NANTES. Museo all’aperto

0
3633

Testo di Carlo Torriani

 

La città di Nantes, capoluogo della Bretagna (Francia) situata sulla Loira, a 50 chilometri dalla foce nell’Atlantico dove il fiume, ricevuti la Sèvre Nantaise e l’Erdre, diviene navigabile , verso la fine del XV secolo del regno di Francia si affermò come uno dei maggiori porti francesi prevalentemente adibito all’importazione di prodotti coloniali e di metalli preziosi dai possedimenti d’America. A seguito del parziale insabbiamento della Loira e la perdita di alcune colonie, l’attività commerciale fu ridotta ma nel secolo scorso con il miglioramento degli impianti portuali e l’apertura del Canale della Loira Marittima e di quello Nantes-Brest divenne un importante centro commerciale.
Nantes si può raggiungere con Air France a 99 euro, un volo particolarmente istituito per soddisfare le richieste del mercato industriale nonché i cantieri della vicina Saint Nazaire dove vengono costruite le grandi navi per passeggeri che solcano i mari di tutto il mondo.
Ma Nantes non è solo città industriale ma si sta preparando per il 2013 in occasione della "Capitale verde dell’Europa" un progetto molto ambito del quale si sta lavorando per offrire ai turisti una città già ricca di monumenti antichi con importanti percorsi culturali con opere permanenti di alto livello: un museo a cielo aperto già nel 2012. L’idea di queste opere è stata affidata nel 2007 a sette noti architetti mondiali che sotto la direzione di Jean Blase completeranno questo carosello di diversi chilometri con le loro opere nella prossima estate. Ovviamente non mancheranno le manifestazioni locali di alto livello come "Les Allumèes", il "Luogo Unico".
Per gli amanti della letteratura si ricorda che Nantes ha dato i natali al famoso navigatore Jules Verne e nella sua casa, oggi trasformata in museo, è possibile ammirare molti oggetti a lui appartenuti. E per la storia la città merita una visita alla cattedrale dove si trovano le tombe del re Federico II° e di sua moglie, il quartiere Graslin, il museo della stampa, il Passage Pommeraye (strada coperta di valore arcitettonico) il museo dell’abolizione della schiavitù creato nel 2011, il Castello dei Duchi di Bretagna nonché altri luoghi molto interessanti.
Macchine straordinarie vengono costruite nel grande Atelier sotto le gradi navate degli storici cantieri navali dove strutture monumentali costituiscono per grandi e bambini un invito al sogno e al viaggio. E’ come un tocco di magia al paesaggio dell’Ile di Nantes in pieno rinnovamento urbanistico nel cuore della città: si può andare a spasso a bordo del Grande Elefante, visitare la Galleria delle Macchine, passeggiare sul Ramo-prototipo del futuro Albero degli Aironi e scoprire da una balconata sospesa il lavoro dei costruttori all’opera nell’Atelier.
Situato sulle rive della Loira, di fronte al Museo Jules Verne c’è "Le Carrousel des Mondes Marins", la giostra del Mondi Marini che consta di tre piani sovrapposti in un vero pizzo di cemento sormontato da un tendone ornato di frontoni e sorvegliato da 16 pescatori originari da tutto il mondo. Nei fondali marini il pubblico scopre il granchio gigante, il calamaro a retro propulsione, il veicolo per le esplorazioni, il batiscafo oltre ad altri elementi fissati su un piano rotante. Negli abissi, al secondo livello, sei elementi con un enorme pesce-mostro agganciati a bracci articolati. Sulla superficie del mare, al terzo livello, una piattaforma rotante, protetta da un tendone fa girare in una struttura circolare mossa da 24 grandi onde meccaniche numerose barche, carrozze trainate da cavallucci-sirena e pesci volanti e altre curiosità.

Ulteriori informazioni a: tel. 0892.464.044 – www.levoyageanantes.fr

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here