14.2 C
Milano
domenica, Maggio 19, 2024

Ryanair non si spostera’ mai a Viterbo. Parola di O’ Leary


 

testo di Annarosa Toso

"Lasciare Ciampino significherà per Ryanair abbandonare Roma e il Lazio con la conseguente perdita di 3.500 posti di lavoro e tre milioni e mezzo di turisti in meno nella capitale". Lo ha detto nel corso dell’incontro stampa dei giorni scorsi, Michael O’Leary che ha anche sottolineato di non credere che l’aeroporto di Viterbo e le relative infrastrutture saranno mai realizzate, per lo meno a breve termine. Intanto nuovi voli della compagnia low cost irlandese prenderanno il via da Ciampino a partire dalla fine di marzo per Alghero e Trapani, voli che andranno a colmare lo spazio lasciato da altre compagnie che si sono spostate su Fiumicino o che hanno interrotto l’attività. "L’Enac – ha spiegato O’Leary – autorizza ad operare su Ciampino fino ad un massimo di 100 collegamenti al giorno, a fronte dei precedenti 138. Quando se ne presenta l’opportunità, Ryanair si inserisce a Ciampino nell’ambito del numero di voli stabili dall’Enac e incrementa il suo operativo".
Ryanair ha realizzato a gennaio un load factor del 71% e prevede per febbraio di arrivare al 79%. Il raffronto con Alitalia è inevitabile per O’Leary, che ha colto l’occasione per paragonare i propri dati di occupazione con il 45% realizzato a gennaio dalla compagnia italiana.
Nel corso dell’incontro è stato annunciato lo sconto del 75% su biglietti Ryanair da acquistare entro il 22 febbraio e da utilizzare entro il 31 maggio. E sull’accordo AZ/AF O’ Leary ha dichiarato che la diminuzione delle tratte e l’elevato costo delle tariffe contribuiranno ad incrementare il traffico di Ryanair previsto per l’anno in corso in 67 milioni di passeggeri di cui 17 milioni sull’Italia. Tra gli obiettivi della low cost irlandese, una flotta di 300 aerei entro il 2012.

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles