1.4 C
Milano
giovedì, Dicembre 1, 2022

L'Ungheria si appresta ad entrare nel network di Emirates


Emirates, “attivatore globale” di affari e commercio, inizierà a servire l’Ungheria dal mese di ottobre di quest’anno, con un volo giornaliero verso la capitale Budapest.

A partire dal 27 ottobre, Emirates offrirà 278 posti al giorno sulla rotta Dubai-Budapest, il servizio verrà effettuato da un aereo A330-200 con una configurazione a due classi. Con il lancio del servizio giornaliero di Emirates, i passeggeri ungheresi avranno una maggiore possibilità di collegarsi verso i principali centri d’affari e commerciali in Estremo Oriente e in Medio Oriente.
I cittadini ungheresi potranno beneficiare di un visto all’arrivo di Dubai. Con i mercati asiatici che giocano un ruolo sempre più importante per l’economia estera dell’Ungheria, Emirates si aspetta di vedere una forte domanda rivolta verso questo nuovo servizio, soprattutto in paesi come Thailandia, Cina, Sri Lanka e le isole dell’Oceano Indiano.
Il lancio della nuova rotta di Emirates su Budapest, prevista per il prossimo ottobre, coincide con l’apertura in città del Customer Contact Center della compagnia aerea. Unitamente, la nuova sede di Emirates ed il Customer Contact Center supporteranno 300 posti di lavoro locali, con un conseguente investimento di svariati milioni di dollari nell’economia locale.
Tim Clark, presidente di Emirates ha detto: “La connettività e la mobilità sono fondamentali nell’economia globale odierna, ed il nostro servizio verso Budapest aprirà un mondo di opportunità per gli ungheresi. Questo introdurrà collegamenti più veloci per i nostri clienti – sia passeggeri che esportatori – attraverso il nostro hub di Dubai e verso quei numerosi punti che sono attualmente poco serviti, tra cui Sydney, Taipei e Phuket. Queste connessioni vitali creeranno nuova domanda di viaggi, contribuiranno a rafforzare il commercio bilaterale con i mercati dell’Est ed ingrandiranno la competitività dell’economia ungherese. In ultimo, la nostra rete globale darà un vantaggio ai nostri clienti”. Ha poi aggiunto: “Budapest sarà la terza destinazione europea verso la quale abbiamo lanciato i nostri servizi in questo anno finanziario, mettendo in evidenza il nostro costante investimento nella regione. Continuiamo inoltre ad aggiungere sia nuove frequenze che ulteriore capacità di posti su molte delle nostre rotte europee esistenti che lo necessitano”.
Jost Lammers, Chief Executive Officer del Budapest Airport, ha dichiarato: “Siamo assolutamente entusiasti di poter accogliere Emirates in Ungheria. Abbiamo promesso alcuni sviluppi molto significativi per il nuovo servizio di quest’anno, quindi l’aeroporto di Budapest è enormemente orgoglioso di annunciare l’arrivo di questa grande compagnia globale – soprattutto perché Emirates offrirà sia frequenze giornaliere che servizi cargo. Abbiamo lavorato sodo con Emirates negli ultimi cinque anni per inserire Budapest nel suo network e non ho alcun dubbio che questo nuovo servizio giornaliero sarà estremamente proficuo nel collegare l’Ungheria al mondo”.
Considerata un centro finanziario importante dell’Europa centrale, Budapest ha attualmente la quinta più grande economia in Europa centrale e orientale e offre un ambiente economico molto favorevole per gli investitori globali. Gli Emirati Arabi Uniti sono il più grande partner commerciale arabo dell’Ungheria, con un commercio annuale tra i due Paesi stimato in circa 1,2 miliardi di dollari.

Originariamente divisa in due città, Buda e Pest, ora unificate in Budapest, oggi la città è spesso annoverata come una delle più belle città d’Europa che offre ai turisti un mix di siti del Patrimonio Mondiale, eccellenti opportunità di shopping e una ricca cultura storica. La città attira oltre 4,3 milioni di turisti ogni anno, rendendola la sesta città più visitata in Europa.

L’Airbus A330-200 offrirà 27 posti in Business Class e 251 posti in Economy Class.
Emirates SkyCargo garantirà 12 tonnellate di capacità di carico in ogni direzione. I principali prodotti esportati dall’Ungheria dovrebbero essere macchinari, pezzi di ricambio e prodotti alimentari. La divisione cargo prevede inoltre di trasportare capi di abbigliamento, materie prime e materiali elettronici.
Il volo EK111 partirà da Dubai alle ore 08:20 ed arriverà all’aeroporto di Budapest alle ore 11:35.
Il volo di ritorno, l’EK112, partirà da Budapest alle ore 15:05 ed arriverà al Dubai International Airport alle ore 23:30. Emirates attualmente ha dato impiego a 140 cittadini ungheresi in vari ruoli tutta l’azienda, tra i quali 114 sono membri del personale di bordo e otto piloti.
In tutte le classi, i passeggeri possono godere di una straordinaria gamma di servizi di intrattenimento, tra cui gli ultimi film internazionali, serie televisive, musica e giochi. Inoltre da ogni posto assegnato ai passeggeri sono disponibili il servizio SMS, e-mail e telefono satellitare.
I passeggeri di tutti i voli Emirates godono di generose franchigie bagaglio che prevedono 30 chili per chi viaggia in Economy Class e 40 chili per chi viaggia in Business Class.
Oltre a Budapest, Emirates è in procinto di lanciare altre due rotte in Europa: Oslo il 2 settembre e Bruxelles il 5 settembre.

Emirates
Emirates Airline, una delle compagnie aeree con la crescita più rapida al mondo, ha ricevuto più di 500 premi internazionali per l’eccellenza dei suoi servizi e conta oltre 8,3 milioni di membri Skywards in tutto il mondo. Emirates vola verso 141 destinazioni in 80 paesi. Emirates opera 213 wide-body Airbus e Boeing, è leader del settore con 50 aeromobili A380 ed ha ordini per altri 299 aeromobili, per un valore di circa 164 miliardi USD $. Per ulteriori informazioni, si prega di visitare il sito www.emirates.com

Per ulteriori informazioni stampa:
Ufficio stampa Emirates c/o INC-Istituto Nazionale per la Comunicazione
Fulvio D’Andrea – 06.44160853 – 334.3757384 – f.dandrea@inc-comunicazione.it
Simone Silvi – 06.44160881 – 347.5967201 – s.silvi@inc-comunicazione.it

Source: Comunicati Stampa

Related Articles

Stay Connected

0FansLike
- Advertisement -

Latest Articles