-0.3 C
Milano
lunedì, Gennaio 30, 2023

Mercato delle crociere in crescita fino al 2028

Si parla sempre più del mercato delle crociere. Per esempio le due ultime arrivate sul mercato, la MSC World Europa  (e la gemella World America) che è stata recentemente consegnata e avrà la presentazione a Doha fra breve o la RCI  Icon of the Seas, prevista per inizio 2024, dimostrano come la dimensione del mercato globale delle crociere dovrebbe raggiungere i 15,10 miliardi di dollari di fatturato entro il 2028, registrando un tasso annuo di crescita composto, più comunemente noto come CAGR dall’acronimo anglosassone Compounded Average Growth Rate dell’11,0% da qui al 2028.

La crescita del mercato è sostanzialmente guidata dalla crescente popolarità delle crociere a tema che attraggono vari gruppi di consumatori. È probabile che il tema dei bambini, il tema dello yoga, il tema del mistero e il tema dell’avventura offrano ulteriore divertimento con i viaggi di destinazione, piuttosto che con le crociere tradizionali che comunque, come settore, hanno iniziato per prime a dare segnali di attenzione alla salute e rigidi protocolli, a prova di covid.

Secondo la CLIA (Cruise Lines International Association), è probabile che la Generazione Z o meglio i centennials (nati fra il 1997 e il 2012) diventino i ​​​​più grandi consumatori del settore delle crociere, superando i millennial.

Icon
La Icon of the Seas in un rendering

Questa generazione cerca esperienze uniche e autentiche e cerca di viaggiare con più entusiasmo, il che dovrebbe guidare l’espansione del mercato delle crociere, come in realtà stiamo vedendo a giudicare dal ritmo di uscita di navi sempre più grandi e complesse.

La crescita del mercato è limitata dalle società per azioni che partecipano al mercato e dalle crescenti preoccupazioni per l’inquinamento ambientale dei corpi oceanici, che distruggono la fauna marina.

La pandemia ha influenzato negativamente l’industria crocieristica globale. Quando è scoppiata la pandemia, un numero significativo di navi da crociera è rimasto bloccato nel 2019 ed è stato cancellato nel 2020. Secondo la CLIA il volume dei passeggeri è diminuito di oltre l’80,0% a livello globale dal 2019 al 2020. Tuttavia, con il processo di vaccinazione e i protocolli adottati, le attività sono riprese insieme all’allentamento delle restrizioni, cosicchè l’industria delle crociere oceaniche e fluviali sta riprendendo.

Il segmento delle crociere d’altura ha dominato il mercato e ha registrato una quota di ricavi superiore all’80,0% nel 2021. L’industria globale delle crociere d’altura è più sviluppata rispetto al tipo di crociera equivalente, con più compagnie che operano nel segmento. La preferenza dei vacanzieri per le crociere oceaniche è maggiore rispetto alle crociere fluviali grazie agli ampi ponti alle spaziose camere, non più cabine, alle emozionanti attività a bordo/a terra e alle destinazioni intercontinentali.

Crociere
Un battello per crociere fluviali

Il Nord America ha dominato il mercato crocieristico globale nel 2021, occupando circa il 50,0% della quota di fatturato globale.

Si prevede che le crociere fluviali registreranno il tasso di crescita più elevato, registrando un CAGR del 13,3% dal 2022 al 2028. La crescente popolarità dei pacchetti di crociere fluviali e la limitata capacità operativa delle crociere oceaniche, a causa delle restrizioni per il covid, sono i fattori che è probabile che agevolino la crescita delle crociere fluviali.

Massimo Terracina
Massimo Terracina
Giornalista dal 1987 si è sempre occupato di sport e turismo, con incursioni su radio e tv. Ha sempre la valigia pronta per esplorare il mondo, inesauribile fonte di spunti. Viaggiare allarga la mente. "State viaggiati" (con licenza)

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles