3.1 C
Milano
mercoledì, Dicembre 7, 2022

UN TOUR DELLE ALPI PER IL TRENTOFILMFESTIVAL

 

Per i suoi 60 anni il TrentoFilmfestival lascia i confini del Trentino per far tappa in alcune tra le più prestigiose località del panorama alpino italiano. Il primo appuntamento sarà mercoledì 21 marzo a Courmayeur in occasione dei Piolets d’Or, gli Oscar dell’alpinismo mondiale, dove il festival porterà due film della sezione Alp & Ism della scorsa edizione. Il 5 aprile sarà la Regina delle Dolomiti a ospitare la kermesse trentina con una preview dell’ormai storica collaborazione tra il festival e CortinaInCroda, la manifestazione estiva dedicata alla montagna di casa a Cortina d’Ampezzo.
 
 

In estate tappa anche a Madonna di Campiglio, mentre il 20 aprile Bolzano darà un’anticipazione di festival in occasione del ProWinter, la Fiera Internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali.
Un grande abbraccio che unisce tutte le Alpi, dal Monte Bianco fino alle Dolomiti.

 

Trento, 19 marzo 2012_ Cresce l’attesa per la sessantesima edizione del TrentoFilmfestival, la più antica rassegna mondiale di cinematografia dedicata alla montagna, che dal 26 aprile al 6 maggio invaderà la città di Trento con un palinsesto ricco di iniziative e anteprime cinematografiche. Ma già da adesso si moltiplicano gli eventi, non solo a Trento, che faranno da apripista all’edizione 2012 del festival, con un susseguirsi di appuntamenti che abbracceranno tutto l’arco alpino italiano. Tra marzo e aprile infatti per il TrentoFilmfestival comincerà un vero e proprio tour in quota, che partirà dalla Valle d’Aosta, e più precisamente da Courmayeur, per poi ritornare tra le Dolomiti con Bolzano e Cortina d’Ampezzo, che ospiterà il festival anche durante la stagione estiva. Sempre in estate, una tappa anche a Madonna di Campiglio, in occasione del festival d’alta quota "Il Mistero dei Monti".

Si comincia da Courmayeur quindi, che ospiterà il festival all’interno del ricco programma dei Piolets d’Or, gli Oscar dell’alpinismo, in scena ai piedi del Monte Bianco dal 21 al 24 marzo prossimi. Il festival sarà protagonista della serata inaugurale dell’evento valdostano, all’interno della quale verranno proiettate due pellicole proposte nelle ultime edizioni del TrentoFilmfestival: a partire dalle ore 21, al Jardin de l’Ange a Courmayeur, si inizierà con La linea continua, con Hervé Barmasse e seguirà Asgard Jamming, con Nicolas e Olivier Fravesse. I Piolets d’Or saranno anche l’occasione per presentare le maggiori novità della sessantesima edizione del festival, ricordando gli appuntamenti dedicati all’alpinismo di Trento e tutte le iniziative che interesseranno Bolzano, dove il festival proseguirà in una sorta di staffetta dal 2 al 9 maggio .

A Cortina d’Ampezzo il 5 aprile si consoliderà nuovamente la collaborazione che lega da alcuni anni il TrentoFilmfestival a CortinaInCroda, la manifestazione dedicata al mondo della montagna che ogni estate prende vita all’ombra delle Tofane. Un appuntamento che renderà note tutte le iniziative del ricco palinsesto della manifestazione dell’estate ampezzana, che fin dalla sua prima edizione annovera il TrentoFilmfestival tra le istituzioni partner. Alle 20.30 all’Alexander Girardi Hall comincerà la serata con la proiezione del film Genziana d’Oro del CAI edizione 2011 The Asgard Project di Alastair Lee.

 

Il 20 aprile, quasi alla vigilia della sessantesima edizione, il Festival sarà presentato anche a Bolzano all’interno di ProWinter, la Fiera internazionale del noleggio e dei servizi per gli sport invernali che quest’anno
dedicherà un focus particolare alla affascinante disciplina dello scialpinismo. In concomitanza della fiera, verrà
organizzata una serata pubblica di proiezioni in collaborazione con il TrentoFilmfestival.

Il tour continuerà poi in estate, con una terza tappa a Madonna di Campiglio. Le Dolomiti del Brenta, nei mesi di luglio e agosto, saranno ancora una volta la cornice del festival d’alta quota "Il Mistero dei Monti", un evento che da dieci anni porta la cultura in montagna attraverso incontri letterari, filosofici, scientifici, percorsi in ambiente, mostre e serate di cinema. L’edizione del decennale celebrerà la montagna come montagna bios in alternativa all’idea di un luogo lontano, ammasso di rocce all’apparenza muto. La montagna che genera vita, e non che si prende la vita. Anche la collaborazione con il TrentoFilmfestival rifletterà questa tematica attraverso un incontro dedicato alla montagna come "generatore" di immagini.

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles