Tags Posts tagged with "Green Travel Award"

Green Travel Award

Per chi non potrà partecipare, quest’anno il Premio GIST “Green Travel Award” sarà in onda su Rai2, TG2 Eat Parade in diretta; in differita su www.raiplay.it; sulla app Rai Play; nel sito www.TG2rai.it nella sezione rubriche/Eat Parade.
Un grazie particolare al collega e socio GIST Bruno Gambacorta, membro della commissione del Premio GIST Green Travel Award, presieduta da Luca Pollini.

 

Sabrina Talarico

presidente Gist

unknown

0 417

Indetto anche quest’anno il Premio GIST per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile “Green Travel Award” i cui vincitori verranno proclamati a Milano in occasione della Bit (Borsa Internazionale del Turismo) in programma dal 2 al 4 aprile nei padiglioni di “Fieramilanocity”. Si tratta di un premio istituito nel 2013 dall’attuale presidenza e consiglio direttivo e che ha incontrato i favori sia dei media sia degli operatori turistici, ponendo il GIST al centro di una tematica di grande attualità e interesse. Questa quinta edizione del “Green Travel Award – Premio GIST per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile” comprende cinque categorie e presenta una novità importante: è stata istituita una categoria dedicata alle strutture green all’estero.

Il GIST rinnova ancora una volta l’impegno a essere parte attiva nella segnalazione di realtà che realizzano attività turistiche innovative sul doppio fronte della sostenibilità e della responsabilità, due temi che insieme rappresentano la chiave di volta per un turismo duraturo nel futuro delle comunità locali italiane. In particolare per le strutture ricettive si deve tenere presente il loro coinvolgimento nella comunità locale, l’attenzione alle specificità culturali e ambientali, la presenza d’informazioni sull’aspetto sociale, il minor impatto ambientale dell’attività turistica e il rispetto delle normative vigenti.

Il premio, il cui coordinamento è affidato a Luca Pollini, è riservato agli esercizi e alle iniziative che operano nel territorio italiano e i riconoscimenti di questa edizione saranno attribuiti alle eccellenze individuate nell’ambito di queste categorie: 1) Green Accomodation Italia (Hotel, bed & breakfast, villaggi); 2) Green Accomodation Estero; 3) Bio Spa; 4) Ospitalità con gusto a km 0 (Agriturismi); 5) Organizzatori di viaggi

articolo pubblicato al link:

http://www.lsdmagazine.com/premio-gta-per-il-turismo-dal-2-aprile-a-milano/35416/

Mercoledì 25 gennaio, presso l’Hotel Enterprise di Milano, nell’ambito di Weekend Premium Event, l’editore socio  GIST Raffaele D’Argenzio ha premiato, tra gli altri, il socio Gist Luca Pollini, presidente della giuria del Green Travel Awards. Il premio Gist per le eccellenze del Turismo Responsabile e Sostenibile è indetto dal Gruppo Italiano Stampa Turistica, presieduto da Sabrina Talarico.

 

WEEKEND PREMIUM PRIMATI&PREMIATI 2017
25/01/2017
PRIMATI E PREMIATI 2017
Ecco i vincitori dei PRIMATI GREEN e TOP WEEKEND CAR , Italiani ed EuropeiI, premiati durante il nostro
WEEKEND PREMIUM EVENT
svoltosi alla presenza di Stampa e Vip
all’ENTERPRISE Hotel di Milano.

WEEKEND GREEN 2017

VARESE LIGURE (SP), il borgo “bio” che tutta Europa ci invidia. Il primo borgo a ricevere la certificazione ambientale Iso 14001 in Italia e in Europa. Un gioiello che vale la pena conoscere nell’anno del turismo sostenibile. Premio WEEKEND GREEN, alla memoria del dell’indimenticato sindaco Maurizio Caranza, che conquistò il primato nel 1999.

WEEKEND GREEN IN EUROPE 2017

GERMANIA GREEN, nazione con la maggior superficie dedicata al verde, ai suoi parchi e alle sue incontaminate riserve naturali. Con i suoi 90 miliardi di alberi si conferma il Paese più ricco in Europa in tema di biodiversità.

STAMPA & TURISMO 2017

GIORNALISTA LUCA POLLINI che, dopo altre importanti esperienze, come Presidente della giuria dei GREEN TRAVEL AWARDS, promosso dal GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica), ha dato una valida spinta alla ricerca di strutture che rispettino il turismo sostenibile.

WEEKEND PREMIUM “GREEN CITY” 2017

BOLZANO, CITTÀ GREEN, che detiene il primato d’avere ben cinque bus all’idrogeno con un distributore funzionante. Naturalmente è green nel suo insieme, in quanto ha anche diminuito il traffico stradale collegandosi alle alture vicine con funivie, usa velotaxy ed ha grande rispetto per la natura circostante.
RICETTE DI VIAGGIO 2017: i Vini BIO del Veneto

ALLA CANTINA “AMETS”, DI VITTORIO VENETO (TV), che produce PROSECCO BIOLOGICO. Una cantina che più green non si può, in quanto come diserbanti usa asinelli che brucano l’erba tra i vigneti, che disegnano la pedemontana trevigiana. Territorio e vino adattissimi per weekend alla scoperta delle ricette storiche di questi luoghi ameni.

ALLA CANTINA “LE CARLINE“, DI PRAMAGGIORE (VE), che produce vini naturalmente BIOLOGICI , VEGANI e senza solfiti. Vini fatti come una volta, ma con la cultura e la cura di oggi, nel cuore di questa terra, fra le province di Venezia, Treviso e Pordenone. Territorio e vino adattissimi per vivere weekend alla scoperta delle ricette storiche del Veneto.

TOP WEEKEND CAR 2017

ALFA ROMEO STELVIO, il suv eletto dai nostri lettori attraverso il sondaggio del portale WEEKENDPREMIUM.IT, anche se non è ancora nelle concessionarie. Quindi questa è l’auto scelta per i prossimi weekend green,  anche per la magia del marchio in cui appaiono il biscione milanese e il nome dell’ingegner Romeo, napoletano.

Visita www.weekendpremium.it per leggere tutti i nostri articoli!

 

di Marco Restelli 

 

Cogne, Italia. Il massiccio del Gran Paradiso – uno dei più belli d’Europa – svetta  sul grande pianoro del Prato di Sant’Orso, che si veste di fiori in primavera e scintilla di neve in inverno, quando (come ora) è frequentato da ciaspolatori e fondisti che si godono 12 anelli e 80 km di piste per sci di fondo. A margine del Prato di Sant’Orso si distende il grazioso paese di Cogne, porta d’accesso del Parco Nazionale più antico d’Italia, appunto quello del Gran Paradiso, creato quasi un secolo fa per la gioia di chi ama gli animali (stambecchi, volpi, aquile reali…) e le passeggiate nei boschi.
In una regione attenta all’ecologia come la Val d’Aosta, Cogne e l’Ente Parco si segnalano per la qualità dei propri servizi, come i bus-navetta gratuiti che collegano Cogne agli altri paesi in valle, o le 180 bici elettriche gratuitamente a disposizione dei clienti degli alberghi. Lo scopo è chiaro: rendere superfluo l’utilizzo di automobili inquinanti da parte dei turisti, e fare della Val di Cogne un’oasi di sostenibilità ambientale.

DSC_7510

Sci di fondo e ciaspole sono gli sport invernali più praticati in Val di Cogne.

Visto un tale contesto di rispetto per l’ambiente, non stupisce che sia proprio un albergo di Cogne ad aver vinto, nella categoria Green Accomodation, il Green Travel Award 2016. Cioè il Premio per le eccellenze nel Turismo Responsabile e Sostenibile messo in palio ogni anno dal GIST – Gruppo Italiano Stampa Turistica, l’unica Associazione dei giornalisti di viaggio riconosciuta dalla Federazione Nazionale della Stampa.
Questo albergo all’avanguardia (il primo del suo genere in Val d’Aosta) è l’ Eco Wellness Hotel Notre Maison, un delizioso insieme di casette perfettamente integrate nell’ambiente della Val di Cogne. Nella motivazione ufficiale del Green Travel Award si legge che «il fabbisogno energetico dell’Eco Wellness Hotel Notre Maison è completamente soddisfatto da una centrale di cogenerazione a biomassa che ha una capacità di produzione di 50KW elettrici e 110KW termici all’ora, sufficienti per coprire il fabbisogno energetico del complesso generando autonomia da fonti rinnovabili. Inoltre, il centro benessere dell’hotel predilige l’utilizzo di prodotti a chilometro zero che esaltano le potenzialità delle erbe alpine». Andiamo dunque alla scoperta di questo interessante eco-hotel.

laghetto alpino 1
Il laghetto alpino collegato alla SPA dell’ Eco Wellness Hotel Notre Maison, a Cogne. Foto di Elena Bianco

Ideato nel 1979 dalla famiglia Celesia  che tuttora lo gestisce (i fratelli Andrea e Stefania con i genitori Irma e Angelo), l’ Eco Wellness Hotel Notre Maison è un insieme di chalet collegati fra loro nel verde, un piccolo mondo di pietra naturale con spazi comuni tutti in legno, suites con caminetti e terrazzi in ardesia e un’atmosfera realmente famigliare. La qualità alberghiera è da quattro stelle benché la famiglia Celesia abbia deciso di mantenere solo tre stelle, il che rende l’hotel molto interessante nel rapporto fra prezzo e livello dei servizi. La SPA comprende non solo piscina, sauna, idromassaggi, doccia solare eccetera ma anche un laghetto alpino situato nella parte esterna della struttura, immerso nel verde e con acqua riscaldata a 35° (riscaldamento auto-prodotto grazie al legno di scarto dei boschi trasformato in gas da una tecnologia tutta italiana). Ma ovviamente oltre al relax in hotel ci sono tante occasioni di sport in ogni stagione, e per gli sport si può contare sui consigli di Andrea Celesia: che vogliate fare trekking d’estate o ciaspolare e fare fondo d’inverno, Andrea saprà darvi i consigli per itinerari su misura, da quello facilissimo al più complesso. E la sera, dopo un passaggio alla SPA, vi potrete rinfrancare dalle fatiche sportive con l’eccellente cucina del Notre Maison.

ingresso sala da pranzo

L’ingresso della sala da pranzo dell’Eco Wellness Hotel Notre Maison. Foto di Elena Bianco

La cucina dello chef del Notre Maison, Simone Carlone (coadiuvato in sala dai maschi della famiglia Celesia) è un trionfo di sapori: tradizione valdostana rivisitata con gusto contemporaneo. Qualche piatto fra i più gustosi? Prosciutto di Sant’ Oyen alla brace con salsa di prugne, gnocchi d’orzo alla toma profumati con timo fresco, vari classici della cucina di montagna come il camoscio in civet (uno stracotto nel vino) con polenta, o la fonduta con crostini di pane nero, ma anche piatti tipici di Cogne – e ignoti ai più – tutti da scoprire. Un esempio: la soça di Cogne, che è una saporita zuppa di carne di vitello, verze e fontina; altro esempio: la trota di Lillaz affumicata in casa alle erbe, piatto che deve il suo nome alle famose cascate e ai laghetti che si trovano a Lillaz,  frazione di Cogne raggiungibile con una facile camminata in un bellissimo bosco. Atmosfere, paesaggi e sapori di Cogne che vi rimarranno nel cuore.

selezione di formaggi valdostani - Copia
Una selezione di formaggi valdostani nella sala da pranzo dell’Hotel Notre Maison di Cogne. Foto di Elena Bianco

Marco Restelli
marco@agendaviaggi.com

articolo pubblicato al link:

http://www.agendaviaggi.com/lhotel-piu-green-ditalia-e-a-cogne-in-val-daosta/

0 475

Venerdì 14 ottobre, nel prestigioso contesto della fiera TTG Incontri, GIST – Gruppo Italiano Stampa Turistica, ha assegnato il premio Green Travel Award all’Eco Wellness Hotel Notre Maison per la categoria Green Accommodation. Il premio, giunto alla sua quarta edizione, è stato istituito per esaltare le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile.

Il premio è stato consegnato da Sabrina Talarico, Presidente GIST e Luca Pollini, Responsabile Giuria Green Travel Award ed è stato ritirato da Andrea Celesia, titolare della struttura.

In seguito alla consegna del premio, Andrea Celesia, titolare della struttura, ha dichiarato: “è con estremo piacere che riceviamo questo importante riconoscimento. Dopo un intenso lavoro di innovazione, oggi siamo un’azienda completamente sostenibile, che autoproduce tutto il suo fabbisogno energetico da fonti rinnovabili, Un traguardo ambizioso che riteniamo importante diffondere e condividere con i nostri ospiti. Ringraziamo la giuria per il riconoscimento ricevuto e sottolineiamo come, di fatto, la sostenibilità sia un’opportunità e non un sacrificio: infatti, proprio grazie alle energie rinnovabili, quest’anno abbiamo potuto completare il nostro centro benessere con un laghetto alpino che riscaldiamo a 35 gradi senza nessuna incidenza sull’ambiente. Grazie a tutti”.

All’inizio del 2016 la Famiglia Celesia ha deciso di investire nel futuro della struttura con un tocco di energia pulita. Il fabbisogno energetico dell’Eco Wellness Hotel Notre Maison è infatti oggi completamente soddisfatto dalla prima centrale di cogenerazione a biomassa che sia stata installata nel Nord-Ovest dell’Italia ed applicata ad un albergo.

La centrale ha una capacità di produzione di 50KW elettrici e 110KW termici all’ora, sufficienti per coprire il fabbisogno del complesso generando autonomia da fonti rinnovabili.

 

Eco Wellness Hotel Notre Maison

Frazione Cretaz, 8

Cogne, AO

 

Tel: 0165 74104 Email: hotel@notremaison.it

www.notremaison.it

 

Eco Wellness Hotel Notre Maison

Situato nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso, nella Valle di Cogne, Eco Wellness Hotel Notre Maison è una struttura che offre ai propri ospiti un servizio di alto livello nel confortevole clima di uno chalet d’alta montagna a conduzione famigliare. Dotata di 30 camere suddivise in 14 camere standard, 10 superior, 3 mini-suite e 3 suite, Eco Wellness Hotel Notre Maison si posiziona come una struttura particolarmente adatta sia per le coppie che per le famiglie che desiderano concedersi un periodo di relax in contesto autentico in grado di rendere memorabile il proprio soggiorno. Tutti gli ospiti dell’Eco Wellness Hotel Notre Maison possono apprezzare la cucina “à la carte” del ristorante della struttura che, nel caso si scelga per un trattamento di mezza pensione o completa, è sempre inclusa senza alcun supplemento. La cucina propone piatti della tradizione locale come polenta, fonduta o gli gnocchi d’orzo unitamente ad altri più internazionali. All’inizio del 2016 la Famiglia Celesia ha deciso di investire nel futuro della struttura con un tocco di energia pulita. Il fabbisogno energetico dell’Eco Wellness Hotel Notre Maison è infatti oggi completamente soddisfatto dalla prima centrale di cogenerazione a biomassa che sia stata installata nel Nord-Ovest dell’Italia ed applicata ad un albergo. Eco Wellness Hotel Notre Maison è dotato di un centro benessere dove gli ospiti possono trovare tutti i servizi di una Spa di alto livello. Il Centro benessere è infatti dotato di piscina coperta con acqua riscaldata a 35°, cascate e nuoto controcorrente. Due vasche idromassaggio (una interna ed una esterna) con acqua riscaldata a 35°, due saune, bagno turco e doccia solare (supplemento previsto per l’uso). Nel corso del 2016 è stato aggiunto al centro benessere un laghetto alpino situato nella parte esterna della struttura, immerso nel verde e con acqua riscaldata a 35°.

Per ulteriori informazioni:

Via Vincenzo Monti, 9 – 20123 Milano

Tel. (+39) 02 4953 6650 r.a.

E-mail: martinengo@martinengocommunication.com

Web: www.martinengocommunication.com

 

0 1523

Venerdì 14 ottobre, presso il TTG di Rimini, Sabrina Talarico, presidente GIST, e Luce Pollini, presidente della giuria Gist Green Travel Award hanno consegnato i premi alle eccellenze del Turismo Responsabile e Sostenibile 2016.

Ecco i premiati:

 

Categoria Green Accomodation

Eco Wellness Hotel Notre Maison

Cogne (Aosta)

Offre un servizio di alto livello nel confortevole clima di uno chalet d’alta montagna (nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso) a conduzione famigliare, la famiglia Celesia.

Il fabbisogno energetico dell’Eco Wellness Hotel Notre Maison è completamente soddisfatto da una centrale di cogenerazione a biomassa che ha una capacità di produzione di 50KW elettrici e 110KW termici all’ora, sufficienti per coprire il fabbisogno del complesso generando autonomia da fonti rinnovabili. Inoltre, il centro benessere dell’hotel (oltre a piscine, sauna, idromassaggi, ecc. c’è anche un laghetto alpino situato nella parte esterna della struttura, immerso nel verde e con acqua riscaldata a 35°) predilige l’utilizzo di prodotti a chilometro zero che esaltano le potenzialità delle erbe alpine.

 

Andrea Celesia, a destra, titolare di Eco Wellness Hotel Notre Maison di Cogne; a sinistra Lorenzo Martinengo, della Martinengo & Partners Communication, agenzia che cura la comunicazione della struttura
Andrea Celesia, a destra, titolare di Eco Wellness Hotel Notre Maison di Cogne; a sinistra Lorenzo Martinengo, della Martinengo & Partners Communication, agenzia che cura la comunicazione della struttura

 

Categoria Green Bio Spa

Riva del Sole Resort & Spa

Castiglione della Pescaia (Grosseto)

 

Un legame con la Maremma che dura da oltre cinquant’anni e che riesce a combinare il rispetto per l’ambiente con la cultura dell’accoglienza e i valori delle tradizioni toscane.

Un green concept, quello di Riva del Sole Resort & Spa, che cerca soluzioni per migliorare la qualità della vita nel rispetto dell’ambiente e delle persone e che è alla base della Spa (tre piscine, sauna, bagno turco, palestra, solarium) dove si propongono – tra gli altri – trattamenti e massaggi che consentono di immergersi pienamente nello spirito del luogo, con sacchetti di erbe mediterranee e pietre calde. La struttura, inoltre, si contraddistingue per la ricerca del benessere ecosostenibile, frutto di una meticolosa ricerca di materiali e arredi.

Menzionato tra le 40 destinazioni internazionali top suggerite dal quotidiano inglese The Guardian.

 

Sabrina Talarico, Luca Pollini e Jonathan Heduit, marketing manager Riva del Sole Resort & Spa
Sabrina Talarico, Luca Pollini e Jonathan Heduit, marketing manager Riva del Sole Resort & Spa

 

 

Categoria Tour Operator/Organizzatori viaggi

Cetro Velico Horca Myseria

Via Pelitti, 1 – Milano

 

Horca Myseria è un tour operator nella barca a vela che da più di 30 anni fa amare il mare e la vela ai milanesi e non. Pippo Erroi, fondatore che sta portando avanti con passione questa mission, ha portato a navigare nei mari più belli del mondo migliaia di persone. È stato il primo a proporre imbarchi individuali, la navigazione in flottiglia, i megaraduni (centinaia di persone e 8/10/14 barche che invadevano Porto Venere o Saint Tropez per un weekend). Chi s’è lasciato portare dal vento di HM non è più riuscito a uscirne.

Sabrina Talarico, Luca Pollini e Pippo Erroi, fondatore e titolare di Horca Myseria Viaggi di Milano
Sabrina Talarico, Luca Pollini e Pippo Erroi, fondatore e titolare di Horca Myseria Viaggi di Milano

 

 

Categoria Ospitalità con gusto a Km 0

Società Agricola Ceraudo

Contrada Dattilo, 88815 – Strongoli (Crotone)

 

Fa delle tradizioni famigliari il suo punto di forza: di generazione in generazione l’azienda ha arricchito il proprio valore qualitativo, fino a diventare oggi un produttore molto conosciuto anche fuori dalla propria zona. La tenuta Dattilo si estende su 60 ettari in uno scenario di naturale bellezza tra piante di olivo secolari, vigneti e agrumeti, una realtà gestita con meticolose cure dell’agricoltura biologica e sostenibile, che esclude l’utilizzo di prodotti chimici ricorrendo solo a pratiche naturali e viene alimentata da pannelli fotovoltaici (130 kWatt) che garantiscono l’autosufficienza energetica.

Il cuore è un Casale baronale del 1600 con il piccolo villaggio con la caratteristica chiesetta, circondato da case in pietra paese derivati ​​da edifici tradizionali rurali. Con camere spaziose e confortevoli, arredate con terrazze piene di fiori e arredate con la semplicità che si adatta alla vita di campagna. Un luogo immerso nella natura che ricorda i valori più autentici della vita: l’aria pulita, i sapori di una volta e il calore dell’ospitalità. Lontano dai ritmi frenetici della città, dove è possibile recuperare l’armonia perduta.

 

Miriam Romeo, della famiglia Ceraudo, ritira il premio per la Società Agricola Ceraudo, vincitore per la categoria Ospitalità con gusto a Km 0.
Miriam Romeo, della famiglia Ceraudo, ritira il premio per la Società Agricola Ceraudo, vincitore per la categoria Ospitalità con gusto a Km 0.

 

0 1265

di Paolo Crespi

Viaggi, luoghi e resort in sintonia con l’ambiente, ovvero turismo ecosostenibile, un tendenza in aumento. Ma deve avere “il bollino

l turismo “green” coinvolge un numero sempre più ampio di persone, viaggiatori consapevoli, attratti dalla possibilità di vivere le proprie vacanze in armonia con l’ambiente naturale: abitando strutture realizzate ex novo o ristrutturate secondo i principi della bio edilizia, che utilizzano fonti rinnovabili per la loro gestione; mangiando cibi provenienti da agricoltura biologica, o a chilometro zero; instaurando un rapporto più autentico e solidale con le popolazioni dei paesi ospitanti.

Un aspetto che contraddistingue questo tipo di vacanza, organizzata o fai-da-te, è infatti la partecipazione dei turisti-viaggiatori “etici” (una delle sei tribù fotografate dalla ricerca Future Traveller Tribes 2030, commissionata da Amadeus a Future Foundation) alle attività sociali del territorio, spesso riqualificato proprio grazie alla nuova attenzione portata all’ambiente e alle sue risorse.

Agriturismi, bed&breakfast e alberghi diffusi rappresentano numericamente l’offerta più consistente e quella forse più vantaggiosa per il consumatore, dal punto di vista del rapporto qualità-prezzo. Ma nell’area del turismo eco-sostenibile si identifica oggi anche una realtà emergente costituita da strutture di alta gamma: Spa, resort e hotel di pregio che propongono formule di vacanza e trattamenti innovativi, non alla portata di tutte le tasche ma di grande stimolo per gli operatori del settore che lavorano e aprono nuove attività nell’ambito dello stesso territorio.

Un incentivo importante all’affermazione e al diffondersi del nuovo modo di viaggiare in modo sostenibile e responsabile arriva anche dai marchi, dalle associazioni, dai premi e dalle altre forme di riconoscimento che promuovono la cultura e “certificano” le realtà del turismo green, in Italia e all’estero. Ecco una rassegna di quelli più collaudati e rappresentativi.

AITR-ok

AITR. L’Associazione Italiana del Turismo Responsabile promuove la cultura e la pratica dei viaggi di turismo sostenibile, etico e solidale nei confronti dei paesi ospitanti. I suoi associati, tra cui numerosi tour operator, operano nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture, riconoscendo il diritto delle comunità locali ad essere protagoniste di uno sviluppo turistico socialmente responsabile.

bollinoICEA-ok

Eco Bio Turismo ICEA. Il marchio attribuito da ICEA – Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale valorizza le strutture turistiche che offrono ospitalità e propongono attività nel rispetto delle risorse naturali, culturali e sociali, attraverso l’agricoltura biologica, la tutela degli ecosistemi e la conservazione della biodiversità. Icea è inoltre tra i partner di Itaca, il primo festival italiano del turismo responsabile.

rive-logo

Ecovillaggi RIVE. La Rete Italiana Villaggi Ecologici, nata vent’anni fa, è un’associazione costituita da comunità, ecovillaggi, progetti di comunità e singole persone interessate a fare conoscere e sostenere le esperienze comunitarie ispirate a un modello di vita sostenibile dal punto di vista ecologico, spirituale, socioculturale ed economico. Ne fanno parte sia strutture ricettive, gli Ecovillaggi, che progetti innovativi.

Alpine-Pearls-ok

Alpine Pearls. E’ il marchio del turismo in mobilità dolce sulle Alpi. Alpine Pearls ovvero un network di 27 località turistiche che propongono vacanze in montagna ecocompatibili, per godere senza stress (e senza auto) la bellezza della natura. Le località si estendono su tutto l’arco alpino in Italia, Austria, Germania, Francia, Svizzera e Slovenia. Tra esse nomi famosi, ma anche tanti piccoli gioielli da scoprire.

Logo-Turismo-ok

Legambiente Turismo. Con l’etichetta ecologica che porta il suo nome, Legambiente Turismo invita località di villeggiatura e strutture ricettive al rispetto delle stesse esigenze di tutela ambientale che caratterizzano in generale la sua azione. Le imprese che aderiscono a un progetto locale si impegnano a seguire un decalogo, definire obiettivi comuni, avviare attività di formazione e sottoporsi annualmente a verifica.

Earth-ok

Earth. La European Alliance for Responsible Tourism and Hospitality (la sigla è Earth, che in inglese significa non a caso Terra) raggruppa diverse realtà che nei vari paesi europei operano secondo i principi di sostenibilità e responsabilità ambientale. Non è un ente certificatore ma un’aggregazione volontaria che però seleziona seriamente i suoi appartenenti.

Ecolabel

Ecolabel. E’ il marchio di qualità ecologica dell’Unione europea: premia i prodotti e i servizi migliori dal punto di vista ambientale, che possono così diversificarsi dai concorrenti mantenendo però standard elevati. L’etichetta, diffusa anche in ambito turistico, attesta che il prodotto o il servizio ha un ridotto impatto ambientale nel suo intero ciclo di vita.

Travelife-ok

Travelife. A livello mondiale, il Global Sustainable Tourims Council (GSTC), emanazione delle Nazioni Unite e dell’UNWTO (Organizzazione mondiale del turismo), rilascia dopo un lungo percorso, ai tour operator e alle agenzie che ne fanno richiesta, la certificazione Travelife. In Italia, sinora, solo le attività turistiche del WWF hanno ottenuto l’ambito riconoscimento.

Green-Travel-Award-ok

Green Travel Award. È il premio espresso annualmente dal GIST, il gruppo di specializzazione della Federazione della Stampa che riunisce i giornalisti italiani di viaggio. Alla sua terza edizione, premia con una targa da apporre all’ingresso della struttura le eccellenze italiane del turismo sostenibile e responsabile: agriturismi, bed & breakfast, bio spa, villaggi eco, ospitalità con gusto, organizzatori di viaggi.

 

Articolo pubblicato al link http://www.iodonna.it/lifestyle/viaggi/2015/07/02/come-scegliere-una-vacanza-green-certificata/

0 4496

 

Cosa è il Green Travel Award e cosa si intende per turismo responsabile e sostenibile? Lo ha spiegato Paolo Crespi, responsabile del premio GIST, a Radio Latte Miele  durante un’intervista andata in onda il 29 gennaio. Per ascoltarla:   ow.ly/I8Mnr

GTA 2015 colore

0 4646

Il 13 febbraio a Milano, nell’ambito della BIT – Borsa Internazionale del Turismo, sono stati proclamati i vincitori della seconda edizione di Green Travel Award – Premio GIST per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile. Il prestigioso riconoscimento, attribuito dal Gruppo Italiano Stampa Turistica (gruppo di specializzazione della Federazione Italiana della Stampa) presieduto da Sabrina Talarico sulla base delle segnalazioni pervenute da oltre 200 soci e dagli uffici stampa che collaborano con noi, è andato quest’anno alle migliori realtà italiane della ricettività turistica, così come delineate dalla costituenda “Carta europea del turismo sostenibile e responsabile”.

GTA 2015 colore 

Ecco i nomi dei cinque vincitori:

per la categoria “Green Accomodation”, Green Travel Award 2015 a:

Agriturismo Le Valli, Casciana Terme (Pisa)

per la categoria “Bio Spa”, Green Travel Award 2015 a:

Naturalis Bio Resort, Martano (Lecce)

per la categoria “Ospitalità con Gusto”, Green Travel Award 2015 a:

Agriturismo Costiera Amalfitana, Tramonti (Salerno)

per la categoria “Villaggi Eco”, Green Travel Award 2015 a:

Urbino Resort, località Pantiere, Urbino

per la categoria “Tour Operator/”, Green Travel Award 2015 a:

Four Seasons – Natura e Cultura by Gaia900, Roma

Il Premio consiste in una targa con il logo del Premio disegnato da Miriam Mirri.

La giuria 2015, che ha deliberato sulla base delle segnalazioni e delle candidature sollecitate dai soci Gist, era così composta: Paolo Crespi (presidente), Diana De Marsanich, Bruno Gambacorta, Elena Pizzetti, Edoardo Stucchi

Ringraziamenti particolari a:

L’azienda Alessi che ha messo a disposizione il suo laboratorio per la realizzazione delle targhe.

L’azienda vinicola Drusian (Prosecco Doc TV GLAM) presentata da Simonetta De Nisco,

13-02-2015-003-gist bit 2015 premiazione green travel award 2015foto jimmy pessina
Le motivazioni della giuria

 

Vacanze sempre più consapevoli, all’insegna del benessere e a impatto zero. Abbiamo scelto 5 eccellenze italiane nel campo del turismo green: luoghi da scoprire a ritmo lento, in completa sintonia con la natura.

Green Travel Award 2015 – Premio Gist per le eccellenze del turismo sostenibile e responsabile. Categoria: Green Accomodation

Agriturismo Le Valli, Casciana Terme (Pisa)

Il culto dell’olio e quello dell’accoglienza

In posizione strategica nel cuore della Toscana, l’Agriturismo Le Valli si affaccia sulla Valdera. E’ gestito con affabilità e cura dei dettagli dalla famiglia Nenna, che all’iniziale innamoramento per il luogo ha fatto seguire il coerente sviluppo di un’idea imprenditoriale. La struttura offre ospitalità in due casali in pietra con piscina sanificata con il sale, che si fronteggiano a distanza in una vasta area collinare punteggiata di olivi e vigneti. Ogni residenza è autonoma e dispone di un orto per uso personale dei clienti che hanno libero accesso anche al frutteto e sono coinvolti in corsi, visite ad aziende agricole e località dei dintorni, degustazioni. Punti di forza sono l’ex ovile utilizzato per le attività indoor e la ristorazione e il vicino Novo Frantoio, che produce un olio biologico di rara qualità.

