Al via il progetto “Costa Veneta-Zona Blu”

0
115

TURISMO. LA COSTA VENETA E’ ZONA BLU. CANER: “SICUREZZA, SOSTENIBILITA’ E ATTENZIONE PER L’AMBIENTE. QUESTO E’ QUELLO CHE VIENE CERTIFICATO NELLE NOSTRE SPIAGGE”

 

 

 

È stato presentato questa mattina a Jesolo il progetto “Costa Veneta-Zona Blu” di Unionmare Veneto e Venice Sands, in collaborazione la Regione del Veneto che annuncia l’avvio di procedure di sanificazione annuncia l’avvio di procedure di sanificazione Ecolabel verificate da Asacert, ente di certificazione dell’operazione, negli stabilimenti balneari e nelle strutture ricettive di tutte le spiagge del litorale Veneto.

“La prima regione d’Italia per presenze turistiche sarà anche la prima destinazione balneare ad essere completamente sanificata – commenta l’assessore regionale al Turismo, Federico Caner -. Un messaggio chiaro che rispecchia la nascita di nuovi bisogni da parte dei turisti, come quello più evidente legato alla sicurezza nella fruizione dell’esperienza turistica. Tutti siamo diventati molto più attenti a concetti legati alla sanificazione, pulizia, distanziamento sociale. E’ fondamentale saper  ricalibrare i servizi e la loro comunicazione sulla base di questi nuovi asset”.

“Le nostre spiagge assieme alle bellezze paesaggistiche ed architettoniche, al buon vino e cibo, e alla nostra tradizionale accoglienza oggi potranno vantarsi di essere anche mete sicure, sostenibili e rispettose delle risorse naturali – continua Caner -. E questo non lo diciamo noi, ma lo attesta il marchio di qualità ecologica dell’Unione Europea, Ecolabel EU, che costituisce una ulteriore garanzia a tutela dei nostri ospiti”.

“In Veneto, quindi, oltre ad avere gli approdi turistici e le spiagge Bandiera Blu, quelle a misura di bambino Bandiera Verde dei pediatri, possiamo vantare una costa tutta ‘ZonaBlu’ – conclude Caner -; un litorale Veneto dove è possibile trovare un alto livello di sicurezza e una grande attenzione verso il turista e senso di responsabilità nei confronti dell’ambiente”

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here