San Diego, la California più easy

San Diego, la California più easy

0 15

di Elena Barassi

 

Solo pochi km dal confine col Messico, San Diego è la California nella sua accezione più pura. Easy, dicono da queste parti. Perché il fascino di questa città adagiata su una baia è che tutto è facile e a portata di mano. Comprese palme, oceano e lunghe distese di finissima sabbia. Idilliache quelle di La Jolla, “il gioiello” , una delle autentiche gemme della costa californiana. Le strade tortuose ed eleganti salgono dalle rive sull’oceano fino a La Jolla Cove e poi nel villaggio, dove il maestoso La Valencia Hotel del 1926, con la sua complessa decorazione in piastrelle e i dettagli architettonici spagnoleggianti, dà vita a un’atmosfera romantica di tempi perduti. Si sorseggia un cocktail per poi salire su verso il Museum of Contemporary Art San Diego, con affaccio spettacolare sull’oceano. Preziose opere d’arte en plein air che distolgono l’attenzione da una natura che qui è ancora incontaminata. Atmosfera più rilassata a Pacific Beach il cui Pier invita ad una tranquilla passeggiata godendosi lo spettacolo di intrepidi surfisti che solcano altissime onde. Proprio di fronte al cuore della città ecco Coronado Island a cui si accede dallo scenografico Coronado Bridge. Eleganti ville affacciate sull’oceano e lungo l’ Orange Avenue piccoli negozi intriganti e gallerie d’arte. Su tutto domina lo charme senza tempo dell’Hotel Del Coronado, eretto nel 1888 e costellato di torrette color ruggine, simili a quelle di un castello. Ex quartiere a luci rosse oggi effervescente downtown, il Gaslamp Quartier deve il suo nome alle lampade a gas che illuminavano le sue strade a fine Ottocento. La zona venne creata nel 1867, quando Alonzo Horton comprò 160 acri di terreno per realizzare un nuovo quartiere, più vicino alla baia e distaccato dalla Old Town, che fu il primo insediamento coloniale spagnolo di San Diego. Parte degli Historic Places  USA oggi questa downtown brilla di locali, ristoranti, negozi e hotel di design e, per ricordare le famose gas lamp di una volta, 4 nuove lampade a gas sono state posizionate all’incrocio tra Market Street e la 5th Avenue. Seconda metropoli della California dopo Los Angeles, San Diego è, soprattutto, il luogo in cui nacque uno degli Stati più importanti degli Usa grazie al primo insediamento spagnolo risalente al 1769 e alla missione francescana San Diego de Alcalà. Si rivive la storia di questa vivace città nell’Old Town dove si osservano i primi edifici fondati dai colonizzatori Spagnoli nel periodo che va dal 1820 al 1867. Tra questi spiccano la casa di Estudillo costruita in paglia e fango da Don Jose de Estudillo, un aristocratico spagnolo tra i primi colonizzatori e il First San Diego Courthouse un tribunale della metà del 1980. San Diego riserva anche un grande grandissimo cuore verde, il Balboa Park (www.balboapark.org) dove da oltre un secolo cultura fa rima con natura. Un’infinità di aree en plein air che comprendono, tra gli altri, il giardino delle palme, il giardino giapponese dell’amicizia, il famosissimo giardino delle rose con più di 130 varietà di questo fiore e pure l’arcinoto zoo. Quello che colpisce all’interno è il numero impressionante di musei. Se ne contano addirittura 15. Tra questi da non perdere il San Diego Museum of Art. All’interno collezioni a cui è difficile non prestare attenzione. Dai nostri GiottoGiorgioneTiepoloCanaletto, agli spagnoli GoyaSorolla,  ai francesi Degas, Monet, RenoirMatisse, fino ai pittori fiamminghi RubensHals Van Dyck e Ruisdael. Ci sono anche collezioni riservate all’arte americana tra cui Diego RiveraRufino TamayoGeorge BellowsMary CassatRobert Henri John Sloan e alle arti asiatiche e africane tra le quali sculture giapponesi. Ma questo è solamente una parte del vasto patrimonio culturale del Balboa Park. Che rivela, all’interno, alcuni interessanti musei come l’’ Air and Space Museum, l’Automotive Museum, il museo dell’automobile e dei motocicli più famosi nella storia o l’Hall of Fame Museum, il museo dello sport più grande degli USA. Le mie dritte? Il primo giorno salite su uno degli antichi tram che vi farà fare un giro completo della città, salendo e scendendo alle 10 fermate a vostro piacimento (da 35,95 dollari www.trolleytours.com/san-diego/tickets). Avrete modo di cogliere da subito l’essenza di San Diego. Per il soggiorno, il Kimpton Hotel Palomar (www.hotelpalomar-sandiego) è un bellissimo design hotel dal gusto raffinato proprio nel cuore di Downtown. Per tutte le info: www.sandiego.org/about.aspx.

 

balboa-park-elena-barassi

 

Articolo pubblicato al link:  http://blog.ilgiornale.it/viaggiopervoi/2017/02/25/san-diego-la-california-piu-easy/

 

NO COMMENTS

Leave a Reply