“Enzo Pettè, una cucina dell’anima”. Il nuovo libro di Roberto Messina

0
400
Roberto Messina, socio Gist,  presenta a Milano, mercoledì 13 giugno, nell’esclusiva cornice del Grand Lounge & Bar by Eataly, il suo nuovo libro dedicato allo chef Enzo Pettè, dal titolo: “Enzo Pettè, una cucina dell’anima. Storia, pensiero e ricette di un grande chef, per rielaborare al meglio la tradizione” (editore Rubbettino).
 
Un libro originale, insolito nel genere di cucina, curato come brillante biografia romanzata che racconta, oltre ai favolosi piatti, la storia, l’impegno, l’originalità, la cura professionale e l’arte di questo grande chef già premiato con un stella Michelin e tra i primi a calcare il proscenio televisivo coi pomeriggi di cooking class da Montecatini. Il tutto molto tempo prima dell’attuale invasione mediatica.
Enzo Pettè è attualmente impegnato come anima creativa dello “Sfizio”, l’elegante ristorante all’interno del “Rosa Grand” di Milano.Con il suo lavoro di “innovatore progressista”, Pettè ha generato una piccola rivoluzione, trasformando di fatto un classico ristorante di hotel in un “ristorante di città” aperto e frequentato da clientela anche esterna, da coloro che scelgono questo locale per pranzi e cene di alta qualità. Il Pettè-Style porta a tavola pietanze sorprendentemente nuove e sperimentali, ma nello stesso tempo antiche e familiari, con tanto Mediterraneo dentro.

Roberto Messina, giornalista professionista, direttore di vari uffici stampa, ha ideato e diretto riviste di cultura e turismo tra cui «Mediterraneo & Dintorni», tra i primi magazine aeroportuali italiani. È direttore del premio giornalistico “Il Viaggiautore” e coordinatore di “Meraviglia italiana”. Collaboratore dei quotidiani Gazzetta del Sud e Il Giornale, ha curato per Rubbettino numerose pubblicazioni. Svolge parallela attività di consulenza editoriale e organizzazione di eventi. Tra i riconoscimenti, nel 2000 a Venezia, il Premio “Guggenheim” per l’iniziativa “l’Aeroporto-Museo” giudicata tra le più signicative e innovative nel campo del marketing culturale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here