Svizzera: inverno da amare

0
2328

Fiabesco, movimentato, conviviale… Sono tante le sfaccettature dell’inverno svizzero che modellano la stagione 2015/16. C’è chi ama soggiornare nelle località blasonate e chi si rifugia nella quiete dei villaggi da cartolina; c’è chi pratica sport tradizionali e chi sperimenta le nuove tendenze come la fatbiking sulle piste di Gstaad; c’è chi fa il pieno di energia nelle oasi di benessere e chi ne consuma in quantità all’aria aperta. Qualunque sia la destinazione prescelta, la Svizzera è una meta di cui innamorarsi.

#INNAMORATIdellaSVIZZERA è al tempo stesso un augurio e una premessa. Con questo hashtag Svizzera Turismo chiede agli ospiti di condividere sui social le proprie sensazioni legate ai luoghi e alle attività preferite durante tutta la stagione. Il risultato sarà un racconto personale e inconsueto dell’inverno svizzero. Come ha fatto il secondo uomo ad aver messo piede sulla luna, l’astronauta Buzz Aldrin, testimonial d’eccezione, che ha esplorato il Vallese planando sul Breithorn oppure come il campione di fondo Dario Cologna che, nato e cresciuto in Val Müstair, racconta le particolarità della Valle di Sertig, vicino a Davos, dove tuttora si allena.

st0037440.thw

Di seguito una carrellata di novità e di esperienze per innamorarsi dell’inverno svizzero.

 

1) Amore a prima pista.

 

Piste hot: per chi ama il brivido della velocità.

 

Le Pas de Chavanette: il muro svizzero (Portes du Soleil).

Una delle piste più difficili al mondo, nel comprensorio di Portes du Soleil, piena di gobbe e tremendamente ripida! Al primo contatto, anche gli sciatori più smaliziati si sentono gelare il sangue nelle vene: necessario concentrarsi, deglutire e buttarsi!

 

Pista Mont-Fort: per ardimentosi (4 Vallèes).

Nel comprensorio delle 4 Vallées, pendenze del 50% e cunette sono la normalità ma la pista Mont-Fort a Nendaz supera ogni aspettativa. Solo i più esperti potranno scendere su questa pista non battuta che regala emozioni fin dai primi metri.

Pista Inferno: per indiavolati (Mürren-Schilthorn).

Nel 1928 viene disputata la prima “Inferno ski race” per iniziativa di alcuni sciatori britannici. Da allora la competizione si tiene ogni anno a fine di gennaio sulla leggendaria pista Inferno. 15 km e 2100 metri di dislivello fanno tremare i polsi a chiunque. Gli sciatori provetti ci mettono circa 40 minuti a compiere la discesa. Davvero impegnativo è il Kanonenrohr, un canalone roccioso stretto e insidioso.

 

Pista Olympia: emozioni da olimpionico (Corviglia St. Moritz).

Alle Olimpiadi invernali del 1948, la discesa libera maschile fino a Chantarella era considerata il banco di prova perfetto. Gli intenditori apprezzano ancor oggi questa pista sul Corviglia, una discesa mai troppo affollata.

 

Pista del Lauberhorn: per chi non si distrae (Kleine Scheidegg – Mannlichen).

4,5 km e un dislivello di oltre 1000 metri. È la più lunga e impegnativa discesa della Coppa del Mondo. Quando non si gareggia, è accessibile anche agli sciatori più esperti. I passaggi del Hundsschopf e del Canadian Corner, l’arrivo a S e il panorama su Eiger, Mönch e Jungfrau sono i suoi tratti inconfondibili.

 

Bernhard Russi Run (Andermatt – Gemsstock).

Dedicata a un grande campione vivente, che in questa zona imparò a 
sciare: Bernhard Russi, star dello sci degli anni ’70 e in seguito progettista di piste. Chi è abbastanza esperto può lanciarsi dalla cima panoramica del Gemshorn, giù lungo una ripida pista di 4,3 km fino a Gurschen.

 

Piste Nationale: impegnativa con vista (Crans-Montana).

Nei Mondiali 1987, gli atleti svizzeri qui fecero man bassa di tutte le medaglie. L’inizio ripido della pista entusiasma ogni sciatore esperto. La vista su Sion e Sierre è impareggiabile.

 

Pista Silvano Beltrametti: per donne d’acciaio (Lenzerheide).

È la discesa di Coppa del Mondo femminile più ripida al mondo e la pista più difficile del comprensorio di Lenzerheide. Raggiunge la pendenza massima del 66%.

 

st0037436_1.thw

Piste con vista: per chi ama sostare.

 

Discesa Bella Tola-Prilett: per contemplativi (St-Luc).

Si scende senza fretta ammirando la maestosa catena dei 4000, soprannominata dai loali “Couronne impériale”, che circonda questo piccolo e assolato comprensorio della Val d’Anniviers. Semplicemente fantastica!

 

Glüna Plaina: sciare con la luna piena (Diavolezza St. Moritz)

Un’esperienza davvero romantica: sciare al chiaro di luna nel comprensorio del Diavolezza. Per apprezzare al meglio la magia della luna si consiglia di abbinare alla sciata una cena in vetta nel Ristorante Bellavista con le sue vetrate panoramiche.

 

Pista Paradiso: la prima discesa di Yoga al mondo (Corviglia, St. Moritz)

La pionieristica St. Moritz propone dal dicembre 2013 un’altra chicca. Lungo il tracciato 4 postazioni per eseguire da soli o accompagnati da una guida del Suvretta Snowsports School degli esercizi di yoga. Si scia e si fa il pieno di energia!

 

Pista dal Sömi: sognare ad occhi aperti (Motta Naluns).

Pista larga, dolce e soleggiata. Non a caso il suo nome romancio significa “sogno”. L’arrivo è a Sent, villaggio della Bassa Engadina dalle tipiche facciate a sgraffito. Ideale per i principianti.

 

Fondo che passione.

 

Goms: sci di fondo accompagnati dal fischio del treno (Vallese).

85 km di tracciati immersi in una valle solitaria dove piccoli villaggi dalle case in legno si alternano a boschi silenziosi. È l’altopiano del Goms, che si estende dalle pendici del ghiacciaio del Rodano fino a Lax, lungo il percorso del Glacier Express. La ferrovia del Matterhorn-Gotthard Bahn collega ogni quarto d’ora tutti i villaggi. I patiti del fondo salgono e scendono dal treno muniti di sci per percorrere a piacimento uno dei tracciati.

 

Vallée de Joux: sci di fondo nella culla dell’orologieria (Regione del Lago di Ginevra).

La Vallée de Joux, immersa in un paesaggio selvaggio tra due catene del Giura, deve la sua fama all’industria orologiera. A Le Brassus si trova il museo e la manifattura Audemars Piguet. A Sentier, l’Espace Horloger illustra la storia dei principali marchi. D’inverno si trasforma in un’immensa distesa di neve da percorrere a piedi o con gli sci ai piedi su 220 km di tracciati. Davvero suggestivo è pattinare sul lago ghiacciato di Joux.

st0037616.thw

2) Impianti di risalita dal new look!

 

Laax: sulle piste come in Ferrari (Grigioni).

A Laax, mecca europea dei freestyler, entrerà in funzione da dicembre 2015 una nuova cabinovia a 10 posti progettata da Pininfarina, designer di Ferrari. Il viaggio da Alp Sogn Martin a La Siala sarà ancora più veloce e confortevole. Degna di nota le vetrate panoramiche, i sedili riscaldati e l’utilizzo di energia rinnovabile per la funzionalità della cabinovia grazie all’uso di pannelli solari.

Per informazioni: http://en.graubuenden.ch/news/2015/09//laax-new-alp-sogn-martin-la-siala-10-seater-gondola-lift-2183.html

 

Lenzerheide: cabinovia by Porsche (Grigioni).

Anche il comprensorio di Lenzerheide-Arosa non vuole sfigurare in fatto di stile. A dicembre verrà inaugurata la cabinovia a 8 posti di Churwalden progettata da Porsche Design Studio ma è in corso il rifacimento di tutta la stazione a valle con ristorante, noleggio attrezzatura e scuola sci. L’obiettivo è rendere ancora più veloce e piacevole l’accesso al comprensorio.

Per informazioni: http://lenzerheide.com/en/region/useful-information/projects/churwalden-portal

 

 

3) Un amore di camera: nuove aperture.

 

Bever Lodge: il primo hotel modulare in legno della Svizzera (Engadin St. Moritz).

A dicembre 2015 apre i battenti il Bever Lodge a Bever, il caratteristico villaggio dell’Engadina circondato da tracciati per lo sci di fondo. Essenziale ma confortevole, il lodge è un hotel modulare in legno: le camere sono state costruite in loco da un’azienda di Savognin e trasportate successivamente a Bever. I padroni di casa sono una giovane coppia di ex istruttori di sci alpino, fondo e snowboarder. Da amanti dello sport e della loro regione, sapranno consigliare adeguatamente i loro ospiti.

Per informazioni: http://www.beverlodge.ch/EN/Home.html

 

Ameron Hotel Davos: un 4 stelle dalle molte anime (Grigioni).

Di fronte al Centro Congressi, dove si svolge annualmente il World Economic Forum, verrà inaugurato a dicembre 2015 il 4 stelle Ameron Hotel Davos. Per la sua posizione e per le sue dotazioni, la struttura è pensata per accogliere sia il turismo congressuale sia quello vacanziero. La Vitality Spa di 850 mq – con piscina, bagno turco, saune, sala fitness – propone un’ampia scelta di massaggi e di trattamenti per il viso e per il corpo. C’è anche il servizio make-up per le occasioni speciali. Lo skipass può essere acquistato direttamente alla reception. Tutti i comprensori (Parsenn, Jakobshorn, Pischa or Rinerhorn) sono raggiungibili tramite lo skibus gratuito, a 2 minuti a piedi dall’hotel. Anche le famiglie sono benvenute. Per loro sconti sui pernottamenti e sui pasti, il Kids Club e lo Splash Time, una fascia oraria riservata ai bambini per giocare nella Spa.

Per informazioni: http://www.ameronhotels.com/en/hotel-davos

 

Frutt Family Lodge a Melchsee Frutt: a misura di famiglia (Regione di Lucerna).

Melchsee Frutt, località chiusa al traffico della Regione di Lucerna, è ancora più orientata alla famiglia. Con l’apertura del nuovo lodge, prevista per il 12 dicembre 2015, si potrà soggiornare nelle 47 spaziose e luminose camere familiari affacciate in parte sul lago di Melch: qui i bambini fino a 12 anni non pagano. Gli ospiti possono accedere ai ristoranti e alla spa del vicino Hotel Frutt Lodge & Spa.

Per informazioni: http://www.frutt-familylodge.ch/

 

4) Avventure romantiche.

 

Speed dating sullo skilift (Regione di Lucerna).

7 minuti. Tanto basta per incontrare la propria anima gemella. Uno speed dating un po’ speciale quello proposto nella piccolo comprensorio di Rothenthurm, a pochi km da Einsiedeln. Ogni secondo sabato del mese, i single dai 25 ai 42 anni sono invitati a salire insieme sullo skilift ad ancora di Neusell. E se tutto dovesse andare secondo i piani a poca distanza sorge lo Jadg Schloss. Questa dimora, affacciata sul Lago di Lucerna, propone pacchetti romantici con pernottamento, aperitivo, cena “alla francese” a lume di candela e una sorpresa di benvenuto.

Per informazioni: www.swiss-chalet.ch/en/hotels/jagd-schloss/

 

 

Rifugio Sulzfluh: addormentarsi al confine con l’Austria (Grigioni).

D’inverno si raggiunge solo a piedi in circa un’ora dal villaggio Walser di St. Antönien, nei Grigioni. È il rifugio Sulzfluh, costruito nel 1875, per ospitare escursionisti e scalatori. Ideale per una vacanza fuori dal tempo accompagnata dalla buona cucina e dalla quiete. Alcune stanze sono illuminate ancora oggi con candele e lampade ad olio.

Per informazioni: http://www.myswitzerland.com/it-it/alloggi/hotel/berggasthaus-salzfluh.html

 

Gstaad: matrimonio sulle piste (Gstaad Saanenland).

Voglia di matrimonio? Un’occasione da cogliere al volo per chi vuole giurarsi amore eterno con un tocco di originalità: nel comprensorio di Gstaad ci si può sposare con rito civile al Rifugio Rellerli.

Per informazioni: http://www.myswitzerland.com/it-ch/inverno/ristorante-berghaus-rellerli-1837m.html

 

5) Offerte da non perdere.

 

Aletsch Arena: offerta di inaugurazione a Bettmeralp (Vallese).

L’apertura della stagione invernale a Bettmeralp, nel comprensorio chiuso al traffico auto Aletsch Arena, è sempre accompagnata da musica e buon umore. Dall’11 al 13 dicembre 2015 si può approfittare del pacchetto di inaugurazione che comprende 2 notti con colazione, skipass da 2 giorni e ingresso alla festa nel Centro sportivo Bachtla. Prezzo a persona a partire da 267 CHF.

Per informazioni http://www.aletscharena.ch/forfettarie-invernali/

 

Saas Fee: pacchetto anni ’80 (Vallese).

La passione per i mitici anni ’80 non abbandona la valle di Saas. Dopo aver celebrato durante la scorsa stagione gli WHAM! e il videoclip di “Last Christmas” girato a Saas Fee nel 1984, l’ente del turismo propone un pacchetto hotel e skipass – valido dal 4 al 18 dicembre – al prezzo di 30 anni fa. L’offerta prevede 2 o 5 pernottamenti con skipass per tutta la durata del soggiorno a partire da 225 CHF a persona (per 2 notti).

Per informazioni: www.saas-fee.ch/en/preise-wie-vor-30-jahren

 

Regione della Jungfrau: offerta 2×1 (Regione della Jungfrau).

Vacanza sugli sci per due a prezzi dimezzati. È questa l’offerta per sciare ai piedi di Eiger, Mönch e Jungfrau. Il pacchetto – valido dal 12 al 18 dicembre 2015 e dal 2 al 29 gennaio 2016 – comprende 2 notti con colazione e 3 giorni di skipass validi in tutto il comprensorio. Prezzo per due persone in camera doppia: da 450 CHF.

Per info: www.jungfrauregion.ch

 

Davos: skipass gratis a inizio stagione (Grigioni).

È l’offerta giusta per chi freme dalla voglia di sciare! Dal 21 novembre al 20 dicembre 2015 chi pernotta almeno una notte in hotel di diversa categoria riceve lo skipass gratuito per sciare nel comprensorio Davos Klosters. Si può scegliere fra 5 aree – collegate fra loro da efficienti ski bus – che garantiscono neve già a metà novembre. Prezzo a persona in hotel*** a partire da 80 CHF comprensivo di pernottamento, colazione e skipass.

Per informazioni: www.davos.ch

st0037591.thw

6) Top Events 2015/16

 

  • ClauWau, Samnaun (28.11.2015)
  • Cross Country World Cup, Davos (11.-13.12.2015)
  • World Cup Ski Jumping, Engelberg (19.-20.12.2015)
  • Spengler Cup, Davos (26.-31.12.2015)
  • «Tour de Ski», Lenzerheide (01.-03.01.2016)
  • Ski World Cup Men, Adelboden (09.-10.01.2016)
  • World Cup Bob, St. Moritz (12.-25.01.2016)
  • Ski World Cup Men, Lauberhorn Wengen (15.-17.01.2016)
  • Inferno-Races, Mürren (20.-23.01.2016)
  • Gourmet Festival, St. Moritz (25.-26.01.2016)
  • Night White Turf, St.Moritz (NUOVO) (06.02.2016)
  • Ski World Cup Women, Lenzerheide (12.-13.3.2016)
  • Engadin Skimarathon, St. Moritz (13.3.2016)
  • Ski World Cup Finals, St. Moritz (NUOVO) (16.-20.3.2016)

 

Riferimenti per il pubblico da citare negli articoli

  1. verde 0080010020030, www.svizzera.it o info@myswitzerland.com per informazioni turistiche generali sulla Svizzera, per prenotazioni alberghiere e richieste di brochure (inviate gratuitamente a domicilio).

 

st0037593.thw

 

 

Social Media

#INNAMORATIdellaSVIZZERA

Twitter: @myswitzerland_it

Facebook.com/switzerland

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here