9.4 C
Milano
mercoledì, Aprile 24, 2024

Sci di Primavera: dove chiudere la stagione in bellezza

di Cristiana Gattoni

Cinque località dove chiudere la stagione alla grande tra concerti, sciate in notturna, gare spettacolari e après ski.

Le giornate si allungano, i prezzi degli skipass si accorciano, le feste sulle piste si moltiplicano: andare a sciare in primavera ha molti vantaggi e le località alpine si danno da fare per far divertire chi non intende appendere sci e snowboard al chiodo, prima di Pasqua.

Ski
Monterosa

Monterosa Ski, sempre più in alto

Succede ad esempio ai piedi del Rosa dove, fino alla metà aprile (Pasqua compresa quindi), sarà valida in tutto il comprensorio la promo Happy Ski, chedà diritto a uno sconto sullo skipass fino al 35% con un pernottamento di minimo tre notti (quattro notti se incluso il weekend). Viste le recenti nevicate e le altitudini elevate che si toccano nella valle di Gressoney, in Val d’Ayas e in Valsesia, c’è da scommettere che si divertiranno ancora per qualche settimana pure gli appassionati di freeride e quelli di scialpinismo. Proprio tra la Val d’Ayas e la Valle di Gressoney si svolgerà, il 7 aprile, la MonterosaSkiAlp 2023, grande evento della stagione sci-alpinistica in notturna: partenza e arrivo a Champoluc, 30 km di percorso su 2800 metri di dislivello per raggiungere Stafal e rientrare al punto di partenza attraverso il Bettaforca. La scia luminosa che illumina le vette è uno spettacolo, per chi partecipa e per chi si limita a goderselo da spettatore.

Ski
Ski area Campiglio – photocredit Daniele Molineris

Surfando a Madonna di Campiglio

Impianti aperti fino al 16 aprile anche nella skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta (a esclusione di Pinzolo, dove si chiude il 26 marzo per permettere i lavori della nuova telecabina Prà Rodont – Doss del Sabion). E anche qui tanti appuntamenti sulle piste con tutto il corollario di feste e après ski danzanti: dal 26 al 30 marzo è in programma l’Ursus Rookie Fest, tappa finale del World Rookie Tour, evento internazionale dedicato a snowboard, freeski e skateboard, mentre la settimana successiva – dal 7 al 10 aprile – andrà in scena il Red Bull Hammers with Homies, che mette in competizione crew di snowboarder da tutta Europa, pronti a disputarsi il “martello della vittoria”. L’epicentro – e tappa finale – sarà proprio l’Ursus Snowpark di Madonna di Campiglio, che accoglierà le squadre con sfide diverse basate su creatività, stile e gioco di squadra. Come sempre, ci sarà parecchio da divertirsi.

Ski
Paganella, Dolomiti – photo Frizzera

Ski, rock & wine sulla Paganella

Ancora Trentino, ma questa volta ci spostiamo sull’Altopiano della Paganella dove – temperature permettendo – si scierà fino al 10 aprile. Intanto nei prossimi giorni (gran finale il 18 marzo) è in programma la prima edizione del Rock the Bears – Paganella Music Festival, evento dedicato alle band emergenti della scena rock trentina che si esibiscono sul palco allestito in località Dosson. Inoltre la Paganella, con il suo territorio eterogeneo che include la Piana Rotaliana Königsberg, permette di mescolare vari piaceri in una sola giornata: così dopo una mattinata trascorsa sulle piste, si può decidere di visitare una delle oltre cinquanta cantine del territorio che offrono percorsi guidati, attività e degustazioni di alcuni dei vini d’eccellenza della zona, come il bianco Nosiola Trentino DOC, lo Spumante Trento DOC Metodo Classico o il Teroldego Rotaliano DOC.

Ghiacciaio Presena – photocredit Mauro Mariotti Mauro

Party sul Presena per chiudere la stagione

Su fino ai tremila metri del Ghiacciaio Presena, tra piste nere (la famosa Paradiso!) e après ski interminabili, in una delle destinazioni con la stagione più lunga delle nostre Alpi: nel comprensorio Pontedilegno-Tonale si scia ancora alla grande, e si andrà avanti fino al lunedì di Pasquetta, giorno in cui è in programma il “Winter Closing Party”, il concertone sulle piste che torna dopo tre anni di stop con super ospiti come Mario Biondi e gli Eiffel 65 (appuntamento nei pressi del rifugio Capanna Presena). I biglietti sono acquistabili sul sito e presso le biglietterie, a 45 euro. Con il biglietto del “Winter Closing Party” si potrà usufruire dello sconto per le cabinovie Paradiso e Presena (15 euro). Ma soprattutto, per coloro che, oltre a cantare e ballare, vorranno approfittarne per fare una sciata, lo skipass giornaliero sarà scontato a 35 euro (anziché 56 euro).

Ski
Blue Lounge per Zermatt Unplugged photocredit: Hanna Büker Atance

A Zermatt, per staccare la spina

Nel comprensorio più alto d’Europa si scia fino alla fine di aprile e, volendo, si risparmia sfruttando il “nostro” ponte del 25 aprile: dal 24 al 30, prenotando per un minimo di 3 notti e un massimo di 6, si ha lo skipass scontato del 20% e il soggiorno con una riduzione del 10%. Per chi invece vuole mescolare lo sci alla musica jazz, soul e folk, dall’11 al 15 aprile c’è lo Zermatt Unplugged: oltre 130 emozionanti performance acustiche all’ombra di sua maestà il Cervino, in una delle località più glamour di tutte le Alpi. Quest’anno – sullo scenografico main stage che negli anni scorsi ha accolto artisti come i Simple Minds e Chris Cornell – si esibiranno tra gli altri i cantautori britannici Passenger e Calum Scott.  Al pomeriggio invece appuntamento al Cervo, place-to-be dell’après ski.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles