Stoccolma regina del Nord Europa

0
1330

Testo e foto di Tiziano Argazzi

 

Una città dalla straordinaria bellezza frutto di una sapiente miscela di nuovo ed antico che qui si intrecciano e convivono in modo mirabile

 

Stoccolma, adagiata su 14 isole, alla confluenza del Lago Malaren col Mar Baltico, è una fra le città più vivaci ed affascinanti del mondo, in qualunque periodo dell’anno ma soprattutto in inverno e quando è ammantata di neve che, a queste latitudini, è facile incontrare per tutto aprile. Anche con pochi giorni di vacanza si riesce a visitarla con tranquillità per apprezzarne la straordinaria bellezza frutto di una sapiente miscela di nuovo ed antico che qui si intrecciano e convivono in modo mirabile. A cominciare dalla medievale Gamla Stan, la città vecchia sull’isola di Stadsholmen, una sorta di museo all’aperto, con gli edifici storici inclinati di quel tanto da sembrare in equilibrio instabile ed i vicoletti sinuosi lastricati di pietra, pieni di negozi di artigianato e gallerie d’arte, che si aprono su piazzette deliziose punteggiate da accoglienti caffè e ristorantini tipici, molti dei quali ricavati in antichi edifici.
Nel centro di Gamla Stan, l’imponente Kunglida Slottet, il Palazzo Reale con oltre 600 stanze molte delle quali visitabili, e la vicina Storkyrkan, la cattedrale eretta nel 1279 e poi ricostruita nel ‘700 che da sempre ospita le incoronazioni ed i matrimoni dei reali di Svezia (qui nel giugno del 2010 la principessa Vittoria, erede al trono ha sposato Daniel, il suo personal trainer) ed il Riksdagshuset, il monumentale palazzo del Parlamento, costruito fra il 1897 ed il 1905.
Poco distante la deliziosa piazzetta Stortorget raccolta attorno alla bella fontana e circondata da palazzi del XVII e XVIII secolo. La piazza ospita anche lo Julmarknad il mercatino natalizio più antico della città. Da vedere anche l’interessante Museo del Nobel (www.nobelmuseum.se), dove viene raccontata la storia di Alfred Nobel e degli oltre 800 vincitori del prestigioso premio.
L’edificio più rappresentativo di Stoccolma è però lo Stadshuset, il Municipio in mattoni rossi, sull’isola di Kungsholmen. Il 10 dicembre di ogni anno in due delle sue Sale, la Blu e la Dorata, si svolge il fastoso ricevimento per l’assegnazione dei Nobel. Costruito nei primi del ‘900, in stile rinascimentale italiano, dal suo corpo centrale si innalza una torre di 106 metri, sormontata dalle tre corone dorate dello stemma nazionale, dalla cui cima si gode una vista mozzafiato sulla intera città.
Museo Vasa attrazione a cinque stelle. Ad est della capitale, l’isola di Djurgården, ex riserva di caccia reale, ed oggi un grande polmone verde, un mix di prati e boschi che costeggiano il canale ed il porto. Sull’isola si trovano alcuni dei luoghi più belli e famosi di Stoccolma: il Vasamuseet (www.vasamuseet.se), il museo Vasa, il più visitato della Scandinavia, che propone uno splendido vascello da guerra del 1600, lungo 69 metri, affondato nel porto di Stoccolma appena 20 minuti dopo il varo. Recuperato nel 1961 è stato meticolosamente restaurato ed oggi è una vera meraviglia. Poco distante lo Skansen (www.skansen.se) il più antico e grazioso museo all’aperto del mondo, dove riscoprire la Svezia in miniatura e le tradizioni locali e visitare lo zoo con alci, orsi, linci e lupi. Da vedere anche l’imponente Nordiska Museet (www.nordiskamuseet.se) dedicato alla vita, alla cultura, alle tradizioni ed al lavoro in Svezia negli ultimi 500 anni.
Accanto al Vasamuseet si trova lo Junibacken (www.junibacken.se), un museo interamente dedicato ai più piccoli, che possono vivere una giornata indimenticabile nel mondo incantato delle fiabe, ed incontrare Pippi Calzelunghe ed i tanti personaggi usciti dalla magistrale penna di Astrid Lindgren, la scrittrice svedese di libri per bambini.
Tour nell’arcipelago. Nonostante le tantissime attrazioni della città, sono in molti a ritenere che lo splendido paesaggio marino dell’arcipelago con oltre 30 mila isole, isolette e scogli sia il vero valore aggiunto di Stoccolma. Dall’attracco di Strömkajen, davanti al Grand Hotel, ci si può imbarcare dopo aver individuato il tour che più interessa (www.stromma.se), con durata compresa fra 50 minuti e due ore e mezzo.
Alla ricerca di Millennium. L’isola di Södermalm, a sud della capitale, ex quartiere operaio ed oggi luogo trendy pieno di locali tipici e negozi alla moda è anche il luogo dove vivono e lavorano i protagonisti dei libri di Stieg Larsson il più celebre scrittore e drammaturgo svedese di tutti i tempi: il giornalista investigatore Mikael Blomkvist abita al n.1 di via Bellmansgatan; nel centro dell’isola ha sede l’immaginaria rivista Millennium dove lui lavora, sempre qui c’è il lussuoso appartamento della eroina hacker Lisbeth Salander ed anche il Kvarnen, lo storico pub birreria frequentato da Lisbeth e dai musicisti della rock band Evil Fingers. I luoghi di Millennium sono da anni una apprezzata meta turistica tanto che lo Stadsmuseet (www.stadsmuseum.stockholm.se), il Museo Civico di Stoccolma, organizza delle visite guidate sulle orme di Mikael Blomkvist e Lisbeth Salander, con approfondimenti sui personaggi e sull’autore.
Le vie dello shopping e della moda. La capitale svedese è una destinazione ideale anche per chi è interessato a design, moda, stile di vita e tendenze all’avanguardia ed è famosa a livello internazionale per i suoi negozi innovativi. Östermalm è il quartiere più esclusivo. Qui si trovano i marchi internazionali più prestigiosi e le proposte più lussuose del mondo del design, della moda e dell’arredamento scandinavo.
Una giornata in cerca della moda più esclusiva a Östermalm inizia lungo la Biblioteksgatan e i suoi prestigiosi negozi, ad esempio Armani e Filippa K. Chi desidera acquistare pezzi d’arredamento e arte non può non visitare negozi classici come Svenskt Tenn e Malmstenbutiken, all’inizio di Strandvägen nei pressi di Nybroviken.
Come arrivare: Stoccolma è collegata con la maggior parte delle città italiane. Gli aeroporti della capitale svedese sono tre: Arlanda, Bromma e Skavsta. Il principale è quello di Arlanda con i suoi cinque terminal, a 45 chilometri a nord della città. Ci sono navette della compagnia Flygbussarna che partono ogni 10 minuti per il City Terminalen del centro di Stoccolma, tragitto 35-40 minuti, costo solo andata 99 corone (Sek) circa 12 euro. Più veloce è il tragitto con il treno Arlanda Express, che ogni 15 minuti (ogni 30 minuti sabato) collega Arlanda e la stazione centrale di Stoccolma in 20 minuti dalle 5 del mattino a mezzanotte. Il tragitto dura soltanto 20 minuti e costa 260 corone. Poi con la metropolitana si arriva in qualunque punto della città. Per muoversi a Stoccolma è quasi d’obbligo la Stockholm Card (costo 450 corone giornaliere) per utilizzare liberamente bus, tram e metro e per entrare gratis in un centinaio di musei e palazzi storici.
Da Bologna a Stoccolma Arlanda, terminal 5, c’è un comodo volo della Scandinavian Airlines in partenza dal "Guglielmo Marconi" il giovedì alle 14,15 e la domenica alle 10,55 ed arrivo dopo due ore e mezza. Il ritorno da Stoccolma nelle stesse giornate con partenza alle 7,15 (la domenica) e 10,35 (il giovedì).
Cambio valuta. Già all’aeroporto in uno dei tanti botteghini presenti si possono cambiare euro in corone, la moneta locale, tenendo presente che un euro vale circa 8,8 corone. Però si può tranquillamente utilizzare la carta di credito che viene accettata dappertutto, anche per pagare il taxi, tutti dotati dell’apposito lettore.
Dove dormire: si consiglia lo Scandic hotel Malmen (www.scandichotels.com/malmen) sull’isola di Södermalm. Un buon tre stelle a due fermate di metro dalla stazione centrale (linea verde direzione sud, fino a Medborgarplatsen) con un buon rapporto qualità prezzo ed una ricca colazione a buffet.
Dove mangiare. Negli ultimi anni, Stoccolma viene indicata come una delle metropoli gastronomiche più entusiasmanti e creative del mondo. Dalle 11 del mattino a notte fonda è sempre possibile degustare qualche buon piatto. L’offerta è infinita: dalla gastronomia internazionale alla cucina svedese, dai ristoranti di ogni nazionalità alle trattorie economiche di quartiere ed ai classici bistrot. Non c’è che l’imbarazzo della scelta. Si consiglia di provare comunque il ristorante Kvarnen a Södermalm (Tjärhovsgatan 4, www.kvarnen.com), una caratteristica birreria inizio ‘900 con cucina casalinga svedese in un bellissimo locale con soffitti alti dall’aria un po’ retrò, luogo descritto nella trilogia Millennium in quanto frequentato dalla protagonista Lisbeth Salander.

Ulteriori notizie: consultare i siti www.visitsweden.com e www.visitstockholm.com.

Articolo già pubblicato su Il Centro di Ferrara e su Estense.com quotidiano on line di Ferrara

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here