28.5 C
Milano
domenica, Luglio 21, 2024

In tutti gli hotel InterContinental d’Europa

In tutti gli hotel InterContinental d’Europa è attiva una promozione per soggiorni fino al 28 febbraio 2014 con prenotazione entro il 31 gennaio 2014.
Si tratta di sconti molto favorevoli sul prezzo base di ogni stanza degli hotel Holiday Inn Express (fino al 40% di sconto), Holiday Inn e Crowne Plaza (fino al 30%), InterContinental (30%) e Indigo (25%).
Le prenotazioni si potranno effettuare dal link www.ihgrewardsclub.com/promozioneinverno.


Termini e Condizioni della promozione sono consultabili attraverso il sito web dell’azienda.

Per celebrare la promozione IHG ha anche commissionato a IPSOS una ricerca sulla Generazione Y (18-30 anni) e la loro volontà a viaggiare con i propri nonni per riscoprire il rapporto avuto durante l’infanzia.
Ne risulta che il viaggio è la modalità preferita per riscoprire una relazione che sta andando ad affievolirsi a causa della minore disponibilità di tempo, dell’introduzione di nuove tecnologie difficili da usare per le generazioni più mature o per interessi diversi.

• Oltre l’80% dei giovani dell’area mediterranea europea valuta positivamente l’idea di fare un viaggio con i loro nonni per riscoprire la gioia dello stare insieme
• Il 33% ha dichiarato di dedicare molto meno tempo oggi ai nonni rispetto al passato
• L’Italia è la meta preferita dai giovani francesi e spagnoli per portare in giro i nonni

 

Gennaio 2014 – L’indagine "Vacanze con i nonni"* commissionata da InterContinental Hotels Group all’istituto di ricerca IPSOS è stata condotta per capire la qualità della relazione fra i giovani adulti della cosiddetta Generazione Y (18-30enni) e i loro nonni.
Nonostante il 70% circa dei giovani abbia dichiarato di avere una relazioni molto positiva o positiva con i propri nonni, per più di un terzo di loro i rapporti sono andati "allentandosi" rispetto al passato da quando sono adulti. Ne segue un dato interessante: oltre la metà degli intervistati vorrebbe riappropriarsi della stretta relazione che aveva un tempo con i propri nonni, percentuale che raggiunge il 70% se si considerano anche coloro che hanno dichiarato che questo pensiero non è in cima alle loro priorità, ma che comunque sarebbero favorevoli ad un riavvicinamento.

La ricerca è stata condotta su un campione di oltre 2.500 giovani provenienti dall’area mediterranea, per capire similitudini e differenze fra "cugini". In particolare, sono state ascoltate le opinioni ed esperienze dei 18-30enni provenienti da Italia, Portogallo, Spagna, Francia, Turchia e Israele.
In generale, i giovani considerano i nonni come parte fondamentale del proprio nucleo familiare in tutti i paesi (addirittura il 92% degli israeliani) ad esclusione della Turchia, dove questo sentimento appartiene a meno della metà del campione, ma è importante sottolineare come questo legame si affievolisca con il passare del tempo. Questo avviene in particolar modo in Italia, dove il 70% degli intervistati afferma che da bambini i nonni erano percepiti all’interno del nucleo familiare, e da adulti rimane vero solo per il 43%.

E’ interessante notare che fra tutti gli intervistati l’80% circa di coloro che hanno attribuito valori e pensieri positivi alla famiglia sono gli stessi che hanno incluso i nonni nel nucleo familiare ristretto. Probabilmente è per questo motivo che il 70% degli intervistati avrebbe piacere di stringere nuovamente la relazione con i propri nonni, ai quali la Generazione Y associa diverse esperienze e ricordi a seconda del paese di origine. Le parole e le situazioni maggiormente associate ai nonni sono il "cibo" (circa 60% in Italia e Francia e circa il 50% in Spagna e Portogallo), le "vacanze" (soprattutto in Italia per circa il 70%, ma anche per metà degli spagnoli e circa il 40% di francesi e portoghesi) e la "paghetta" (per la maggior parte degli spagnoli, oltre il 60% degli italiani e circa il 40% di francesi, portoghesi e turchi), i francesi hanno menzionato più degli altri la "frequentazione di mostre, musei e spettacoli" con i propri nonni, mentre i portoghesi i momenti di "condivisione del gioco".

Per i turchi invece, l’attività condivisa più comune riguarda le "celebrazioni religiose", come l’andare insieme alla Moschea.

Per quanto riguarda la situazione attuale, in tutti i paesi la Generazione Y confessa di passare con i propri nonni meno tempo rispetto al passato, anche se francesi e turchi a partire dal loro 25° anno di età sembrano volersi riappropriare del legame: un trend opposto a quanto accade ai loro coetanei italiani, portoghesi, spagnoli e israeliani. In particolare il 36% dei turchi dichiara di avere oggi una relazione migliore con i propri nonni rispetto al passato.

L’affievolirsi del contatto fra le due generazioni viene imputato a differenti cause a seconda del paese di origine. Se per oltre un terzo degli italiani ciò è dovuto principalmente "al naturale corso della vita", per francesi, spagnoli, portoghesi e israeliani viene imputato a una "minore disponibilità di tempo libero". Si distinguono in particolar modo i turchi, per cui il motivo è soprattutto di natura "logistica" e cioè l’allontanamento dalla cittadina natia dovuto al trasferimento nelle grandi città per motivi di lavoro.
Tra le altre motivazioni citate, i giovani italiani e turchi concordano sul fatto di avere interessi diversi rispetto ai propri nonni, mentre i francesi sono molto concentrati sulla costruzione della propria famiglia e gli spagnoli della carriera.

Anche l’uso della tecnologia e dei nuovi modi per tenersi in contatto sono causa dell’allontanamento. Se la Generazione Y utilizza ogni giorno i social media per comunicare con i propri coetanei (citati in tutti i paesi fra i canali più usati e al primo posto in Portogallo, Turchia e Israele) seguiti dagli SMS (al primo posto per i francesi) e applicazioni varie per smartphone (al primo posto in Italia e Spagna), i contatti con i nonni sono mantenuti in primo luogo tramite le più tradizionali telefonate (mezzo preferito da francesi e turchi), seguite dalle visite di persona (israeliani, italiani, spagnoli e portoghesi) e gli SMS.
I nonni più "tecnologici" sembrano a sorpresa i turchi che utilizzano ogni giorno, nel 25% dei casi circa, sia le app per smartphone che i social network; questi ultimi utilizzati quotidianamente anche da un 10% dei nonni italiani e da un 11% dei nonni francesi.

Come precedentemente detto, oltre metà dei giovani adulti sarebbe interessata ad organizzare un viaggio co i loro nonni (francesi e italiani), percentuale che si avvicina al 60% per spagnoli e portoghesi e che supera il 70% per i turchi, dato che sottolinea nuovamente una "riscoperta" in questo paese del rapporto fra nonni e nipoti in età adulta. Unico dato discordante proviene da Israele, dove solo il 41% dei giovani andrebbe in viaggio con i nonni.

E’ anche interessante notare che circa un terzo dei giovani adulti ha già effettuato oppure effettua viaggi con i propri nonni, ad eccezione della Turchia (17%).

Chi non prende in considerazione l’ipotesi di viaggiare con i nonni, lo adduce a motivi di salute / mobilità degli stessi, mentre chi la reputa una buona occasione per riaffermare il legame preferirebbe recarsi in una località all’interno del proprio paese senza allontanarsi troppo. Ciò è vero per quasi l’80% degli italiani (Roma come destinazione preferita: 25%), per quasi il 70% degli spagnoli, oltre il 60% dei turchi e degli israeliani e più di metà dei francesi.

Metà dei portoghesi vorrebbe invece portare i propri nonni oltre frontiera, soprattutto in Francia (scelta anche dal 7% dei turchi e dal 5% degli italiani), ma esprimendo come seconda preferenza il Brasile.

