23.2 C
Milano
martedì, Luglio 23, 2024

Vacanze pazze, esperienze indimenticabili


Testo di Maurizio Pavani 

 

Sei proposte estreme nel mondo del turismo dedicate a tutti coloro che amano confrontarsi con gli elementi della natura oppure stare in compagnia di animali selvaggi


Moglie, figli, suocera e cagnolino. Tutti al mare, tutti al mare! Bagagli, pannolini, radiolina, panini, cotolette impanate, fiasco di vino, bibite gassate e … rutto libero. Se si osserva nello specchietto retrovisore dei ricordi, beh! una vacanza così impostata rimanda alle barzellette sul campionario dell’umanità della commedia italiana in stile Alvaro Vitali, oggi riscoperta a cult cinematografico; un microcosmo grottesco sospeso nel tempo e tutto preso fra lo spogliarsi e il rivestirsi in cabine balneari, tra rotoli di ciccia, circondati da mille sdraio multicolore, profumi di dozzinali oli abbronzanti misti a odori di maccheroni al sugo e melanzane fritte. Un popolaresco minuetto fatto di voyeurismo caricaturale che danza sulle note dell’ironia comicarola, vera e propria eredità del neorealismo rosa e plebeo di anni fa. Ora non è più così: sulle italiche spiagge è un brulicare di thai-massage, fisioterapisti della domenica, Ipod, panche per addominali. Insomma, il serraglio della vanità a buon mercato fatta di protesi mammarie al silicone, addominoplastica, lifting interno coscia e braccia e minilifting a palate. Allora? Stanchi della solita vacanza? Vorreste buttare tutto a mare? La soluzione c’è e non è neppure male! In giro per il mondo. Da una vacanza in fondo al mare o sulle pendici di un vulcano; tra vortici di vento o a rimirar la lava incandescente oppure sul pack intenti a rompere il ghiaccio, là dove osano le renne, proprio nel paese di Babbo Natale. Per chi ha sempre desiderato una vacanza fuori dal comune, HolidayCheck, attraverso il suo sito web ( www.holidaycheck.it), uno tra i più cliccati in Europa per recensioni di hotel e prenotazioni di vacanze, presenta sei proposte estreme nel mondo del turismo dedicate a tutti coloro che amano confrontarsi con gli elementi della natura oppure stare in compagnia di animali selvaggi. Si parte con il TOUR TRA I TORNADO (USA): si tratta di un viaggio-avventura a caccia di tornado, mix di adrenalina, natura e scienza. La parte centrale degli Stati Uniti é bersagliata ogni anno dalla furia dei tornado; eventi naturali tra i più impressionanti al mondo per potenza sprigionata e devastazione. Che lo crediate o meno, sono molti gli appassionati che per assistere al fenomeno, viaggiano attraverso il Midwest macinando miglia alla ricerca di tornado; irrefrenabile desiderio di vivere un’avventura nel cuore dell’America più vera e a pieno contatto con una tra le più potenti manifestazioni della Natura. UNA NUOTATA COL DIAVOLO (AFRICA CENTRALE): The Devils-Swimming-Pool, ossia le cascate Vittoria sul fiume Zambesi, tra Zambia e Zimbabwe. Nel 1989 sono state dichiarate dall’Unesco patrimonio dell’Umanità. Con circa 110mt di dislivello, sono una tra le più famose al mondo. Da settembre a dicembre si può nuotare ai margini in relativa sicurezza. Un’esperienza indimenticabile. UN TUFFO CON BALENE E DELFINI (SPAGNA): fascino ancora incontaminato. Suggestioni che portano in una dimensione fuori dal tempo. Chi vuole godersi in piena libertà Il Regno dei cetacei? La piccola isola de La Gomera, situata all’interno dell’arcipelago delle Canarie, a poche miglia dalla costa Africana, offre un’esperienza unica. A pochi metri dalla riva è possibile nuotare in compagnia dei delfini che si avvicinano ai bagnanti senza paura; più al largo invece si possono avvistare balene emergere dall’acqua. Ma anche alle isole Azzorre, habitat prediletto di una grande varietà di cetacei, tra le numerose insenature offerte dall’arcipelago è possibile concedersi il piacere unico di un emozionante bagno, specialissimo incontro ravvicinato con i delfini. IN IMMERSIONE TRA I RESTI DEL TITANIC (TERRANOVA): è prevista per Agosto del 2010 la visita guidata con immersione al relitto del Titanic (scoperto nel settembre 1985 dall’americano Robert Ballard). Si tratta del tristemente noto Transatlantico speronato novantasette anni fa da un iceberg, nella notte tra il 14 e il 15 Aprile del 1912, i cui resti oggi si trovano a 4000 metri di profondità, sparsi su una superficie di 800mq, raggiungibili soltanto con attrezzature adeguate. Data la difficoltà tecnica dell’immersione, la visita durerà solo 12 giorni. SURFING SUL VULCANO (NICARAGUA): il massiccio vulcanico del Cerro Negro, il più giovane dell’emisfero occidentale, attivo e tuttora pronto a un’esplosione di furia lavica, si trova in Nicaragua, nell’America Centrale. Per arrivare al Cerro Negro occorre partire da León, città coloniale a circa 30 km dal cono del vulcano che nato nel 1850 e alto solo 675 metri, deve il suo nome alla cenere vulcanica che (soffice come neve) ne ricopre le pendici. Oggi, il Cerro Negro è meta di tanti appassionati anche se, a soli 159 anni di età ha già eruttato venti volte, trasformando l’ambiente selvaggio circostante in uno scorcio cromatico di vero incanto : un cono dalla tonalità pece che emerge dal verde della giungla. Evidentemente ai più folli, 20 volte non sono tante se consideriamo che sono in molti pronti a gettarsi con tavola da surf giù a capofitto dalle sue pendici, rimbalzando in una nuvola di polvere e sbuffi di vapore. E’ il surfing-on- vulcano, il nuovo modo di fare surf su una tavola modificata in legno sulla parte superiore e metallo in quella inferiore, per un divertimento alquanto bizzarro anche se il Cerro Negro è certamente tra i posti più straordinari per "sciare" dopo la stagione invernale e per questo motivo sono in molti a tentare la discesa con ai piedi sci o snowboard. Certo, bisogna faticare un po’ per arrivare in cima ma poi il divertimento è assicurato anche se l’esperienza unita alla prudenza, in questo caso, non è mai zavorra; infatti è facile ricadere e rotolare riempiendosi di graffi. ROMPIGHIACCIO IN LAPPONIA: in Inverno, il Nord dell’Europa può offrire esperienze e avventure davvero estreme. Le acque ghiacciate del Mar Baltico sono navigate spesso da turisti a bordo di navi rompighiaccio. Un tuffo nelle gelide acque del nord é esperienza assolutamente unica e non solo per i "brividi" che può procurare. Chi viene in Lapponia per provare l’emozione di attività come gite in slitta trainata da cani husky o in motoslitta sul mare ghiacciato, può ora anche percorrere un tratto di mare su un rompighiaccio e immergersi in acqua, protetto da tute termiche, attraverso il foro appena praticato dalla nave nella spessa lastra ghiacciata, oppure rimanere seduto in piccoli gommoni ad ammirare gli enormi blocchi di ghiaccio che si muovono sull’acqua, nell’affascinante per certi aspetti, Lapponia. (foto by HolidayCheck).

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles