Rapporto sul Turismo 2010|

testo di Flavia Maria Coccia, isnart

 

È stata presentata lo scorso 14 luglio al Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo la prima edizione del "Rapporto sul Turismo 2010", pubblicato dall’Osservatorio Nazionale del Turismo in collaborazione con i suoi partner istituzionali: Banca d’Italia, Istat e Unioncamere-Isnart.

Un Rapporto capace di fotografare "un settore di sviluppo industriale di fondamentale importanza per il nostro Paese – come spiega il Capo Dipartimento Caterina Cittadino – trasversale a diversi settori economici, che dà origine a una complessa filiera produttiva." Una nuova pubblicazione "resa possibile dall’azione coordinata di diversi soggetti che per missione istituzionale – aggiunge il Direttore Generale del Dipartimento Roberto Rocca – si occupano di ricerca statistica applicata al turismo".
Ma veniamo ai risultati. Il 2010 si presenta come un anno complesso e segnato da molte contraddizioni su cui hanno influito in modo determinante la lunga crisi economica, la crescente globalizzazione che, grazie alla Rete, ha accentuato la concorrenza e la "guerra" dei prezzi tra le imprese, gli incidenti e le difficoltà che hanno coinvolto l’intero pianeta (dall’eruzione del vulcano all’allarme squalo in Egitto, al maltempo che, in periodi diversi, ha colpito tutta l’Europa, Belpaese compreso).
In questo scenario il sistema Italia ha dimostrato di essere competitivo con le sue città d’arte, ma non poche difficoltà hanno colpito le località balneari. E per far fronte al cambiamento le nostre imprese ricettive, in particolare quelle alberghiere, hanno giocato la carta dell’abbassamento dei prezzi. Una strategia, questa, che ha dato i suoi risultati: tant’è che laddove il costo della vacanza non è sceso si sono avute performance più negative.
In più bisogna tenere ben presente che il turismo italiano sta cambiando le sue abitudini più consolidate: non concentra più le proprie vacanze nel mese di agosto, considerando giugno, luglio e settembre come valide alternative all’altissima stagione. Il turismo internazionale, poi, sceglie il nostro Paese soprattutto in primavera. Nei primi sei mesi dell’anno le entrate turistiche in Italia dall’estero sono così aumentate del 5,3% rispetto al 2009 (nello stesso periodo la Spagna ha fatto registrare un +0,3% e la Francia un -5,7%).Analizzando nello specifico l’estate si nota una riduzione media dell’occupazione camere di quasi 4 punti percentuali e un calo del prezzo medio per camera del 7,5% (gli hotel di alta categoria sono andati in pareggio in termini di occupazione, riducendo però il prezzo del 12%). Il bilancio totale del comparto ricettivo italiano da gennaio a dicembre chiude infine con un -2,1% di camere vendute (-1,5% per il comparto alberghiero e -3,8% per l’extralberghiero).

 

Rif. Isnart, Flavia Maria Coccia, tel. 06 2039891 – email: f.coccia@isnart.it

|http://www.gist.it/public/858122496italia.jpeg|Articoli|news in pillole,economia| Con Eden Made tour e safari in Botswana|

Il Botswana è situato nel cuore dell’Africa del Sud al confine con Zimbabwe, Zambia, Namibia e Sudafrica. Un vero paradiso naturale caratterizzato da una natura incontaminata e selvaggia.
 
Il paese ha la più vasta estensione di aree protette dell’Africa, dove gli animali si muovono in piena libertà e le uniche strutture ricettive presenti sono lodge e campi tendati, allo scopo di salvaguardare l’ecosistema dall’impatto con il turismo di massa. Tra le ampie distese di sabbia del deserto Kalahari, arido e all’apparenza inospitale, esiste un angolo di paradiso creato dal delta più grande del mondo, quello dell’Okavango, il fiume che si perde in un labirinto paludoso abitato da una miriade di animali selvaggi, primi tra tutti gli elefanti. All’interno di questa zona si è creata la riserva naturale Moremi, completamente isolata dal resto del paese nata per la salvaguardia della flora e della fauna locale. Qui è possibile trovare coccodrilli, ippopotami, elefanti, bufali, leoni, antilopi, tantissimi uccelli e pesci. Altra meraviglia locale è il Chobe National Park con i suoi molteplici ecosistemi: savana, paludi, foreste ed una quantità infinita di animali.

Tutte le proposte firmate Eden Made sono pensate per le esigenze dei viaggiatori alla costante ricerca di un’esperienza, che racchiuda avventura, ma anche comodità e sicurezza.

 

Botswana a portata di mano

 

Agosto, Settembre, Ottobre,  a partire da Euro 5.995,00



1° giorno: Italia – Johannesburg Partenza con volo di linea per Johannesburg. Pasti e pernottamento a bordo.
2° giorno: Johannesburg – Victoria Falls – Chobe National Park Arrivo a Johannesburg e proseguimento per Victoria Falls, una delle sette meraviglie naturali del mondo dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. All’arrivo, trasferimento alla riserva privata del Chobe National Park, fondato nel 1967 e situato all’estremità nord-orientale del Botswana. Questo parco con i suoi 11.000 kmq di area protetta, è il parco più rinomato del Paese per la varietà e l’abbondanza della vegetazione e della fauna e, soprattutto, per l’alta concentrazione di elefanti. Cena e pernottamento nel lodge.
3° giorno: Chobe National Park Prima colazione presso il lodge. Giornata dedicata alle attività di safari in land rover 4×4 scoperte organizzate dal lodge alla ricerca di leoni, ghepardi, ippopotami, coccodrilli e soprattutto elefanti, numerosissimi in questo parco. Tempo a disposizione per il relax presso il lodge. Pranzo, cena e pernottamento.
4° giorno: Chobe National Park Prima colazione presso il lodge. Giornata dedicata alle attività di safari. Tempo a disposizione per il relax presso il lodge. Pranzo, cena e pernottamento.
5° giorno: Chobe National Park – Riserva Moremi Prima colazione presso il lodge. Trasferimento con un piccolo aeromobile alla Riserva Moremi istituita nel 1965 ai margini del Delta dell’Okavango. Sistemazione presso il Lodge che consente ai visitatori una grande varietà di attività come safari in barca o a bordo di imbarcazioni locali chiamate mokoro, ideali per visitare le zone di laguna e paludi; uscite con fuoristrada scoperti 4×4 per osservare l’abbondantissima fauna; passeggiate per entrare in contatto con la natura incontaminata di questo luogo ed attività di bird-watching. Cena. Pernottamento presso il lodge.
6° giorno: Riserva Moremi Prima colazione al campo. Intera giornata dedicata al safari in una delle zone più selvagge del Botswana, accompagnati da esperti ranger, a bordo di veicoli 4×4 per avvistare coccodrilli, elefanti, licaoni, bufali, gru ed una moltitudine di uccelli. Pranzo pic-nic durante la giornata. Cena e pernottamento al campo.
7° giorno: Riserva Moremi – Okavango Prima colazione al campo. Trasferimento al campo tendato situato su un’isola nel delta dell’Okavango, il più grande delta al mondo, considerato uno degli ecosistemi più straordinari al mondo, ricco di fauna e di vegetazione. Safari in barca veloce per ammirare la flora e la fauna del delta. Pranzo, cena e pernottamento al campo.
8° giorno: Okavango Prima colazione al campo. Giornata dedicata ai safari accompagnati da esperti ranger, a piedi e a bordo di imbarcazioni, alla scoperta della ricchissima fauna e flora del Delta. Pranzo, cena e pernottamento al campo.
9° giorno: Okavango – Makgadikgadi Pans National Park Prima colazione al campo. Trasferimento al Makgadikga di Pans National Park, un misterioso ed affascinante parco caratterizzato da immensi spazi di erba dorata. Un ambiente di aspra bellezza che dopo le piogge estive diventa habitat ideale per molte specie di animali e dei grandi predatori. Sistemazione, cena e pernottamento al campo.
10° giorno: Makgadikgadi Pans National Park Prima colazione. Intera giornata dedicata al safari negli infiniti territori di uno dei parchi nazionali più grandi del mondo che copre un’area di 52.000 kmq. Si tratta di una zona per lo più arida dove vivono gnu, ghepardi, leopardi, licaoni, iene, facoceri e leoni. Pensione completa e pernottamento al lodge.
11° giorno: Makgadikgadi Pans National Park – Maun – Johannesburg – Italia Prima colazione nel lodge. In tempo utile, trasferimento all’aeroporto di Maun e volo di linea per Johannesburg. Arrivo e proseguimento per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo.
12° giorno: Italia Arrivo in Italia e fine dei servizi.

I VOSTRI VANTAGGI PARTENZE

Partenza garantita minimo 2 persone
Tutte le attività di safari incluse
9 prime colazioni, 9 pranzi, 9 cene
Tutti i trasferimenti da programma inclusi
Partenze tutti i giorni


Le quote includono: trasporto aereo in classe economica; voli interni in classe economica; trasporto in auto con autista parlante inglese dagli aeroporti ai lodge e tra un lodge ed un altro; sistemazione in camera doppia nei lodge indicati; trattamento di pensione completa nei lodge; attività di safari con esperti ranger parlanti inglese
Le quote non includono: bevande, mance, extra di carattere personale, tutto quanto non espressamente menzionato in ‘le quote includono’.
Alberghi previsti: Chobe Marina Lodge; Camp Moremi; Camp Okavango; Makgadikgadi Pans: Leroo La Tau
Nota Bene: La partenza viene garantita con minimo 2 persone. Tutti i trasferimenti e le visite verranno effettuati con mezzi diversi (auto o minivan) in base al numero di partecipanti.

Per informazioni: www.edenviaggi.it e nelle migliori agenzie di viaggi

Solo informazioni stampa e immagini ad alta definizione
Sauro Scagliarini Ufficio Stampa
Tel 051 331339 – 336 557232
saurosca@tin.it


Eden MADE: Eden Made è la nuova linea di prodotto Eden Viaggi dedicata ai viaggiatori più esigenti. È stata pensata per coloro che non si accontentano di prodotti di serie e desiderano il viaggio su misura in ogni parte del Mondo. Per questi viaggiatori, ogni prodotto pensato da Eden Made è unico perché si adatta al gusto o alle necessità di ciascuno, così come ogni viaggio.
Gli esperti di Eden Viaggi, come l’artigiano che sceglie i materiali e gli strumenti migliori per realizzare un piccolo capolavoro, trovano gli ingredienti ideali per confezionare un viaggio di assoluta qualità nella sicurezza più totale. L’Oriente, l’America, gli Emirati, l’Africa del Sud: la linea Eden Made non conosce confini, orizzonti e limiti.

0
1064

http://www.gist.it/public/858122496image001.jpg