Olanda – Den Haag, una città reale con un cuore trendy e verde

0
3106

di Graziella Leporati

Si chiama Den Haag, ma in Italia è conosciuta come l’Aja. Nell’immaginario collettivo è una città seriosa in quanto ospita il Palazzo della Pace ed è sede di importanti istituzioni giuridiche quali l‘Alta Corte di Giustizia, quella per i crimini nell’ex Jugoslavia, il tribunale per il Libano, la Corte penale internazionale, la Corte permanente di arbitrato, il Tribunale internazionale e altre 150 organizzazioni internazionali che si occupano di diritto.

m_Palazzo moderno detto Il Bustino
Invece Den Haag (in olandese) -The Hague in inglese – conquista il visitatore con un’offerta turistica quanto mai varia ed eclettica e un popolo accogliente, ospitale  e per nulla stressato. Qui tutti hanno internet e un reddito pro capite di tutto rispètto. I trasporti funzionano e gli abitanti di Den Haag vivono in una città ridisegnata da archistar in cui si respira aria di mare. A 5 chilomentri dal cuore storico infatti c’è la Rimini degli olandesi, Scheveningen, la località balneare più trendy dell’Olanda. Non è solo la spiaggia della grande città, con le sue caratteristiche dune, ma un centro vivace con hotel moderni, bar alla moda, ristoranti e un ricchissimo calendario di eventi. Soprattutto in estate, ma anche in autunno, fino a quando le giornate si mantengono tiepide, la chilometrica spiaggia brulica di beach club molto cool dove si gustano ottimi piatti (provare il pesce freschissimo al Catch by Simonis), si ascolta buona musica e ci si diverte in compagnia.
Ma l’Aja è perfetta anche per lo shopping e Hofkwartier è una meta irrinunciabile. Il quartiere è uno splendido esempio di modernità e antichità, con autentiche strade di mattoni e abitazioni caratteristiche che fanno da cornice alle vetrine dei negozi più alla moda. Hofkwartier non è solo shopping, ma una vera e propria perla della città: il palazzo Noordeinde, una proprietà della famiglia reale, si trova sull’omonima via, famosa per i negozi di lusso che, insieme a Hoogstraat, è considerata una delle strade più alla moda della città, con le loro boutique, gallerie d’arte e negozi di antiquariato. Inoltre nel centro storico della città è possibile trovare alcune delle vie più antiche che conservano tuttora un aspetto particolare, dovuto alle loro origini. Molenstraat e Oude Molstraat erano infatti un tempo sentieri che attraversavano dune di sabbia, come il loro andamento serpeggiante può ancora testimoniare. Adesso, invece, sono due vie piene di vita. Con hotel, negozi esclusivi, bar affascinanti, gioiellieri e persino un negozio di bambole, Molenstraat e Oude Molstraat dispongono di un’offerta varia e sempre interessante.

m_edificioreligioso
L’Aia è conosciuta universalmente come la città reale d’Olanda, un luogo ricco di storia, dove non poteva di certo mancare un mercato tutto dedicato all’antichità. Se siete alla ricerca di un libro antico, di stampe artistiche o di dipinti particolari, il mercato di Lange Voorhout fa al caso vostro. Se invece l’antiquariato non rientra nei vostri hobby, nessun problema: Lange Voorhout è una delle vie più famose della città e il suo viale alberato, circondato da edifici storici, merita assolutamente una visita. E mentre si passeggia e si fa shopping, l’occhio del turista viene calamitato dai cortili della città. L’Aia è una città storica e, quindi, sono molte le testimonianze del suo ricco passato, fra cui proprio i cosiddetti “hofjes”, cortili un tempo utilizzati come spazio comune, dove spesso, per esempio, lavoravano i dipendenti della casa reale, ora trasformati in pittoreschi angoli di tranquillità e pace nel cuore della città. Con più di 150 cortili, l’Aia è decisamente la “capitale dei cortili” d’Olanda. Una passeggiata alla ricerca dei più famosi a Javastraat, Paramaribostraat e Denneweg è una tappa irrinunciabile che permetterà di apprezzare appieno la doppia anima della città, un vivace centro moderno e internazionale dal passato glorioso. Il tour nella città deve prevedere come tappa anche il quartiere Zeeheldenkwartier considerato dagli olandesi il più bello in assoluto.
Gli abitanti della città considerano Zeeheldenkwartier il quartiere più bello e hanno tutte le ragioni per crederlo. In questa zona dall’atmosfera unica si alternano palazzi di istituzioni internazionali e caratteristiche dimore del XIX secolo, con i loro splendidi cortili. Superato l’enorme monumento che commemora la nascita del Regno dei Paesi Bassi a Plein 1813, si arriva in Anna Paulownaplein, il cuore pulsante del quartiere. Zeeheldenkwartier è inoltre una delle zone con la più ampia e variegata offerta di ristoranti della città, dal minuscolo locale specializzato in piatti indonesiani a base di riso al ristorante tipicamente olandese perfetto per aperitivi e spuntini veloci.

m_Parlamento
Nella città del re per antonomasia, una tappa fondamentale non sono solo i palazzi del sovrano, ma anche i giardini reali. Nel cuore cittadino, nascosti tra il palazzo Noordeinde, Koninklijke Stallen e Koninklijk Archief si trovano i giardini di palazzo (Paleistuinen), voluti dal principe Frederik Hendrik nel 1609, un luogo ideale per una pausa durante una visita della città. Una visita a questo parco incantevole è come tornare indietro nei secoli, quando i principi e le principesse olandesi si concedevano una passeggiata nei giardini, lungo i prati fioriti, rilassandosi vicino ai laghetti o all’ombra di alberi secolari. Va sottolineato che chi ama i giardini in questa “villa verde” non ha che l’imbarazzo della scelta fra 400 ettari di parchi e boschi. Westbroekpark è uno dei parchi più famosi della città, con laghetti, corsi d’acqua e aree panoramiche che ricordano gli ampi parchi inglesi. Il parco è famoso soprattutto per il suo incantevole roseto, dove da giugno alla fine di ottobre fioriscono circa 20.000 cespugli di rose, distribuiti su 300 campi sparsi in tutta l’area. Mentre ammirate le specie di rose più belle e premiate negli ultimi concorsi floreali in tutto il mondo, potete concedervi un giro in barca lungo le vie d’acqua del parco o approfittare di una pausa deliziosa alla sala da tè de Waterkant.
Infine sei secoli d’arte  fanno sì che questa città abbia pochi rivali in fatto di cultura. La gamma dei musei è vastissima, i  cartelloni teatrali invitanti e  festival soprattutto da maggio a settembre sono un richiamo a cui non si può resistere, dalla birra alla classica festa delle aringhe sull’Hofvijfer o nel porto. Il top dei musei  è  il Mauritshuis, che vanta una ricca collezione di grandi maestri (soprattutto olandesi) dove è esposta la bellissima della”Ragazza con l’orecchino di perle” di Vermeer mentre Il Museo Comunale  è famoso per la sua ampia collezione di dipinti di Piet Mondriaan, fra cui il celebre “Victory Boogie Woogie”.(Info: www.denhaag.com; www.holland.com)

Mauritshuis

m_festivalAringhe
Den Haag è facilmente raggiungibile con i voli giornalieri di Klm su Amsterdam in partenza dalle maggiori città italiane a prezzi abbordabilissimi e con un trattamento a bordo decisamente accogliente, bibite e spuntino compresi (www.klm.com/it).

Pubblicato su QN.net  http://www.quotidiano.net/viaggiesapori/den-haag-viaggi-1.1228855

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here