PRIMO CORSO GIST ONLINE accreditato S.I.Ge.F. 11 febbraio 2021

0
350

 

 25° CORSO DI FORMAZIONE GIST

 

 

Sarà a breve disponibile nella piattaforma S.I.Ge.F. dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti il primo corso di formazione online del GIST, il 25° organizzato dalla nostra associazione.

In realtà si tratta della replica di un corso già realizzato e che ha ottenuto un grande successo. Ringraziamo Alessandra Gesuelli e l’Ordine dei Giornalisti del Veneto, che ne ha consentito la realizzazione. Si tratta del primo corso online organizzato da un gruppo di specializzazione.

Poichè i posti disponibili sono solo 30, vi raccomandiamo di tenere d’occhio la piattaforma Sigef. Il corso si tiene su piattaforma zoom, il link per collegarsi è disponibile nelle info del corso una volta avvenuta l’iscrizione.

Data: 11 febbraio 2021

Ora: 10-13

Crediti formativi: 3

Titolo: SOCIAL VIDEO DA ZERO. Come realizzazione video per il web e i social in totale autonomia e con il solo uso dello smartphone

Docente: Barbara Ainis, giornalista professionista, autrice di documentari e fotoreporter di viaggio freelance

Obiettivo: Il corso intende fornire ai partecipanti consigli pratici e regole basilari per realizzare video con il proprio smartphone, in poco tempo e con poca spesa, ma curati nella forma e nel contenuto. Prodotti pensati per la televisione o altre piattaforme richiederebbero altri strumenti, altri investimenti e altre professionalità, ma per i social network e per i blog un semplice smartphone di nuova generazione, magari con i giusti accessori, garantisce una qualità tale da offrire riprese perfette da pubblicare. Questo non vuol dire che i video per i social non debbano essere curati e “professionali”. Anzi, se ci si vuole differenziare dai video amatoriali (e raccogliere più like e condivisioni) è assolutamente necessario che dietro alla loro realizzazione ci siano poche, ma solide regole.

Speriamo che questo corso, come tutti quelli organizzati dal GIST, sia di utilità ai colleghi.

 

Descrizione del corso

Docente Barbara Ainis

Se già negli ultimi anni gli audiovisivi avevano conquistato la stragrande maggioranza dell’intero traffico web e l’interesse degli utenti, oggi, con gli effetti della pandemia, saper realizzare un buon video con il proprio smartphone è una skill imprescindibile per ogni giornalista. Che si tratti di un videoreportage di viaggio (come per i nostri amici del Gist), di un servizio lifestyle, di una intervista o anche di un collegamento video “da casa”, conoscere le regole base di ripresa, di illuminazione, di registrazione audio e di montaggio può fare la differenza tra un risultato amatoriale e un video dal sapore più professionale.

Per i colleghi della carta stampata, che sempre più spesso devono collaborare anche al sito web, e per tutti i giornalisti che vogliano costruire la propria Self Brand strategy attraverso i propri canali social, è ormai fondamentale essere in grado di produrre e montare video, semplici ma efficaci (i video sono i contenuti più apprezzati – 5 volte di più dei contenuti statici secondo dati di Facebook –, i più visualizzati, i più commentati, i più condivisi, e sono spesso gli unici messaggi o post in grado di coinvolgere un pubblico allenato a una nuova soglia di attenzione che gli fa scorrere il News Feed sui device mobili il 41% più velocemente di quanto non si faccia su desktop).

Il corso intende fornire ai partecipanti consigli pratici e regole basilari per realizzare video con il proprio smartphone, in poco tempo e con poca spesa, ma curati nella forma e nel contenuto. Prodotti pensati per la televisione o altre piattaforme richiederebbero altri strumenti, altri investimenti e altre professionalità, ma per i social network e per i blog un semplice smartphone di nuova generazione, magari con i giusti accessori, garantisce una qualità tale da offrire riprese perfette da pubblicare. Questo non vuol dire che i video per i social non debbano essere curati e “professionali”. Anzi, se ci si vuole differenziare dai video amatoriali (e raccogliere più like e condivisioni) è assolutamente necessario che dietro alla loro realizzazione ci siano poche, ma solide regole.

SCHEMA DEL CORSO IN STREAMING

Durata complessiva 3 ore

Il docente accompagnerà i partecipanti in una introduzione teorica, ma concreta e di immediata comprensione anche senza alcuna preparazione pregressa, alle tecniche di ripresa (movimenti di macchina, stand-up e intervista, sequenza di riprese per montaggio in camera, uso delle luci e dei microfoni). Saranno presentati gli accessori (economici ed essenziali) che possono contribuire alla migliore riuscita delle riprese.

Il docente presenterà ai corsisti le basi essenziali del montaggio non lineare (digitale). Si spiegheranno elementi come: la timeline, stacchi di montaggio, testi, grafiche, audio, musiche e altro. Si parlerà inoltre per sommi capi anche delle problematiche riguardanti il copyright e la privacy, oltre che delle diverse tipologie di video per il racconto di viaggio, lifestyle, news.

Saranno mostrati esempi di riprese e movimenti di macchina – quelli corretti, ma anche quelli sbagliati per spiegare se si possano o meno recuperare in montaggio e come – ed esempi di efficaci video già editati (viaggi, lifestyle, interviste e altro).

I partecipanti potranno rivolgere domande via chat. Saranno fornite slide e materiali di approfondimento.

NOTA BENE

Il corso si focalizzerà in particolare sulle tematiche di ripresa, dando un’introduzione al tema del montaggio. Si daranno indicazioni generali applicabili a tutti gli smartphone. Eventuali approfondimenti riguarderanno il solo sistema operativo Android (no iOS per iPhone).

IL DOCENTE

BARBARA AINIS

Barbara Ainis nasce a Milano nel 1976. È laureata in Filosofia ed è giornalista professionista, autrice di documentari e fotoreporter di viaggio freelance. Lavora come autrice e producer ai documentari dell’Associazione Culturale La Catrina ed è responsabile della comunicazione della casa editrice INCIPIT23. È stata direttore responsabile della rivista bimestrale La Clessidra dal 1945 e collabora con testate nazionali e internazionali di viaggi. Con i suoi lavori ha vinto importanti premi: Best Documentary Award SIFF 2018 (con il documentario Éphémère. La bellezza inevitabile); primo premio World Tourism Day Photo Competition 2010, indetto dalla UNWTO; Premio giornalistico Gennaro Paone 2010; Premio giornalistico Città di Riccione 2009. Conduce seminari e corsi di formazione sui linguaggi audiovisivi e sul loro uso anche in ambito Social.

Email barbaraainis@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here