Libri. Si vive una volta sola

0
4104

>

La vita non è una prova generale. ‘Carpe Diem’. ‘Mangia, bevi e sii felice, perché presto sarai sottoterra’. Non c’è dubbio: i modi di dire che invitano a godersi la vita ‘qui e ora’ sono tantissimi. Lo stesso titolo di questo libro rientra nella categoria, ma questo dimostra solo che il tema è molto sentito.

L’aspettativa media di vita è attualmente di tre quarti di secolo, anno più anno meno, e in tanto tempo si possono fare un sacco di cose: alcuni fortunati poi ce l’hanno nel sangue, la capacità di succhiare la vita fino all’ultima goccia.

Sir Richard Burton, esploratore, soldato, spia, linguista, scrittore, etnologo (e potremmo continuare ancora a lungo…) d’epoca vittoriana, giunse in India al seguito dell’esercito britannico a vent’anni. Lì imparò una mezza dozzina di dialetti locali, studiò la cultura hindu e organizzò un serraglio per le sue scimmie. Negli anni successivi esplorò l’Africa e il Medio Oriente, e tradusse anche Le mille e una notte.

Un modello più recente potrebbe essere Keith Richards, chitarrista dei Rolling Stones, autore di riff indimenticabili e aspirante bibliotecario. Tutti e due sono la dimostrazione che si possono stipare davvero moltissime attività in tre quarti di secolo, sforzandosi un po’.

Ed è qui che questo libro, che non è l’ennesimo elenco di luoghi imperdibili per i quali prosciugare il conto, vi viene in aiuto. Certo, la conosciamo tutti Venezia, e sappiamo tutti che prima o poi nella vita vale la pena andarci per ammirare i suoi canali. Ma questo volume è stato scritto con la speranza di darvi qualcosa in più: la determinazione di vivere al massimo, la capacità di ritagliarvi la vostra fetta di joie de vivre ogni giorno.

Il che non significa soltanto svuotare la carta di credito per concedersi una vacanza esotica, ma anche sforzarsi di godere dei piccoli piaceri di ogni giorno: un nuovo paio di scarpe fatte a mano, un piatto di pasta con un sugo perfetto. E anche se non mancano le imprese impegnative (non c’è niente da fare, l’Appalachian Trail non diventa più facile man mano che si invecchia) troverete altrettante piccole gioie di cui godere semplicemente modificando il vostro atteggiamento mentale.

Riscoprite la spontaneità; concedervi di tanto in tanto esperienze come una nottata sotto le stelle vi aiuterà a ricordare quale eccezionale privilegio sia essere vivi, e poter godere delle bellezze del mondo.

E poiché bisogna sempre cogliere ogni opportunità di imparare cose nuove, abbiamo distribuito qua e là informazioni utili: come miscelare un cocktail perfetto, identificare le foglie in autunno, allenarsi al meglio per una maratona. Per gli edonisti e gli amanti dell’avventura abbiamo inoltre segnalato esperienze imperdibili da svolgere sia in città sia su isole tropicali.

Si vive una volta sola, insomma, promuove le esperienze, non i luoghi, sebbene vi porti in ogni angolo del pianeta. E parliamo del tipo di esperienze a cui ripenserete ad anni di distanza; magari non avranno avuto luogo in posti straordinari, e potrebbero perfino non esservi costate nulla, ma di sicuro vi avranno cambiato, e vi faranno ancora sorridere al solo pensiero.

E allora, come funziona il libro? I cinque capitoli – Un’ora, Un giorno, Una settimana, Un mese, Un anno – raccolgono le avventure affrontabili in quel lasso di tempo, che naturalmente potrete adattare alle vostre esigenze. Un’ora di kitesurf in Grecia potrebbe trasformarsi in mezza giornata, un giorno in un weekend, una settimana in due. Potreste guadagnarvi da vivere all’estero per un mese (o sei), o girare il mondo per un paio d’anni.

Ma ciascuno di quei suggerimenti è un punto di partenza: riaccenderà desideri sopiti (imparare una lingua o a suonare uno strumento) o darà vita a nuove e inattese ambizioni: perché non trasferirsi in Provenza per qualche stagione?

Se capite cosa vi blocca potrete cominciare a cambiare. Magari questo libro vi aiuterà a identificare gli ostacoli, o a strutturare un viaggio di un mese o un anno. A quel punto acquistate una Lonely Planet e iniziate a progettare il resto della vostra vita.

Si vive una volta sola

Londra 2014

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here