Matera Collection: “Siamo distanti ma … vicini”

0
534
I Sassi di Matera
I Sassi di Matera

 

Fare forza su una visione collettiva per definire nuove pratiche di accoglienza 

Ecco l’intento di Matera Collection

 

 

Nessuno di noi sa quando sarà possibile tornare a viaggiare. Seguiamo le linee guida operative emanate dal WHO relative al settore ricettivo, monitoriamo quello che succede a livello globale e ci manteniamo lucidi e flessibili per essere pronti quando le condizioni lo permetteranno. I nostri boutique hotels attualmente sono chiusi, stiamo predisponendo piani di sanificazione e dobbiamo essere sempre informati per sapere cosa fare quando l’emergenza sanitaria sarà sotto controllo e le persone riprenderanno a viaggiare.

Siamo immersi in un flusso di notizie sull’evoluzione della pandemia e di altre sulle prospettive che attendono il nostro settore.

Siamo convinti che l’emergenza sanitaria non riuscirà a cancellare le eccellenze italiane nell’ambito dell’accoglienza e della ristorazione, e quanto di buono a livello nazionale abbiamo fatto.

Molte manifestazioni internazionali dedicate al settore del travel, al MICE e dell’accoglienza turistica, come il DUCO Travel Summit, sono state rimandate al prossimo anno. Quest’anno avremmo dovuto partecipare anche ad ILTM Singapore. Per il momento resta confermato “Italy at Hand” che si terrà a Matera dal 10 al 12 dicembre 2020.

Come buona parte delle città che negli anni passati hanno puntato molto nel settore dell’accoglienza turistica,  anche la città di Matera sta cercando di orientarsi in questa nuova situazione.

Il 2019 è stato un anno straordinario, in cui gli investimenti dei privati hanno favorito un sostanziale aumento dell’offerta ricettiva della città dei Sassi: è cresciuto il numero delle camere e quello delle sedi per ospitare eventi. Sono, inoltre, migliorate le infrastrutture che favoriscono il collegamento con l’aeroporto di Bari.

L’intera filiera dell’accoglienza deve guardare insieme al futuro, elaborare una visione collettiva, collaborare per definire nuove pratiche, condividere riflessioni e fare forza sulle proprie capacità di trasformarsi e di adattarsi ai nuovi panorami turistici, man mano che si delineeranno.

Non possiamo permettere, da una parte, che gli investimenti fatti vadano persi e, dall’altra, che l’entusiasmo e il fervore, che negli ultimi anni hanno accompagnato la città in cui operiamo, si spengano.

Ci mancano i nostri ospiti, il nostro lavoro e ci manca la possibilità di fare quello che sappiamo fare bene.

In questo tempo sospeso, però, non ci stiamo limitando ad attendere… perché non vediamo l’ora di accogliere nuovamente i nuovi ospiti.

Contatti Matera Collection:

info@materacollection.com

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here