23.2 C
Milano
martedì, Luglio 23, 2024

VIAGGI DI LUSSO: LE TENDENZE INTERNAZIONALI

Giunta alla 4a edizione la ricerca condotta da AIGO e i partner di PANGAEA NETWORK

Milano, 11 marzo 2014 – AIGO, società di consulenza in marketing e comunicazione specializzata in turismo, ospitalità e trasporti presenta i risultati della quarta edizione della ricerca "Viaggi di lusso: le tendenze internazionali" condotta con i partner di Pangaea Network, associazione internazionale di agenzie indipendenti specializzate nella consulenza e comunicazione nel settore del turismo. A tal proposito è stato coinvolto un gruppo di oltre 360 professionisti di settore che operano in 6 mercati europei (Francia, Germania, Italia, Spagna, Paesi Bassi e Regno Unito), di età compresa tra i 36 e i 55 anni. In tal modo è stato possibile fornire una panoramica e alcune previsioni riguardanti viaggi di lusso nelle aree interessate.

Tendenze:

➢ Oltre 4 viaggi l’anno per il 77% degli intervistati

Dai risultati raccolti, i viaggi di lusso sono molto diffusi: il 77% degli intervistati vende proposte luxury. Il 47% dichiara che i clienti normalmente prenotano oltre 4 viaggi all’anno. Il 31% ha clienti che di solito acquistano 2 o 3 viaggi l’anno, mentre il 22% vende solo un viaggio per cliente all’anno. I volumi sono diminuiti rispetto all’edizione dell’aprile 2013, quando il 51% dei professionisti indicò vendite di oltre 4 viaggi all’anno per cliente, il 33% tra i 2 e i 3, mentre il 16% un solo viaggio.

➢ Ridotto a 10 giorni il periodo medio di soggiorno

I viaggiatori di lusso tendono a trascorrere le vacanze in agosto e dicembre (luglio, agosto e dicembre nel 2013). Marzo e novembre rappresentano invece i periodi meno richiesti. La durata media del viaggio risulta ridotta rispetto al 2013: da due settimane per le preferenze più numerose degli intervistati (34%) agli attuali 10 giorni secondo il 46%.

Nel dettaglio, si registra che 10 giorni è il periodo di soggiorno più diffuso per Italia, Francia, Spagna e Regno Unito, mentre il 51% dei viaggiatori dei Paesi Bassi e il 41% dei tedeschi trascorre vacanze della durata di oltre 2 settimane.

➢ Spesa media tra i 5.000 e i 10.000 euro, tranne gli inglesi parsimoniosi

Tra gli intervistati, la spesa media è per lo più compresa tra i 5.000 e i 10.000 euro; mentre 2 viaggiatori su 10 spendono oltre 10.000 euro e 3 su 10 investono meno di 5.000 euro. Controtendenza per il Regno Unito che ad oggi conta la percentuale più significativa di viaggiatori a low budget (37%) con spese inferiori ai 5.000 euro.

➢ Pianificatori Paesi Bassi e Germania, più last minute Italia, Francia, Spagna e UK

Per quanto riguarda le tempistiche di prenotazione, la prospettiva generale si mostra frammentata: italiani (50%), francesi (50%), spagnoli (48%) e inglesi (31%) tendono a confermare tra i 30 e i 60 giorni prima della partenza, mentre i viaggiatori di Paesi Bassi e Germania preferiscono finalizzare il viaggio con un anticipo da tre a sei mesi.

In linea con le tendenze dello scorso anno, i clienti continuano ad acquistare pacchetti che includono transfer ed escursioni (69% degli intervistati); 2 persone su 10 partono prenotando soltanto volo e alloggio. La voce ‘solo pernottamento’ è stata la risposta scelta dal 7% degli intervistati e quasi nessuno ha indicato il ‘solo volo’. Tra le mete più richieste: Emirati Arabi Uniti, Sudafrica, Oman, Brasile, India, Giappone, Vietnam, Myanmar, Stati Uniti, Cina, Indonesia, Thailandia e Maldive.

➢ Viaggi luxury per un target tra i 36 e i 55 anni

Nella seconda parte della ricerca, i professionisti sono stati invitati a fornire un profilo dei viaggiatori di lusso. Si tratta in maggioranza di persone con un’età compresa tra i 36 e i 55 anni (68%); il 30% ha oltre 55 anni, mentre solo il 2% ha 35 anni o meno. I viaggi di lusso sono effettuati soprattutto da coppie (70%), seguite da famiglie (26%); a distanza seguono i gruppi di amici (3%).

Sono principalmente attratti da privacy ed esclusività (20%) e dalla qualità delle strutture ricettive (20%). In contrasto con la tendenza emersa dall’ultima edizione, è interessante notare che le proposte benessere sono più apprezzate rispetto a quelle gastronomiche.

Al momento della scelta e prenotazione, i viaggiatori sono principalmente influenzati dal valore aggiunto (65%), seguito dal prezzo (18%), dalle offerte speciali (14%) e dai servizi in grado di soddisfare le esigenze delle famiglie (3%). Possiamo affermare in generale che emerge l’interesse per prodotti di qualità e servizi esclusivi su misura.

➢ Italiani e inglesi si fidano del web, mentre i francesi e i tedeschi preferiscono il passaparola

L’uso di internet sta crescendo e dal 2014 i viaggiatori hanno iniziato a preferire l’esplorazione in rete (38%) per la ricerca di informazioni. Il consiglio di amici e parenti non è più dunque la fonte primaria di informazione (31%). L’uso di internet è preferito in Italia (48%) e nel Regno Unito (44%), mentre il passaparola è prediletto in Francia (56%), Germania (43%) e Spagna (32%). I viaggiatori provenienti dai Paesi Bassi si basano sulla consulenza di amici e parenti (39%) così come il 39% ricerca informazioni online. Guide e pubblicazioni speciali mantengono la loro importanza in ogni mercato aggiudicandosi il terzo posto della classifica (19%).

➢ Recensioni e testimonianze in rete: le fonti più accreditate

I siti di recensione (come ad esempio Trip Advisor) sono i più influenti secondo la maggioranza degli intervistati (33%). In secondo luogo i futuri ospiti esplorano le pagine ufficiali degli hotel e compagnie aeree per completare la prenotazione. I profili presenti sui social media (come ad esempio Facebook) sono scelti dall’8% degli intervistati, mentre i blog di viaggio raccolgono una piccola porzione di consenso (4%).

****

AIGO è una società di consulenza in marketing e comunicazione che fin dalla nascita ha scelto turismo, ospitalità e trasporti come ambito di specializzazione.
Dal 1990 AIGO posiziona con successo sul mercato destinazioni, prodotti e servizi turistici definendo in modo analitico e innovativo i processi necessari a posizionare e promuovere brand, attivare la distribuzione multi-canale e sviluppare con il consumatore un’interazione finalizzata alla vendita. I servizi offerti da un team di circa 30 professionisti coprono: consulenza strategica, rappresentanze, consumer marketing e trade marketing, pubbliche relazioni & digital PR, engagement, comunicazione & advertising, eventi.

AIGO è socio fondatore di Pangaea Network, costituito da 12 agenzie indipendenti specializzate nel settore turismo che mettono a disposizione dei propri clienti una visione globale e le risorse locali in grado di supportarli nelle attività di comunicazione e nello sviluppo di nuovi mercati. Pangaea Network copre attualmente oltre 20 mercati: America Latina, Asia, Austria, Australia, Belgio, Brasile, Canada, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca e Est Europa, Scandinavia, Spagna, Sudafrica, Svizzera, UAE e Oman, USA.

www.aigo.eu

www.thepangaeanetwork.com

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles