23.2 C
Milano
martedì, Luglio 23, 2024

Scoprire l’architettura modernista brasiliana con il tour operator Vuela

Un tour di 11 giorni/9 notti accompagnati da professionisti del settore alla scoperta dei capolavori architettonici che hanno rivoluzionato il modo di costruire e progettare moderno

 

San Paolo, Belo Horizonte, Brasilia, Rio de Janeiro. Un viaggio attraverso le città dell’architettura modernista brasiliana per comprenderne l’esuberanza e la complessità del linguaggio con il plus di essere sempre accompagnati da architetti locali, profondi conoscitori delle città, degli edifici e dei creativi che li hanno ideati. E’ la proposta del tour operator Vuela per scoprire la "rivoluzione architettonica" attuata da architetti del calibro di Oscar Niemeyer o Paulo Mendes da Rocha, entrambi vincitori del Nobel per l’architettura: il Pritzker Architecture Prize. Prima tappa a San Paolo lungo un percorso architettonico molto ricco che si snoda dall’Hotel Unique di Ruy Ohtake, dalla fantasiosa forma di fetta d’anguria, fino ai palazzi istituzionali e ai musei come il Museu da Lingua Portuguesa di Paulo Pedro Mendes da Rocha e la Pinacoteca do Estado de São Paulo, ricavata nella stazione ferroviaria di inizio Novecento, che gli valse il Pritzker Prize. Senza dimenticare il più grande spazio verde della megalopoli: il Parco di Ibirapuera, progettato da Oscar Niemeyer e Burle Max, uno dei primi architetti a combinare tecniche di scultura e pittura con il design paesaggistico. Il terzo giorno si vola a Belo Horizonte per visitare nel sobborgo di Pampulha alcuni degli esempi più importanti dell’architettura moderna, progettati da Niemeyer come la Igreja de São Francisco de Assis, caratterizzata da un’accogliente sinuosità. Una vera dichiarazione d’amore per l’uso della curva, ispirata all’architetto dalla natura brasiliana ricca di montagne, fiumi e onde oltre che "dal corpo della donna preferita", come diceva egli stesso. Una morbidezza che plasma il cemento in forme sinuose e leggere. Come gli edifici del potere di Brasilia, terza tappa del viaggio, iniziata nel 1956 e completata nel 1960, costruita da 60mila lavoratori diretti dall’urbanista Lucio Costa, da Oscar Niemeyer e dall’architetto del paesaggio Roberto Burle Marx.

Una città "ideale", bagnata dal grande lago artificiale Paranoà sul quale si affaccia l’Agorada, simbolo del potere che si apre al popolo, e attraversato dal ponte di Alexandre Chan, già definito nel 2003 il più bello al mondo, ispirato al triplo rimbalzo di un sasso lanciato in acqua. Edifici ancora di un’attualità strepitosa che invitano a essere percorsi lentamente e che spesso si specchiano sull’acqua. Nella capitale la trasparenza diventa la cifra stilistica e simbolica dei palazzi che rappresentano la democrazia, secondo un concetto di "monumentalità" moderna che esprime leggerezza e sinuosità. Ultima tappa: Rio de Janeiro dove il Palácio Gustavo Capanema rappresenta la pietra miliare dell’architettura modernista brasiliana. Tra i tanti edifici si visita l’Estação de Hidroaviões progettato da Attilio Correia Lima nel 1937, dichiarato monumento nazionale dal Governo così come gli edifici del Parco del Flamengo. Molto intenso anche l’ultimo giorno con, tra i tanti, uno dei progetti più interessanti della recente architettura brasiliana: Oi Futuro Flamengo progettato da Oficina de Arquitetos.
Quote a persona in camera doppia a partire da 3.750 euro, visite con la guida di architetti locali incluse. Esclusi: voli intercontinentali e interni, assicurazione e pasti.

Info:
"Vuela con noi" di Vuela srl sede direzionale Viale Monza, 1 – 20127 Milano
Uffici al pubblico Via Padova 60 – 20131 Milano,
tel. 02.26.80.91.17 e-mail : info@vuela.it www.vuela.it
www.facebook.com/pages/Vuelait/

 

Info per la stampa:
Elena Pizzetti
cell. 338/2039880
press.elenapizzetti@vuela.it

A disposizione su richiesta foto in alta risoluzione

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles