20.1 C
Milano
martedì, Aprile 16, 2024

REPUBBLICA DOMINICANA AL PROFUMO DI CAFF

REPUBBLICA DOMINICANA AL PROFUMO DI CAFFÈ

 

La Repubblica Dominicana non è solo famosa per le sue incantevoli spiagge, ma anche per la produzione di caffè che, grazie al clima favorevole, cresce rigoglioso nelle province interne di Salcedo e Bonao, dove la lussureggiante vegetazione tropicale offre agli occhi dei visitatori un’ulteriore ragione di stupore e meraviglia.

Le spiagge sono forse l’elemento che più spicca in Repubblica Dominicana: chilometri e chilometri di sabbia candida e a tratti quasi impalpabile, lambita da un mare che ha tutte le sfumature dell’azzurro e circondata da ombrose palme verdi. Ma all’interno del Paese cresce rigoglioso, grazie al clima favorevole, un altro tesoro per cui questo Paese è famoso nel mondo: la sua produzione di caffè.

Nelle province di Salcedo e Bonao, immerse nella tranquillità della lussureggiante vegetazione tropicale, e circondate dalle montagne che favoriscono un clima fresco, crescono le piantagioni del caffè: il modo migliore per imparare a conoscere e apprezzare meglio questa bevanda così nota è scegliere uno dei percorsi del progetto Ruta del Cafe, un’iniziativa nata nel 2002 all’interno di un progetto di Ucodep, ONG italiana che da oltre 10 anni lavora in Repubblica Dominicana con progetti volti a migliorare le condizioni di vita della popolazione locale. Sono ben sei i percorsi possibili, tre lungo la Ruta del caffè Atabey, nella provincia di Monseñor Nouel, a un’altitudine media di 950 metri e tre lungo la Ruta del Caffè Jamao, nella provincia di Salcedo.

La Ruta del Café Atabey è situata sulle montagne della provincia di Monseñor Nouel, a un’altitudine di circa 950 metri. I tre sentieri sono:
– El Higo (durata circa 2,5 ore – difficoltà bassa): una splendida passeggiata nella natura, dove ammirare oltre 120 specie vegetali, oltre 80 specie di pappagalli e le termine poter fare un bagno ristoratore nelle fresche acqua del Rio Blanco, per immergersi davvero nella lussureggiante vegetazione tropicale.
– El Cafetal de Kakelo (durata: circa 55 minuti – difficoltà: media): come dice il nome, si tratta di una piantagione di caffè, situata nei terreni di "Kakelo", uno dei più importanti produttori locali. Qui viene coltivata anche una grande quantità di frutta tropicale, in modo completamente naturale: una delizia tutta da gustare al termine del percorso, che farà impallidire i ricordi di qualunque altro frutto mai assaggiato.
– El Candongo (durata: circa 4 ore – difficoltà: elevata): una cavalcata a dorso di mulo che permette di godere di panorami eccezionali che abbracciano con un grandioso colpo d’occhio tutta la valle del Basso Yuna e del Cibao. Durante il percorso di incontrano foreste e piccoli villaggi e ci sarà anche la possibilità di fare un vero e ricco pranzo dominicano in compagnia dei produttori di caffè della zona.

La Ruta del Café Jamao si trova invece nella provincia di Salcedo, a un’altitudine di circa 900 metri. Qui i tre itinerari proposti sono:
– El Cafetal (durata: circa 1 ora – difficoltà: bassa): un’incantevole passeggiata in un bosco tropicale ricco di alberi da frutta e piante selvatiche. Qui si scoprono le varie fasi di lavorazione del caffè: dalla semina, alla raccolta, fino alla tostatura. Al termine del percorso è possibile visitare il Museo del Café e degustare un caffè di qualità Jamao, il modo migliore per conoscere la vita all’interno di una piantagione di caffè e valorizzare il grande lavoro necessario per produrre questa deliziosa bevanda.
– La Confluencia (durata: circa 2 ore – difficoltà: medio-alta): il nome del sentiero deriva dal fatto che si trova alla confluenza del Rio Jamao e del Rio Partido, all’interno di una splendida foresta. Procedendo a piedi o a dorso di mulo ci si inoltrerà lungo i meravigliosi altipiani carsici della Cordigliera Settentrionale con i suoi abitanti e i suoi artigiani, fino al punto di incrocio dei due fiumi per fare poi il bagno in questo clima sorprendentemente gradevole.
– La Cueva de los Caños (durata: circa 3,5 ore – difficoltà: alta): dopo una camminata attraverso le coltivazioni locali e la foresta tropicale della zona carsica tipica delle montagne della zona di Salcedo, l’imponente grotta de los Caños si parerà davanti agli occhi. All’interno di essa, nell’oscurità quasi completa, esperte guide locali insegneranno a scorgere lo spettacolo di imponenti stalattiti e stalagmiti. Una volta terminato il percorso sarà possibile fare il bagno nel vicino fiume.

