23.2 C
Milano
martedì, Luglio 23, 2024

TURISMO STRANIERO IN VENETO: ISTRUZIONI PER L’USO

Venezia, giovedì 10 ottobre 2013
Hilton Molino Stucky
Ore 10

La Regione del Veneto e il Gist – Gruppo Italiano Stampa Turistica –
vi invitano a partecipare all’incontro di apertura di
"Buy Veneto", 12° workshop internazionale del turismo nel Veneto.

 

 

Il programma:

Ore 10.00:
IL GIST AL SERVIZIO DEL TURISMO
Introduzione di Sabrina Talarico, presidente nazionale del Gist

Ore 10.10:
LE ECCELLENZE VENETE: I NUMERI, LE STRATEGIE, IL FUTURO
I giornalisti del Gist intervistano i protagonisti delle "eccellenze" venete nell’accoglienza del turismo straniero

DALLA CINA ALLA SERENISSIMA
Franco Masello, presidente di Veneto Promozione
L’esperienza maturata da Veneto Promozione: cercare i visitatori stranieri e accompagnarli nel Veneto più bello
Gli stranieri, specie quelli dalle economie emergenti, quando sono in vacanza da noi vogliono vivere bene e si aspettano il meglio: perché, allora, non c’è per esempio il wi-fi libero in tutte le città e in tutti gli alberghi? Pubblico e privato, dice Franco Masello, devono lavorare insieme per migliorare la qualità dei servizi e per avvicinarsi sempre più alle nuove culture.

DA COPENAGHEN AL CAVALLINO
Marco Mainardi , direttore del camping "Marina di Venezia" di Cavallino Treporti
Un "villaggio" che d’estate ospita migliaia di turisti stranieri e d’inverno li va a trovare nel Nord Europa
Il "Marina di Venezia" è una cittadella con 12 mila posti. L’estate 2013 è andata bene e alla fine si arriverà a pareggiare l’andamento dell’anno scorso che, dice Mainardi, di questi tempi è un successo. Leggero calo del turismo italiano, compensato dagli arrivi dal Nord Europa, in particolare da Germania, Olanda e Danimarca.

I TURISTI DELLA MODA
Enrico Biancato, manager di "Noventa di Piave Designer Outlet"
La "cittadella" della moda che spopola fra i turisti dell’Est ed è diventata una tappa delle vacanze per chi visita la regione
Straordinaria crescita di flussi turistici nella "cittadella della moda" di Noventa di Piave. L’artefice, dice Biancato, è la nostra "tourist manager", Mary Guerzoni, che sarà presente all’incontro di Venezia. Oggi la visita di qualche ora all’outlet è contemplata nei programmi di viaggio di molti operatori turistici. Forte la presenza dall’Europa dell’Est e dall’Oriente.

I POLACCHI SUGLI SCI
Renzo Minella, direttore marketing del comprensorio sciistico Passo San Pellegrino, presidente Dolomiti Turismo e Anef
La Polonia, ma anche la Repubblica Ceca, l’Ungheria e la Croazia: i comprensori dello sci conquistano nuovi clienti nell’Europa centro-orientale
Bilanci salvati dagli stranieri, negli ultimi inverni, sulle Dolomiti bellunesi. Ogni località fa storia a sé, ma si può dire che la stagione 2012-2013 ha fatto registrare una flessione generale attorno al 4-5 per cento, causata soprattutto dalla caduta del mercato interno. Fanno eccezione Cortina d’Ampezzo ed Arabba, qualche segno più anche a Falcade. Gli stranieri più numerosi: i tedeschi ad Arabba, i polacchi a Falcade e i russi a Cortina.

LE TERME PARLANO RUSSO
Angela Stoppato, imprenditrice termale a Montegrotto Terme e presidente del Consorzio Terme Euganee
Le terme padovane vanno oltre la tradizionale presenza di clienti tedeschi: ora ci sono gli esigenti turisti russi
Dati con il segno più nei primi sei mesi del 2013: alle terme di Abano e Montegrotto, dice Stoppato, è stata registrata una crescita degli arrivi del 4 per cento e delle presenze dell’1 per cento. Gli stranieri aumentano più degli italiani e sfiorano i sei giorni di permanenza media. Bene i mercati di Germania, Francia e Svizzera, ma l’aumento più sensibile e costante è quello della Russia, più 21 per cento dal 2011 ad oggi.

OLANDESI, TUTTI PAZZI PER IL LAGO
Giuseppe Lorenzini, albergatore di Torri del Benaco, presidente onorario Associazione Albergatori del Garda
Gli olandesi nei campeggi, i vip negli alberghi: mille storie di turismo straniero sulle rive veronesi del Garda
Non c’è stata la primavera, dice Giuseppe Lorenzini, la "memoria storica" del turismo sul lago di Garda, e questo si rifletterà sui bilanci. Per colpa del maltempo, non della crisi, chiuderemo la stagione con un meno 10 per cento, aggiunge. Tedeschi al primo posto, poi lo "zoccolo duro" di olandesi e belgi. Quest’estate buon ritorno dei francesi e in crescita gli arrivi da Est, russi e polacchi in particolare. Lorenzini ha guidato per 14 anni Federalberghi Garda Veneto (400 hotel), parla quattro lingue, in 44 anni di carriera ha ospitato anche famiglie reali.

INGLESI, VITA IN CAMPAGNA
Maria Adelaide Avanzo, imprenditrice di Taglio di Po
Nella quiete di una villa che ospitò anche Lord Byron, i visitatori esteri scoprono il fascino del Delta del Po
Oltre al tradizionale flusso inglese ed americano, l’estate 2013 ha segnato il ritorno in grande stile di tedeschi e francesi, dice Maria Adelaide Avanzo. Poi è in forte crescita l’Europa dell’Est. Gli ucraini e i polacchi sono appassionati di storia e di architettura ed hanno apprezzato i concerti in giardino e i restauri rispettosi dell’autenticità; i russi, come i tedeschi, sono più orientati verso la buona cucina e il buon vino. Gli italiani vengono soprattutto in primavera e in autunno per visitare il Delta in barca e in bicicletta.

RUSSI, MATRIMONIO IN VILLA
Bona Zanuso, fondatrice del network di ville venete "Villegrandtour"
Una rete di ville, castelli e dimore storiche diventa un nuovo prodotto turistico e culturale, destinato ad un pubblico internazionale
Biglietteria unica per le ville venete, grande attenzione ad internet, eventi: Il "prodotto" ville venete si presenta con un’offerta innovativa. Il mercato forte è quello anglosassone, poi i francesi e i tedeschi. Per il mercato della Germania vorremmo sviluppare un’alleanza con le terme padovane, dice Bona Zanuso. Gli stranieri chiedono le degustazioni di vino e la visita della villa accompagnati dal padrone. Abbiamo investito molto sul mercato russo, aggiunge Zanuso, e cominciamo ad avere numerosi matrimoni con 50 invitati che si fermano una settimana. C’è un altro segnale positivo: il ritorno degli eventi aziendali. Anello debole: gli italiani, che stentano a pagare anche pochi euro per visitare un sito culturale.

LA SCANDINAVIA SUL GREEN
Alessandro Martini, project leader di Golf in Veneto e direttore del Consorzio "Marca Treviso"
Il Veneto come destinazione golfistica: un piano di sviluppo partito con le missioni in Scandinavia
Il Veneto, 45 campi, di cui 20 di standard internazionale, è stato scelto come destinazione golfistica da scoprire per il 2013 dall’associazione internazionale degli operatori del turismo golfistico. La Scandinavia è la frontiera su cui si sta lavorando oggi, ma intanto vanno forte i mercati di lingua tedesca e l’Europa centrale. Si nota, dice Martini, una maggiore conoscenza del prodotto-golf in Veneto e la tendenza dei nostri operatori ad accogliere meglio questo tipo di turisti.

A PASSO LENTO SULLE MURA
Giuseppe Pan, sindaco di Cittadella
Il Veneto protagonista di un grande progetto europeo per dare valore alla bellezza dei piccoli centri storici
Si chiama "Adristorical Lands": è un progetto europeo che intende promuovere il turismo nelle città murate, nei piccoli borghi e lungo i fiumi. Tutto all’insegna della lentezza. L’Associazione delle città murate del Veneto è al lavoro in particolare con Friuli Venezia Giulia e Slovenia per far conoscere ai turisti stranieri nuovi itinerari nel Nordest d’Italia.

2014: I PAESI EMERGENTI
Mara Manente, direttore del Ciset, Centro internazionale di studi sull’economia turistica
Dopo la Cina, il Brasile e la Russia, sul panorama internazionale del turismo si stanno affacciando nuovi mercati
I paesi Bric non offrono più solo quantità, ovvero grandi numeri: oggi da loro arriva anche una domanda ad alto valore aggiunto, dice Manente. Secondo il direttore del Ciset, Brasile, Russia e Cina sono i grandi serbatoi del turismo di oggi e per il futuro la sfida ha un nome preciso: India.

VENEZIA 2015, I PROGETTI
Marta Locatelli, fondatrice dell’Associazione Venezia Progetta
Una nuova mappa della città al servizio dei visitatori stranieri: iniziative e nuovi percorsi per cambiare gli equilibri turistici
La città del turismo per eccellenza cerca nuove strade per accogliere i visitatori stranieri. L’associazione Venezia Progetta si candida a protagonista di un processo di cambiamento che prevede nuovi percorsi tra isole, spiagge e barene.

Ore 12.20:
TURISMO STRANIERO IN VENETO: GLI SCENARI
Conclusioni di Marino Finozzi, assessore al Turismo Regione Veneto

Parcheggio gratuito all’Isola del Tronchetto e navetta gratuita per l’Hilton Molino Stucky.
Al termine dell’incontro, visita a "Buy Veneto" e buffet offerto dalla Regione Veneto.

 

 

 

 

Gruppo Italiano Stampa Turistica
Sede legale: c/o Associazione Lombarda Giornalisti – Viale Montesanto, 7 – 20124 Milano
e-mail: segreteria.gist@libero.it; posta_gist@libero.it sito internet: www.gist.it

 

 

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles