire è casa, risate, passione, tradizione. E uno dei modi migliori che abbiamo a disposizione per nutrire noi stessi è proprio ridere, sorridere, scegliere di dare a ciò che ci accade le sfumature più leggere.

 – una michetta sotto il Baobab, la provocazione di chi vuol far passare un messaggio in un mondo in cui, per sfamare molta gente, basterebbe il costo di una cena fra amici

light painting: un’esperienza che sconvolgerà i sensi, dipingere la luce, disegnare con la luce. Grazie a scatti a lunga esposizione si può trasformare qualsiasi fonte di luce in un pennello… e il mondo diventa una immensa tela.

In contemporanea, si inaugura la IV edizione di DepurArt Lab Gallery, in cui gli artisti si confrontano con il tema dell’acqua

 

Sabato 9 maggio – h 19

 Depuratore di Nosedo – Parco Vettabbia

Milano, Via San Dionigi 90

Per info Tel. 393 9527690 e-mail: info@adspace.it- www.adspace.it; info@artedamagiare.it

 

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles