Crema,la prima rassegna letteraria di Palazzo Zurla De Poli

0
204

RASSEGNA LETTERARIA “PAROLE D’INIZIO SECOLO”

Da aprile a giugno, 4 appuntamenti con i Grandi del primo Novecento, per celebrare il secolo che intercorre tra il Millenovecentoventi e il Duemilaventi

Sabato 30 aprile
Sabato 14 e 28 maggio
Sabato 11 giugno
ore 17:00
Salone d’Onore, Palazzo Zurla De Poli
Via Tadini 2, Crema

La prima rassegna letteraria di Palazzo Zurla De Poli dedica quattro appuntamenti alle riflessioni-lezioni su quattro grandi letterati d’inizio Novecento, spaziando nell’ambito della letteratura nazionale dalla poesia alla narrativa, dal teatro al melodramma.

Guido Gozzano, Italo Svevo, Luigi Pirandello e Giacomo Puccini vengono raccontati e drammatizzati dall’attore Jacopo Zerbo, dal docente e ideatore del Progetto Letterevive Riccardo Moratti e dal Maestro Simone Bolzoni, per rimarcare quanto i temi per eccellenza dell’uomo del Novecento – la malattia, la guerra sociale, la crisi dell’identità, il ruolo dell’arte, l’analisi introspettiva – impregnino tutt’ora il nostro Duemila, a distanza di un secolo.

***
Sabato 30 aprile – ore 17:00
Guido Gozzano
Non vero (e bello)
Monologo poetico di Jacopo Zerbo
Non vero (e bello) gioca sull’alternanza tra poesie e parti narrate, in cui l’attore si rivolge al pubblico raccontando il personaggio Gozzano e il suo modo di essere attore e artista all’interno di una società che comincia a relegare l’arte nel dimenticatoio. Lo spettatore viene accompagnato a conoscere i cavalli di battaglia di Guido, ma anche il suo dietro le quinte, il suo recitare nella vita, oltre che nella poesia.
Guido è il protagonista di un racconto attraverso cui si vuol instaurare un dialogo fra l’attore, il pubblico e il poeta; perché Gozzano, così come l’attore che interpreta questo spettacolo, si rivolge direttamente al suo pubblico, e quindi è come se in scena ci fossero due attori, uno in presenza, l’altro in assenza.
Le poesie non sono fine a sé stesse ma vengono inserite all’interno di una narrazione e di una riflessione sull’arte dell’attore e sulle difficoltà che incontrano la cultura e l’arte nel mondo contemporaneo.
La struttura dello spettacolo procede affrontando i vari temi: presentazione del personaggio Gozzano, il suo essere attore, il rapporto con la società borghese, la sua malattia, la difficoltà di fare arte in un mondo dominato dal mercato, l’ironia come strumento di reazione e di resistenza, e infine la scelta dell’”esilio”, del silenzio, per salvare l’arte e la poesia dall’inglobamento e dall’estinzione.

***
Sabato 14 maggio – ore 17:00
Italo Svevo
La Coscienza di Zeno
Lezione di Riccardo Moratti per Letterevive
“La coscienza di Zeno” (1925) come riflessione acuta e ironica della “società del benessere”: cosa è “salute” e cosa “malattia”? Come riuscire a guardare in profondità nell’uomo di ogni tempo, al di là di stereotipi e falsi miti di progresso?
Una riflessione assai attuale in tempi di pandemia.
Riferimenti più generali anche all’autore e al resto della sua produzione narrativa (Una vita, Senilità).

***
Sabato 28 maggio – ore 17:00
Luigi Pirandello
Sei Personaggi in cerca d’autore
Lezione di Riccardo Moratti per Letterevive
A cento anni dal debutto sulle scene del capolavoro pirandelliano (1921), torna di attualità la riflessione sul ruolo dell’arte di fronte alla crisi d’identità.
Con i teatri che stentano a tornare alla piena attività e con il mondo della cultura in crisi dopo due anni di pandemia, oggi, in fondo, i personaggi in cerca d’autore siamo noi.

