Slovenia, terme Krka Una vacanza perfetta

0
1578

di Maurizio Maria Fossati

Strugnano, una località rivierasca per la talassoterapia e la riabilitazione, Dolenjske e Smarjeske Toplice, all’interno, per riconquistare la forma e disintossicarsi. Tre centri per divertirsi e conquistare il benessere totale

 

"Prenderci i nostri spazi e scegliere di fare quello che ci piace è importante e salutare", lo afferma Claudio Mencacci, direttore di Neuroscienze, all’ospedale Fatebenefratelli di Milano. "Che si sia soli, col compagno o con gli amici, recuperare il giusto rapporto col proprio corpo e con la propria mente è fondamentale e significa conquistare il benessere totale". Anche per l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS): "La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, e non la semplice assenza di malattia". Quindi, ben venga la scelta di un periodo di coccole e cure alle Terme, l’antico e oggi riscoperto paradiso del benessere globale.
"Chi desidera vivere la propria vita in modo soddisfacente deve necessariamente trovare il tempo per pensare a se stesso – dice Petra Florjancic, regional sales manager delle Terme Krka, in Slovenia -. La nostra missione è permettere agli ospiti di vivere una vita sana grazie a servizi moderni e innovativi. Qui, in Slovenia, offriamo salute, benessere, relax e bellezza esteriore. Alle Terme Krka ben sappiamo che l’uomo è un tutt’uno inscindibile, composto da mente e corpo. Ben sappiamo che i problemi di salute non dipendono solo da da fattori fisici come le cattive abitudini (fumo, sedentarietà alimentazione scorretta ecc.), ma anche dallo stress, dalla stanchezza e dalla solitudine. Ecco perché la nostra offerta è a tutto tondo: dalla prevenzione, alla riabilitazione, alla cura, alla bellezza, con assistenza medica 24 ore su 24".

 

Strugnano, il mare come medicina
A 30 chilometri da Trieste, l’oasi verde del golfo di Strugnano, grazie al clima mite e alla presenza delle saline, possiede tutti i requisiti migliori per la talassoterapia. Una scelta ideale per curare problemi respiratori, reumatici, nonché per la degenza dopo infortuni o interventi chirurgici all’apparato motorio. Ma anche per trascorrere una vacanza corroborante. L’aria di Strugnano, infatti, grazie all’aerosol marino, agisce positivamente sull’apparato respiratorio e ne tonifica le mucose.
Per la riabilitazione, inoltre, il centro di Strugnano offre moderne attrezzature fisioterapiche e un team di medici, fisioterapisti ed ergoterapisti di grande esperienza.
"I bagni di mare svolgono un’azione benefica sui sintomi delle malattie reumatiche, di dolori alla schiena e muscolari, aiutano a ridurre le infiammazioni, rilassano e stimolano l’eliminazione dei liquidi in eccesso dal corpo – spiega Dragica Kozina, medico specialista in riabilitazione del centro Talaso Strunjan -. Nel contempo, favoriscono il funzionamento degli organi preposti all’eliminazione delle tossine (fegato, reni, epidermide). Le sostanze accumulate, infatti, scorrono attraverso il sistema linfatico fino a raggiungere la pelle, dove il sale marino ne favorisce l’espulsione".
L’acqua di mare viene utilizzata nel Centro di Strugnano per il nuoto, la ginnastica in acqua riscaldata a 31 °C e gli idromassaggi in vasca. Sulle attività vigila il Laboratorio di tecnologia delle acque. Il sale marino, come è noto, è un agglomerato di oltre 80 elementi minerali diversi. In percentuale maggiore troviamo il sodio, il calcio, il potassio, il bromo, il manganese, il magnesio, lo iodio, il ferro e il fluoro. La sua azione antisettica e antistaminica sulla pelle, determina un effetto benefico per chi ha problemi di dermatite, eczema e psoriasi.

 

Fanghi marini contro le infiammazioni
I fanghi marini delle saline di Strugnano, leggermente solforici e alcalini, vengono purificati e riscaldati per l’impiego terapeutico. Nei trattamenti curativi, spiegano gli esperti del Centro, vengono applicati sotto forma di impacchi che in questo modo esercitano una benefica azione fisico-chimica. Il calore (38-39 °C) e la pressione del fango sulla pelle, infatti, favoriscono la vasodilatazione, stimolando la circolazione sanguigna locale. Le tensioni muscolari si riducono e il tessuto connettivo si ammorbidisce donando un piacevole effetto antidolorifico. Il fango esercita la sua azione antinfiammatoria e rilassa gli organi interni, fattore molto importante nelle affezioni infiammatorie croniche. Consigliato come aiuto a chi soffre di malattie reumatiche, ginecologiche, infiammatorie del tratto urogenitale, il fango dà benefici anche nella riabilitazione di pazienti con lievi traumi e malattie degenerative dell’apparato motorio e della colonna vertebrale. Gli impacchi provocano inoltre un’esfoliazione degli strati superficiali dell’epidermide, favorendone quindi la pulizia e la rigenerazione.

 

Le fonti calde di Toplice
Dall’azzurro cobalto al verde smeraldo. E’ questa la suggestiva emozione che colpisce chiunque lascia la costa slovena per addentrarsi nel cuore della regione, caratterizzata da ampie vallate e verdissime distese di prati e boschi. Siamo nel regno del relax, ed è la natura stessa a comunicarcelo con sommessa prepotenza.
E qui sorgono altre due Terme Krka. A Dolenjske e Smarjeske Toplice l’acqua termale sgorga rispettivamente a 32,8 e 36,2 gradi. Le caratteristiche delle due fonti sono abbastanza simili, ma con cationi di sodio, potassio, magnesio, calcio, stronzio, ferro, litio, manganese, bario, e anioni di fluoro, cloro, bromo e iodio, disciolti in percentuali leggermente diverse. L’acqua di entrambe le strutture viene tenuta sotto controllo dall’Istituto per la sicurezza sanitaria di Novo Mesto. Il ventaglio delle applicazioni è molto ampio: dai reumatismi, ai vari problemi infiammatori, alla riabilitazione cardiovascolare, neurologica e post-operatoria.

 

Riabilitazioni taylor made
Alle terme Krka i programmi terapeutici e di riabilitazione medica sono veramente a misura di paziente. Spesso gli ospiti sono persone che hanno superato un infarto cardiaco, un’operazione al cuore o sono affetti da problemi di bassa capacità funzionale cardiocircolatoria. All’arrivo vengono quindi sottoposti alla visita del cardiologo che esegue tutti gli esami necessari per valutare il tipo di riabilitazione e il livello di sforzo sostenibile con sicurezza. A ciascun paziente viene, quindi, consigliato un programma dettagliato di attività fisiche da svolgere regolarmente e senza rischi. Solitamente il programma prevede una permanenza nel Centro di 14 o 21 giorni durante i quali vengono eseguiti esercizi fisici con attrezzature e a corpo libero attentamente guidati e dosati assieme a terapie di rilassamento. Massaggi, spazzolature, elettroterapie antidolore, diete adeguate e lezioni sullo stile di vita fanno parte dell’iter riabilitativo. Le attrezzature sono tutte all’avanguardia. Per chi soffre di mal di schiena, per esempio, è disponibile il Gamma Swing, uno strumento che solleva delicatamente il paziente (a testa in giù) dalle gambe per favorire la distensione della colonna vertebrale grazie all’impiego combinato della forza di gravità e di dolci movimenti oscillatori.

 

La vacanza benessere
Ma Terme Krka significa anche svago, divertimento e vacanza. Immersi nel verde della natura, si possono infatti praticare numerosi sport, come trekking, camminata nordica, pattinaggio in linea su strada e bicicletta, ma anche tiro con l’arco, tennis, canottaggio e fitness in palestra. E poi, quando il sole tramonta c’è la gastronomia locale da gustare e le piacevoli serate musicali.
Ma non solo. Nell’ottica della "remise en forme" a Smarjeske Toplice lo stress accumulato nella vita quotidiana viene stemperato attraverso pacchetti settimanali battezzati "Burnout". "La corretta respirazione è la giusta chiave per vincere lo stress e rilassarsi", sostiene Anita Mozgan, uno dei personal trainer che insegnano a controllare e dominare il corpo e la mente. E per chi ha accumulato qualche chilo di troppo c’è il programma "Slim fit", che permette di ridurre in 8-15 giorni i depositi adiposi sotto un attento controllo medico, tonificando le zone critiche e aumentando l’elasticità e la rigenerazione dei tessuti.
Una-due settimane occorrono anche per eliminare dal corpo le sostanze nocive e le tossine. Il programma "Vita detox" gestito da un medico con l’aiuto di un personal trainer si basa infatti sulla detossificazione alimentare personalizzata mediante assunzione di succhi di frutta, verdure fresche, siero di latte e zuppe. "Ogni progetto di riconquista della forma migliore e del benessere – assicura Janja Strasek, nutrizionista – viene sempre adeguato alle specifiche esigenze personali, e ogni ospite torna sempre a casa col morale alle stelle per i risultati raggiunti".

 

Pubblicato su QN – Viaggi & Sapori il 3.6.2014

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here