Per un’esperienza ancora più completa è possibile scegliere gli itinerari proposti da Viaggi Solidali, un operatore che offre itinerari di turismo sostenibile, mescolando percorsi ecoturistici a soggiorni mare, il tutto a diretto contatto con le popolazioni locali e lontano dalle strutture del turismo di massa. Tutte le proposte sono dedicate a persone che desiderano entrare in contatto diretto con la realtà dominicana e partecipare attivamente a progetti creati dalle ONG per uno sviluppo sostenibile del territorio. Questo genere di viaggi, infatti, si appoggia a strutture e operatori locali, offrendo loro un compenso equo per i servizi prestati. Si tratta di una forma di turismo dai toni meno "urlati", dedicato a chi ama "stare in prima linea". Un soggiorno "fuori dal comune", magari meno all’insegna della comodità quotidiana ma che certamente sa regalare emozioni indimenticabili e un coinvolgimento di sicuro molto intenso, riscoprendo lo spirito autentico e il senso più vero della parola "viaggio".

Per ulteriori informazioni:
Ente del Turismo della Repubblica Dominicana
Piazza Castello, 25
20121 Milano
Tel. 02 8057781
www.godominicanrepublic.com

Ruta del Cafè
www.larutadelcafedominicano.org

Ucodep è una ONG che continua a facilitare i contatti e lo scambio di informazioni fra gli organizzatori del percorso turistico e i soggetti interessati ad esso. Ucodep è membro dell’Associazione Italiana di Turismo Responsabile (AITR) ed aderisce ai principi di turismo responsabile definiti da questa associazione.
www.ucodep.org

Viaggi Solidali è una cooperativa che opera da anni nel settore della solidarietà internazionale. Quelli proposti sono percorsi turistici costruiti secondo i principi della Carta d’Identità per i viaggi sostenibili di AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile).
www.viaggisolidali.it

Ufficio stampa: Gabriella Manerba, Alessia Gallian
e-mail: g.manerba@presstudio.com, a.gallian@presstudio.com
Tel. 02 867526 Fax 02 86998132

 

I CAFFÈ DOMINICANI SI SFIDANO SULLA QUALITÀ

 

La produzione di caffè dominicana è nota soprattutto per la sua qualità: per premiare il miglior caffè speciale dominicano è stato istituito un concorso, dove i produttori locali si sfidano in una lotta "all’ultima tazzina" per aggiudicarsi l’ambito riconoscimento, che si terrà in a santo Domingo dal 23 marzo al 3 aprile 2009.

Il caffè è uno dei prodotti tipici della Repubblica Dominicana e la sua importanza è riconosciuta non soltanto dal punto di vista economico ma anche da quello sociale ed ecologico.
La produttività di caffè per area, però, è una delle più basse della regione dell’America Centrale e dei Caraibi, mentre il consumo interno è piuttosto elevato. Per questo motivo, il Paese ha scelto di non competere con i volumi del mercato internazionale del caffè, puntando piuttosto alla qualità.

Puntando alla qualità e alla tutela del prodotto nazionale, con l’appoggio di CODOCAFE (Consejo Dominicano del Café), nel 2001 si sono riuniti a Santo Domingo esportatori, produttori, organizzazioni di produttori e tostatori per dare vita ad ADOCAFES (Asociación Dominicana de Cafés Especiales): un’istituzione senza fini di lucro dedicata da un lato alla promozione dei caffè speciali dominicani a livello nazionale e internazionale, e dall’altro a tenere informati i produttori sulle novità nel settore del caffè a livello internazionale.

Scopo di ADOCAFES è quello di favorire l’applicazione di processi di controllo di produzione, raccolta e post-raccolta, identificare e promuovere i profili dei caffè di qualità delle varie regioni, definire e promuovere nuove opportunità di mercato per il caffè di qualità. Ecco perché ha dato vita a una competizione destinata ai vari produttori locali.

Il concorso nazionale del caffè di qualità della Repubblica Dominicana, che si terrà a Santo Domingo dal 23 marzo al 3 aprile prossimi, è giunto quest’anno alla sua terza edizione, a cui possono partecipare soltanto caffè speciali.

Secondo lo statuto dell’associazione si definiscono caffè speciali solo:
– caffè quotati alla Borsa di New York;
– caffè che nella loro valutazione fisica e sensoriale hanno ottenuto un punteggio uguale o superiore a 80 secondo gli standard della Specialty Coffee Association of America;
– caffè che sono stati realizzati secondo le norme di certificazione nazionale e internazionale come biologici, fair trade, Utz Kapeh, Rainforest Alliance e altri).

I caffè partecipanti al concorso verranno giudicati da 15 assaggiatori dominicani e 7 internazionali, rappresentanti dei mercati di caffè speciali di Giappone, Europa e Stati Uniti. La competizione, al di là dei premi assegnati, ha l’obiettivo di riconoscere e incentivare gli sforzi dei produttori locali per migliorare la qualità del caffè dominicano.

 

Si tratta di un’iniziativa di successo che permette di far conoscere a livello internazionale aspetti legati alle risorse, alla cultura e all’economia di questo Paese, contribuendo nel contempo al rispetto delle risorse ambientali e alla tutela delle tipicità locali.

 

 

Per ulteriori informazioni:
Ente del Turismo della Repubblica Dominicana
Piazza Castello, 25
20121 Milano
Tel. 02 8057781
www.godominicanrepublic.com

 

 

 

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles