20.9 C
Milano
domenica, Luglio 14, 2024

La crisi dell’Eurozona rallenta la crescita dei prezzi degli hotel nel 2012

Secondo l’Hotel Price Index di Hotels.com
la crescita globale del 3% dei prezzi degli hotel
ha risentito del calo dei prezzi in Europa

Secondo l’Hotel Price Index , analisi sull’andamento dei prezzi delle camere di albergo di tutto il mondo effettuata da Hotels.com – leader nella prenotazione di hotel online – i prezzi medi degli hotel nel 2012 hanno registrato un aumento del 3% a livello globale. La crisi dell’Eurozona ha però contribuito a rallentare la crescita media globale dei prezzi (che nel 2011 era stata del 4%), frenandola soprattutto nella seconda metà dell’anno.

Tre regioni si sono distinte in particolar modo: i Caraibi, che hanno visto una crescita del 6%, il Nord America che, con una delle migliori performance degli ultimi anni, ha fatto registrare un aumento dei prezzi del 5%, e l’area del Pacifico (+4%). I prezzi in Asia sono saliti del 2%, in America Latina dell’1%, mentre in Europa e Medio Oriente hanno subito un leggero calo.

Lanciato nel 2004, l’HPI di Hotels.com considera i prezzi effettivamente pagati dai viaggiatori per le camere d’hotel in tutto il mondo. L’indice del 2012 si è assestato a quota 107, ben 10 punti in meno rispetto al picco di 117 fatto registrare nel 2007 e poco sopra al livello del 2005 (106).

David Roche, Presidente di Global Lodging Group per Expedia Inc, commenta: "Il mercato alberghiero europeo non è immune ai problemi economici di quest’area e non è riuscito a tenere il passo della ripresa verificatasi a livello globale nel 2012. Nonostante il generale aumento dei prezzi, i soggiorni in hotel continuano però ad essere convenienti per i viaggiatori, con tariffe ben lontane dai picchi fatti registrare cinque anni fa."

La crisi dell’Eurozona non ha avuto un impatto soltanto sul livello dei prezzi in quest’area, ma ha avuto ricadute anche sui piani dei viaggiatori, a causa dell’effetto domino dovuto all’insicurezza finanziaria.

Nei Caraibi, il trend delle vacanze all-inclusive ha spinto i prezzi al rialzo. Gli USA hanno visto un grande flusso di viaggiatori internazionali nel 2012, che ha comportato per gli albergatori una minore necessità di praticare sconti. Nell’area del Pacifico, il boom minerario in Australia e la forza del Dollaro australiano hanno contribuito a mantenere elevate le tariffe degli hotel nelle città, ma hanno forse creato qualche difficoltà per destinazioni che dipendono dalla domanda interna. In America Latina si è assistito ad un prolungato periodo di crescita dei prezzi, cominciato qualche anno fa, dovuto principalmente alle economie in crescita di due mercati chiave come il Brasile e il Messico.

In Asia, un insieme di eventi ha causato aumenti e diminuzioni dei prezzi nelle diverse aree della regione, come ad esempio la pressione per un ribasso dei prezzi in India in seguito al forte calo della Rupia, le fluttuazioni della domanda nel settore viaggi causate della delicata situazione politica intorno alle isole del Mar Cinese orientale, e i rialzi dei prezzi in Giappone e in Tailandia rispetto al 2011, anno in cui il primo è stato colpito dello tsunami e dal disastro nucleare e il secondo dalle alluvioni. La continua crescita del numero di viaggiatori internazionali cinesi ha inoltre aiutato ad aumentare il tasso di occupazione degli hotel, mentre l’espansione delle compagnie aeree low cost ha contribuito ad incrementare le possibilità di viaggio.

"Ci aspettiamo un nuovo aumento del turismo internazionale nel 2013" sostiene David Roche. "Il settore alberghiero si sta sempre di più focalizzando verso est, dove la percentuale di incremento dei prezzi è più alta, e le nuove infrastrutture stanno aiutando a dare il via a nuovi modelli di viaggio. Nella regione dell’Asia Pacifico sono state costruite nel 2012 il doppio delle nuove stanze costruite in Europa e per il 2013 verranno create qui il 40% delle nuove strutture del mondo. Le tariffe qui stanno crescendo, ma la regione offre comunque ai viaggiatori ottime opportunità di fare affari, con prezzi tra i più bassi del mondo."

 

Referenze:
Homepage: http://it.hotels.com/

Hotels.com
Hotels.com è un’azienda leader nella prenotazione di hotel online con oltre 200.000 strutture disponibili in tutto il mondo, da hotel indipendenti a catene alberghiere fino a sistemazioni in appartamento e bed & breakfast, e fornisce tutte le informazioni necessarie per organizzare un soggiorno perfetto. Hotels.com si avvale di una delle più vaste reti di negoziatori del settore alberghiero in grado di ottenere le migliori tariffe per i suoi clienti e offrire frequentemente saldi, offerte speciali e promozioni. L’invio costante di newsletter ai clienti assicura la promozione di pacchetti esclusivi e anticipa l’inizio delle campagne di saldi. Hotels.com consente ai propri utenti di lasciare un commento sull’albergo nel quale si è soggiornato generando in modo del tutto indipendente una vera e propria classifica dei propri hotel (attualmente sul sito sono disponibili oltre 7 milioni di commenti). L’azienda, inoltre, promuove il programma di fedeltà Welcome Rewards che permette di ottenere una notte gratis ogni dieci prenotate tramite il sito in più di 85.000 strutture aderenti. Se un cliente dovesse trovare una tariffa più vantaggiosa in un hotel già pagato online su Hotels.com, verrà rimborsato con la differenza di prezzo. Gli utenti possono prenotare comodamente online oppure attraverso un call-center all’ 800 917957 (attivo dalle 8 alle 23 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 21 il sabato e dalle 10 alle 22 la domenica). Hotels.com ha lanciato applicazioni per telefoni cellulari e tablet, tutte scaricabili gratuitamente dal sito http://it.hotels.com/offerte/mobile_it/. Le applicazioni permettono agli utenti di cercare e prenotare una struttura scegliendo fra più di 20.000 offerte last minute in tutto il mondo. Negli ultimi otto anni, con una frequenza bi-annuale, Hotels.com ha pubblicato l’Hotels.com Hotel Price Index: un’analisi internazionale sull’andamento dei prezzi delle camere di hotel, ora prodotta in 31 edizioni locali http://it.hotels.com/customer_care/pillar/welcomerewards.html.
Per diventare fan di Hotels.com su Facebook visita il profilo Hotels.com Italia; segui Hotels-com Italia anche su Twitter.
Hotels.com è una società del Gruppo Expedia, la più grande compagnia online di viaggi a livello mondiale con un ampio portfolio che include i più rinomati brand internazionali.

Per ulteriori informazioni:
Noesis Comunicazione
hotels@noesis.net – 02 831051.1
Chiara Montani: chiara.montani@noesis.net
Cristina Gavirati: cristina.gavirati@noesis.net
Gianna Arlotta: gianna.arlotta@noesis.net

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles