Orlando, the city beautiful

0
2184

di Graziella Leporati

È il soprannome di Orlando, la città dove i sogni diventano realtà e
dove gli adulti tornano bambini al Sea World, al Kennedy Space Center
e nel magico mondo di Walt Disney

Orlando, terra degli agrumi agli inizi del secolo scorso, oggi simbolo dell’America che corre e fa tutto veloce e bene. Orlando, detta the city beautiful, che aveva 85 abitanti, tutti contadini, alla fine del 1800, oggi conta una popolazione di circa due milioni di abitanti che vivono intorno ai circa 100 laghi che arricchiscono il territorio nel centro della Florida, a nord di Miami. Grazie alla sua posizione nel Sunshine State, Orlando gode di un clima mite durante la stagione invernale e caldo umido nella stagione estiva, per cui può essere visitata quasi tutto l’anno in particolare durante la primavera, quando le temperature sono ideali e l’umidità minore. Originariamente la città era al centro di una zona conosciuta esclusivamente per la produzione delle arance, poi, in seguito alla fondazione del Walt Disney World la città è divenuta una delle più importanti mete turistiche negli Stati Uniti, arrivando a superare i 60 milioni di visitatori all’anno! La maggior parte dei quali sono americani ma per avere un raffronto Venezia ne fa circa 30 e Roma supera di poco i 15 milioni annui . Per il turista infatti, sia single o accompagnato dalla famiglia, partendo dal Magic Kingdom fino ai trattamenti termali, Orlando è carica di promesse. Si può trascorrere la giornata esplorando i parchi tematici Disney, ridendo assieme ai delfini al SeaWorld oppure urlando a squarciagola sulle montagne russe di Busch Gardens. Per un pomeriggio più rilassante, si ammira la naturale e tranquilla bellezza dei giardini Harry P. Leu Gardens oppure ci si concede uno scrub alle alghe in una lussuosa day spa.

Le principali attrazioni

Orlando è sicuramente la città del divertimento, grazie alle numerose attrazioni costruite dalla Walt Disney , dalla Universal e dal Sea World, ma in questa città esistono anche paesaggi rilassanti e molto verdi oltre a numerosi musei fra i quali l’Orlando Science Center, l’Orlando Museum of Art e il Charles Hosmer Morse Museum of American Art, con splendide collezioni Tiffany da non perdere.

In tutta Orlando e dintorni esistono circa 50 fra parchi di divertimento e parchi a tema, ma i più rinomati sono di sicuro quelli di Walt Disney World Resort. Quest’area si trova nella zona sud ovest di Orlando e include quattro parchi a tema, tre parchi acquatici, un centro sportivo, campi da golf, un circuito automobilistico e numerosi ed enormi hotel, ristoranti e centri commerciali. L’intera area occupa circa 100 chilometri quadrati e include addirittura una propria rete autostradale. Ogni anno la Walt Disney registra milioni di turisti che arrivano da tutto il mondo e i parchi più visitati sono il Magic Kingdom, con montagne russe, scivoli d’acqua e spettacoli. Ovviamente l’attrazione principe per i ragazzini è il sorprendente Wizarding World di Harry Potter, nel quale sono stati ricostruiti i principali luoghi della saga e in cui il visitatore può immergersi ripercorrendo i percorsi del maghetto di Hogwarts. In questo parco si può anche ammirare il castello di Cenerentola ed assistere tutti i giorni alle 15 alla parata di tutti i personaggi principali dei fumetti più amati.

Dedicato alla tecnologia è invece l’Epcot Center, riconoscibile dalla gigantesca sfera che ospita al suo interno una mostra multimediale sulle conquiste dell’uomo in ambiente tecnico. Qui si possono ammirare i vari paesi del mondo ricostruiti fedelmente con le tradizioni che li caratterizzano. Animal Kingdom è dedicato invece alla natura e agli animali ed è possibile effettuare un vero e proprio safari a bordo di una jeep ammirando le numerose specie animali nel loro habitat fedelmente ricreato. Infine c’è l’ Mgm Studios,  il parco dedicato al mondo del cinema dove è possibile carpire i segreti delle scene più spettacolari dei film d’azione vivendole in prima persona.

Il Sea World poi incanta gli spettatori di tutte le età. E’ il parco acquatico più famoso degli Stati Uniti, dove è possibile non solo assistere agli spettacoli, ma anche interagire, con l’ausilio degli istruttori, con gli animali, in particolar modo con i delfini e le orche, che sono anche l’attrazione principale. Si guardano i pinguini
nuotare fra i ghiacci dell’artico, si passeggia in un tunnel circondato dall’acqua dove nuotano mante e squali, si ammirano le orche esibirsi nella danza classica. Altro grande punto di forza del Sea World, nella parte dedicata al recupero delle specie in pericolo di estinzione, ci sono i lamantini, enormi mammiferi lunghi fino a quattro metri, che si possono ormai trovare in pochissimi luoghi, tra cui la Florida. A differenza dei classici acquari, qui si può stare sul  bordo della vasca e vedere il passaggio dei delfini.

Escursioni

Da non perdere l’isola di Merrit dove sorge la base spaziale di Cape Canaveral per visitare il Kennedy Space Center, costruito agli inizi degli anni Sessanta per rispondere al crescente interesse dei turisti nelle attività spaziali della NASA. Merita sicuramente una visita perché si tratta della struttura dalla quale partono i veicoli spaziali. All’interno della base si può prendere parte ad un giro turistico unico, durante il quale scoprire i segreti, le tecniche e i procedimenti che consentono all’uomo di volare nello spazio. La visita comprende lo spettacolo delle rampe di lancio e degli hangar, e presenta diversi filmati che documentano le varie missioni effettuate dagli astronauti statunitensi. C’è anche la possibilità di vedere l’interno dello Space Shuttle presente nel museo. A breve distanza, poco più a nord di Orlando, vale la pena di visitare Daytona Beach la famosa spiaggia dove vengono effettuate emozionanti gare automobilistiche, oppure di spingersi fino a St. Augustine capoluogo della contea di St. Johns. Si tratta del più antico insediamento europeo negli Stati Uniti continentali e il secondo più antico del continente americano dopo San Juan di Porto Rico. La città è una popolare attrazione turistica per la ricca eredità architettonica dello Spanish Colonial Revival Style, così come l’architettura d’élite del XIX secolo. Nel 1938 il parco a tema Marineland aprì appena a sud di St. Augustine, diventando uno dei primi parchi a tema della Florida e preparando il terreno per lo sviluppo di questa attività nei decenni successivi. Nel 1951 St. Augustine è stata sede della prima proiezione del film di Raoul Walsh, Tamburi lontani, con Mari Aldon, Gary Cooper e Richard Webb, ambientato nelle paludi delle Everglades.

Testo di Graziella Leporati – Foto di Lucio Rossi e Visit Orlando

Articolo pubblicato su Latitudeslife.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here