13-02-2015-001-gist bit 2015 premiazione green travel award 2015foto jimmy pessina

Categoria: Bio Spa

Naturalis Bio Resort, Martano (Lecce)

Oasi di benessere nel cuore della Grecia Salentina

Un legame green con la terra del Salento iniziato già nel 1988 con la nascita di N&B, azienda di produzione di cosmetici a base di estratti naturali ricavati da piante coltivate nei terreni dell’antico borgo contadino, poi restaurato secondo principi ecosostenibili e adibito a struttura ricettiva di pregio. L’azienda si distingue per la ricerca di prodotti innovativi, il controllo dell’intera filiera produttiva e l’attenzione alla formazione dei propri collaboratori. Questo green concept, che cerca soluzioni per migliorare la qualità della vita nel rispetto dell’ambiente e delle persone, è alla base anche della meticolosa ristrutturazione del borgo: un’operazione filologica di bioarchitettura che ha dato risalto alle strutture coloniche originali e ha investito anche la nuova spa, dove l’hammam è stato creato direttamente nella roccia calcarea.

13-02-2015-002-gist bit 2015 premiazione green travel award 2015foto jimmy pessina

Categoria: Ospitalità con gusto

Agriturismo Costiera Amalfitana, Tramonti (Salerno)

Cibi prelibati con i prodotti della propria fattoria didattica

Aperto da una decina d’anni, questo agriturismo è riuscito a far diventare un punto di forza quello che si presentava come un elemento di debolezza, cioè la posizione defilata rispetto a luoghi celebri e sovraffollati come Amalfi e le altre località della Costiera. Per raggiungere questo obiettivo, ha puntato sulla presenza di una fattoria didattica e sull’utilizzo dei propri prodotti, dai limoni con relative marmellate ai marroni, usati anche come farina di castagna. Ma una delle specificità di questo agriturismo è diventata soprattutto la cucina per celiaci, giunta ormai a livelli di raffinatezza gastronomica notevole, oltre che di estrema precisione sul piano sanitario. L’agriturismo è da anni un punto di riferimento dell’ AIC (Associazione italiana celiachia), che lo consiglia ai suoi iscritti.

13-02-2015-006-gist bit 2015 premiazione green travel award 2015foto jimmy pessina

Categoria: Villaggi Eco

Urbino Resort, località Pantiere, Urbino

Un albergo diffuso ecosostenibile per rigenerarsi in sintonia con la natura

Un ex borgo contadino settecentesco trasformato in albergo diffuso con 32 antiche case coloniche restaurate con i principi della bioarchitettura. E’ Urbino resort, un indirizzo di charme all’interno della Tenuta Ss. Giacomo e Filippo, azienda agricola biologica nell’Oasi faunistica della Badia, nelle Marche. Circondato da uliveti, vigne e campi di lavanda, il resort ha un giardino botanico ricco di piante rare, una piscina esterna, un organic bar dove gustare centrifughe e frullati di frutta biologica. Il ristorante offre i piatti del territorio preparati con materie prime che provengono dall’azienda agricola. Ricavato nell’antico fienile, il centro benessere si apre con ampie vetrate sulle colline del Montefeltro. All’interno della tenuta, la proprietaria Marianna Bruscoli produce anche un ottimo vino biologico.

13-02-2015-004-gist bit 2015 premiazione green travel award 2015foto jimmy pessina

Categoria: Tour Operator

Four Seasons – Natura e Cultura by Gaia900, Roma

Ambiente & cultura nel Dna di un organizzatore di viaggi molto speciali

Fin dalla sua nascita, nel 1993, per iniziativa di un gruppo di esperti di trekking e di appassionati di arte e archeologia, questo Tour Operator si è da subito qualificato nell’abbinare ambiente e cultura nelle sue proposte di viaggi e attività turistiche in generale, considerandoli come elementi imprescindibili e tra loro interconnessi. Da questo punto di vista, Four Seasons pratica concretamente i principi della sostenibilità e della responsabilità, dimostrando attraverso un catalogo che spazia ormai da proposte strettamente locali ad altre su scala nazionale e internazionale (90 mete stabili, 20 in Italia, 43 in Europa e 27 nel resto del mondo), che questo turismo attento e consapevole è davvero alla portata di tutti. Senza trascurare un forte impegno nelle attività di educazione ambientale e a sostegno di progetti di sviluppo sostenibile in varie parti del mondo.

Fotografie del socio Jimmy Pessina

SOCIAL

1,793FansLike
241FollowersFollow

COMUNICATI STAMPA

0 99
Itinerari suggestivi suggeriti da trendsetter locali ed esperienze fuori dal comune a portata di un click   Milano, 15 giugno 2017 - I viaggiatori curiosi, sempre...

News in pillole

0 81
Giugno 2017 - Una vacanza per fermarsi e ritrovarsi: il Badrutt’s Palace Hotel di St. Moritz ripropone, per l’estate 2017, i “7 Days Wellness...

Vita Associativa

0 269
E' in piattaforma Sigef il secondo corso di formazione 2017 organizzato dal Gist "Turismo responsabile in Italia, dai principi alle buone pratiche"  3 luglio dalle...