***
Sabato 11 giugno – ore 17:00
Giacomo Puccini
Lettere pucciniane: una personalità da scoprire
Lezione con interpretazione di Jacopo Zerbo e M° Simone Bolzoni
Una narrazione ricca di curiosità quella proposta dagli artisti: le lettere del grande compositore lucchese, rivelatrici della sua personalità e del suo lavoro, si accosteranno armoniosamente alla lettura di frammenti dei suoi libretti intrecciati all’ascolto di alcune sue pagine musicali tra le più conosciute.
Nell’eterno dialogo tra parole e musica, cuore del melodramma, si toccheranno alcuni aspetti meno noti di Puccini e del suo stile operistico: l’arte musicale nella completa fisionomia del compositore.


Gli eventi si svolgono nel Salone d’onore della dimora, in via Tadini 2 a Crema, prevendono un costo di 10 euro per persona per ciascuna data e la prenotazione obbligatoria (posti limitati) via email a info@palazzozurla-depoli.it o via messaggio al 339 8086059.

Per ogni ulteriore informazione, consultare:
www.palazzozurla-depoli.it
social instagram, youtube, facebook: @palazzozurladepoli

Si ringraziano le realtà sponsor della rassegna, sensibili alla cultura nel territorio: Lusardi Restauri, LUCE Impianti elettrici, Fratus Pavimentazioni srl

JACOPO ZERBO
Nato a Venezia nel 1986, si diploma come attore presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano nel 2009. Lavora in teatro con diversi registi, fra cui Mimmo Sorrentino, Jean-Claude Penchenat e Dario Fo. Con quest’ultimo collabora a lungo anche come assistente alla scrittura, curando opere come La figlia del papa e Nuovo manuale minimo dell’attore.

Insegna dizione presso l’Accademia Carlo Goldoni del Teatro Stabile del Veneto. Nel 2020 esce il suo romanzo d’esordio, L’estinzione della ruota, edito da Bookabook.

 

 

 

 

 

 

RICCARDO MORATTI
Ideatore del progetto Letterevive (www.letterevive.it), è docente di Lettere dal 2001. Diplomato in violino al Conservatorio di Milano, dal 2006 al 2014 è stato responsabile della Stagione Musicale del Teatro Trivulzio di Melzo e ha collaborato alla gestione della struttura come membro del Consiglio di Amministrazione e componente dello staff operativo. Dal 2012 ha seguito corsi di lettura e di recitazione tenuti da Paola Canova e Annamaria Ponzellini.

Con il progetto Letterevive, dal 2014 porta i classici della letteratura nelle scuole e nei teatri in forma di letture-monologo. Le letture-monologo sono state rappresentate in numerosi teatri e anche in sale prestigiose come l’Auditorium Fondazione Cariplo/LaVerdi di Milano o L’Auditorium BPL di Lodi. Attualmente le repliche all’attivo sono circa 300 (più di cento solo nella stagione 2018-19). Nel corso dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia l’attività del progetto Letterevive non si è fermata e ha portato alla realizzazione di 22 video-letture in diretta streaming, oltre a numerose conferenze online e alla produzione della serie completa della “Divina Commedia in pillole”, 25 video di 5 minuti l’uno che ripercorrono integralmente il poema dantesco

SIMONE BOLZONI
Musicista cremasco, classe 1973, diplomato in Pianoforte, Organo e C.O presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza. Vincitore di Concorsi Nazionali ed Internazionali cameristici, ha frequentato corsi di Vocalità, Direzione di Coro e Didattica della Musica.

Docente e concertista nella veste di pianista, organista, e direttore di coro, ha preso parte a diverse incisioni di CD di musica sacra e corale. Nel 2011 incide il CD intitolato “Concerto”, contenente brani inediti di compositori cremaschi. Ha collaborato con la rivista “Memorie in corso” del progetto Virtus Loci realizzato da Hyperborea per conto della MARSILIO EDITORI in Venezia. Dal 1999 al 2009 Direttore del Coro Civico della Città di Crema “P. Marinelli” con il quale ha inciso 2 CD in occasione del 50°anniversario di attività e Presidente dell’Associazione Culturale Concrescis (2016/2020). E’ professore di Musica nella Scuola Statale Secondaria di Primo Grado e docente di Pianoforte presso l’Istituto Civico Musicale “Luigi Folcioni” di Crema(CR). Direttore Artistico Musicale di Palazzo Zurla – De Poli (CR).

Vi aspettiamo!
RSVP a depolimatilde@gmail.com

RASSEGNA LETTERARIA “PAROLE D’INIZIO SECOLO”

Da aprile a giugno, 4 appuntamenti con i Grandi del primo Novecento, per celebrare il secolo che intercorre tra il Millenovecentoventi e il Duemilaventi

Sabato 30 aprile
Sabato 14 e 28 maggio
Sabato 11 giugno
ore 17:00
Salone d’Onore, Palazzo Zurla De Poli
Via Tadini 2, Crema

IMMAGINI: https://we.tl/t-grKppUMuM1

La prima rassegna letteraria di Palazzo Zurla De Poli dedica quattro appuntamenti alle riflessioni-lezioni su quattro grandi letterati d’inizio Novecento, spaziando nell’ambito della letteratura nazionale dalla poesia alla narrativa, dal teatro al melodramma.

Guido Gozzano, Italo Svevo, Luigi Pirandello e Giacomo Puccini vengono raccontati e drammatizzati dall’attore Jacopo Zerbo, dal docente e ideatore del Progetto Letterevive Riccardo Moratti e dal Maestro Simone Bolzoni, per rimarcare quanto i temi per eccellenza dell’uomo del Novecento – la malattia, la guerra sociale, la crisi dell’identità, il ruolo dell’arte, l’analisi introspettiva – impregnino tutt’ora il nostro Duemila, a distanza di un secolo.

***
Sabato 30 aprile – ore 17:00
Guido Gozzano
Non vero (e bello)
Monologo poetico di Jacopo Zerbo
Non vero (e bello) gioca sull’alternanza tra poesie e parti narrate, in cui l’attore si rivolge al pubblico raccontando il personaggio Gozzano e il suo modo di essere attore e artista all’interno di una società che comincia a relegare l’arte nel dimenticatoio. Lo spettatore viene accompagnato a conoscere i cavalli di battaglia di Guido, ma anche il suo dietro le quinte, il suo recitare nella vita, oltre che nella poesia.
Guido è il protagonista di un racconto attraverso cui si vuol instaurare un dialogo fra l’attore, il pubblico e il poeta; perché Gozzano, così come l’attore che interpreta questo spettacolo, si rivolge direttamente al suo pubblico, e quindi è come se in scena ci fossero due attori, uno in presenza, l’altro in assenza.
Le poesie non sono fine a sé stesse ma vengono inserite all’interno di una narrazione e di una riflessione sull’arte dell’attore e sulle difficoltà che incontrano la cultura e l’arte nel mondo contemporaneo.
La struttura dello spettacolo procede affrontando i vari temi: presentazione del personaggio Gozzano, il suo essere attore, il rapporto con la società borghese, la sua malattia, la difficoltà di fare arte in un mondo dominato dal mercato, l’ironia come strumento di reazione e di resistenza, e infine la scelta dell’”esilio”, del silenzio, per salvare l’arte e la poesia dall’inglobamento e dall’estinzione.

***
Sabato 14 maggio – ore 17:00
Italo Svevo
La Coscienza di Zeno
Lezione di Riccardo Moratti per Letterevive
“La coscienza di Zeno” (1925) come riflessione acuta e ironica della “società del benessere”: cosa è “salute” e cosa “malattia”? Come riuscire a guardare in profondità nell’uomo di ogni tempo, al di là di stereotipi e falsi miti di progresso?
Una riflessione assai attuale in tempi di pandemia.
Riferimenti più generali anche all’autore e al resto della sua produzione narrativa (Una vita, Senilità).

***
Sabato 28 maggio – ore 17:00
Luigi Pirandello
Sei Personaggi in cerca d’autore
Lezione di Riccardo Moratti per Letterevive
A cento anni dal debutto sulle scene del capolavoro pirandelliano (1921), torna di attualità la riflessione sul ruolo dell’arte di fronte alla crisi d’identità.
Con i teatri che stentano a tornare alla piena attività e con il mondo della cultura in crisi dopo due anni di pandemia, oggi, in fondo, i personaggi in cerca d’autore siamo noi.

***
Sabato 11 giugno – ore 17:00
Giacomo Puccini
Lettere pucciniane: una personalità da scoprire
Lezione con interpretazione di Jacopo Zerbo e M° Simone Bolzoni
Una narrazione ricca di curiosità quella proposta dagli artisti: le lettere del grande compositore lucchese, rivelatrici della sua personalità e del suo lavoro, si accosteranno armoniosamente alla lettura di frammenti dei suoi libretti intrecciati all’ascolto di alcune sue pagine musicali tra le più conosciute.
Nell’eterno dialogo tra parole e musica, cuore del melodramma, si toccheranno alcuni aspetti meno noti di Puccini e del suo stile operistico: l’arte musicale nella completa fisionomia del compositore.

***
Gli eventi si svolgono nel Salone d’onore della dimora, in via Tadini 2 a Crema, prevendono un costo di 10 euro per persona per ciascuna data e la prenotazione obbligatoria (posti limitati) via email a info@palazzozurla-depoli.it o via messaggio al 339 8086059.

Per ogni ulteriore informazione, consultare:
www.palazzozurla-depoli.it
social instagram, youtube, facebook: @palazzozurladepoli

Si ringraziano le realtà sponsor della rassegna, sensibili alla cultura nel territorio: Lusardi Restauri, LUCE Impianti elettrici, Fratus Pavimentazioni srl

***

JACOPO ZERBO
Nato a Venezia nel 1986, si diploma come attore presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano nel 2009. Lavora in teatro con diversi registi, fra cui Mimmo Sorrentino, Jean-Claude Penchenat e Dario Fo. Con quest’ultimo collabora a lungo anche come assistente alla scrittura, curando opere come La figlia del papa e Nuovo manuale minimo dell’attore. Insegna dizione presso l’Accademia Carlo Goldoni del Teatro Stabile del Veneto. Nel 2020 esce il suo romanzo d’esordio, L’estinzione della ruota, edito da Bookabook.

RICCARDO MORATTI
Ideatore del progetto Letterevive (www.letterevive.it), è docente di Lettere dal 2001. Diplomato in violino al Conservatorio di Milano, dal 2006 al 2014 è stato responsabile della Stagione Musicale del Teatro Trivulzio di Melzo e ha collaborato alla gestione della struttura come membro del Consiglio di Amministrazione e componente dello staff operativo. Dal 2012 ha seguito corsi di lettura e di recitazione tenuti da Paola Canova e Annamaria Ponzellini. Con il progetto Letterevive, dal 2014 porta i classici della letteratura nelle scuole e nei teatri in forma di letture-monologo. Le letture-monologo sono state rappresentate in numerosi teatri e anche in sale prestigiose come l’Auditorium Fondazione Cariplo/LaVerdi di Milano o L’Auditorium BPL di Lodi. Attualmente le repliche all’attivo sono circa 300 (più di cento solo nella stagione 2018-19). Nel corso dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia l’attività del progetto Letterevive non si è fermata e ha portato alla realizzazione di 22 video-letture in diretta streaming, oltre a numerose conferenze online e alla produzione della serie completa della “Divina Commedia in pillole”, 25 video di 5 minuti l’uno che ripercorrono integralmente il poema dantesco

SIMONE BOLZONI
Musicista cremasco, classe 1973, diplomato in Pianoforte, Organo e C.O presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza. Vincitore di Concorsi Nazionali ed Internazionali cameristici, ha frequentato corsi di Vocalità, Direzione di Coro e Didattica della Musica. Docente e concertista nella veste di pianista, organista, e direttore di coro, ha preso parte a diverse incisioni di CD di musica sacra e corale. Nel 2011 incide il CD intitolato “Concerto”, contenente brani inediti di compositori cremaschi. Ha collaborato con la rivista “Memorie in corso” del progetto Virtus Loci realizzato da Hyperborea per conto della MARSILIO EDITORI in Venezia. Dal 1999 al 2009 Direttore del Coro Civico della Città di Crema “P. Marinelli” con il quale ha inciso 2 CD in occasione del 50°anniversario di attività e Presidente dell’Associazione Culturale Concrescis (2016/2020). E’ professore di Musica nella Scuola Statale Secondaria di Primo Grado e docente di Pianoforte presso l’Istituto Civico Musicale “Luigi Folcioni” di Crema(CR). Direttore Artistico Musicale di Palazzo Zurla – De Poli (CR).

Vi aspettiamo!
RSVP a depolimatilde@gmail.com

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here