L’Italia è invece la meta straniera preferita da francesi e spagnoli.
Israele si differenzia totalmente: il 40% cita come destinazione quella di provenienza dei propri avi, che per ragioni storiche è spesso fuori dai confini nazionali.
La scelta della meta sembra guidata nella maggior parte dei casi dal desiderio dei nipoti di far conoscere un luogo a loro familiare anche ai propri nonni, o dalla voglia di tornare in una città dove sono stati già insieme in passato. Gli unici a discostarsi sono i giovani turchi, che per il 42% li porterebbero nella meta dei sogni, ma non dei loro nonni, la loro!

Ma cosa farebbero i nipoti in vacanza con i propri nonni? Sembra che in tutti i paesi le passeggiate nella natura e per i parchi siano l’occasione ideale per muoversi e chiacchierare insieme. Anche la scoperta delle specialità culinarie ricopre un ruolo importante. Seguono le passeggiate per scoprire le bellezze artistiche della città.
Tra le peculiarità, i francesi menzionano anche la visita a musei e gallerie d’arte (26%) e gli spagnoli e gli israeliani passerebbero molto tempo a rilassarsi nella spa dell’hotel (29% e 64% rispettivamente). Più "intimi" i turchi e gli israeliani, per i quali la riscoperta del rapporto con i propri nonni avverrebbe durante lunghe chiacchierate nella camera d’albergo (29% e 73%).

Per aiutare nonni e nipoti a vivere il loro viaggio insieme, InterContinental Hotels Group ha deciso di dedicare loro le promozioni invernali, che permettono di risparmiare fino al 40% sul prezzo di una camera in uno dei brand appartenenti al Gruppo – sconti fino al 40% per Holiday Inn Express, Holiday Inn e Crowne Plaza, fino al 30% per gli InterContinental e fino al 25% per gli Hotel Indigo. La promozione è valida per prenotazioni effettuate dal 27 dicembre fino al 31 gennaio 2014 per soggiorni nei weekend e alcune date infrasettimanali entro il 28 febbraio 2014.
Le prenotazioni sono effettuabili dal sito www.ihg.com e specificamente al link www.ihgrewardsclub.com/promozioneinverno .
Termini e Condizioni della promozione consultabili attraverso il sito web dell’azienda.
Notes to Editors:
*L’indagine è disponibile per la consultazione previa richiesta ai media contacts di seguito riportati.

About IHG:
IHG (InterContinental Hotels Group) [LON:IHG, NYSE:IHG (ADRs)] is a global organisation with a broad portfolio of nine hotel brands, including InterContinental® Hotels & Resorts, Hotel Indigo®, Crowne Plaza® Hotels & Resorts, Holiday Inn® Hotels and Resorts, Holiday Inn Express®, Staybridge Suites®, Candlewood Suites®, EVENTM Hotels and HUALUXETM Hotels & Resorts.
IHG manages IHG® Rewards Club, the world’s first and largest hotel loyalty programme with over 76 million members worldwide. The programme was relaunched in July 2013, offering enhanced benefits for members including free internet for Elites across all hotels, globally.
IHG franchises, leases, manages or owns over 4,600 hotels and 679,000 guest rooms in nearly 100 countries and territories. With more than 1,000 hotels in its development pipeline, IHG expects to recruit around 90,000 people into additional roles across its estate over the next few years.
InterContinental Hotels Group PLC is the Group’s holding company and is incorporated in Great Britain and registered in England and Wales.
Visit www.ihg.com for hotel information and reservations and www.ihgrewardsclub.com for more on IHG Rewards Club. For our latest news, visit: www.ihg.com/media, www.twitter.com/ihg, www.facebook.com/ihg or www.youtube.com/ihgplc.

 

Contatti Media:
Ufficio Stampa IHG Italia: H+K Strategies
Folco Gervasutti / Alessia Gerli
folco.gervasutti@hkstrategies.com / alessia.gerli@hkstrategies.com
02. 31914225 / 204

 

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles