6.3 C
Milano
mercoledì, Febbraio 21, 2024

Madera – In cima alla bellezza

Testo di Elisabetta Pina

 

 

Nel cuore verde dell’isola portoghese si trova una piccola riserva di eleganza e di charme

Immaginate di svegliarvi una mattina e aprendo le finestre trovare una città ai vostri piedi. È Funchal, centro nevralgico di Madera, e voi la vedrete a 360 gradi dalle colline di Choupana, a 600 metri di altitudine, alloggiati in uno degli hotel più eleganti dell’isola. È il Choupana Hills Resort & Spa, membro dei Design Hotels, realizzato dagli architetti francesi Michel de Camaret e Didier Lefort, famosi per aver disegno il famoso Le Meridien di Bora Bora, nella Polinesia Francese. Realizzato in legno e in pietra con arredi che richiamano gli influssi africani e asiatici, rendono il Choupana un luogo davvero unico. Le camere dell’albergo si affacciano sul mare e sul un meraviglioso giardino botanico attraversato dalla Levada dos Tornos, uno dei tanti canali d’irrigazione che percorrono tutta Madera. Aperto nel 2002, è un resort che si è già costruito un’ottima fama per l’alta qualità e come meta glamour da tutta Europa.
Da qualche anno a questa parte, infatti, in autunno si tiene un grande evento di musica jazz con artisti internazionali e altri eventi e serate nei mesi successivi dedicate alla musica e all’arte. Grande spazio è dedicato alla gastronomia con chef preparati e creativi. Una proposta interessante è il pacchetto "Madeira Flavours", per due o quattro persone: un fine settimana in compagnia di Momo Abbane, chef del ristorante Xopana, diretto da Gilles Galli, discepolo di Alain Ducasse, che terrà lezioni personalizzate di alta cucina, dal mercato alla tavola. Così si impareranno piatti fusion molto raffinati che si ispirano agli elementi principali dell’isola, indimenticabile la tartare di tonno crudo con insalatina di stagione, una delle tante proposte del Xopana.
L’isola offre molto per gli sportivi in particolare per i golfisti, nei pressi del resort si trova il bellissimo Palheiro Golf con 18 buche disegnato da Cabell Robinson e aperto dal 1993, e il Santo da Serra con 27 buche del 1937, ridisegnato nel 1991 dal famoso Robert Trent Jones. Dopo una giornata di attività ci si rilassa nella Choupana Spa con sedute di aromaterapia, riflessologia, trattamenti al "rasul" e massaggio olistici con i pregiati prodotti di bellezza del brand britannico Elemis. E prima di cena, è di dovere l’aperitivo nel romantico Basalt Bar alle luci del tramonto. Godetevi Madera!
Info: www.choupanahills.com – www.madeiraislands.travel

Elisabetta Pina

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles