Langhe-Monferrato e Roero, da un grandissimo finestrino

0
195

Il 28 novembre e il 5 dicembre, TrEno, grazie alla collaborazione con FondazioneFS che noleggia il materiale rotabile, effettuerà i primi due viaggi all’insegna di un’esperienza enogastronomica in uno dei territori più famosi al mondo per le sue eccellenze storiche, culturali e culinarie.

I Paesaggi Vitivinicoli delle Langhe-Monferrato e Roero, patrimonio dell’UNESCO, potranno essere ammirati dai finestrini delle carrozze Centoporte, vagoni che prestarono servizio tra gli anni 1928 e 1980 richiamando la struttura delle diligenze.

Per il 2022 sono già in programma 20 TrEno e presto saranno online le date e le informazioni necessarie per prenotare e partecipare a nuove fantastiche esperienze.

Viaggiare in un treno storico è già di per sè un’esperienza fantastica. Affacciarsi poi dal finestrino e ammirare dolci colline ricoperte di vigneti che producono tra i vini più pregiati che si conoscano, sarà un’esperienza unica e indimenticabile. Paesi circondati dai campi, chiesette e castelli medievali, profumi di vino, tartufi, formaggi e nocciole creano una sensazione di tranquillità mista a bellezza.

Il territorio compreso tra le province di Alessandria, Asti e Cuneo: un microcosmo di ambienti diversi dove uomo e natura da secoli vanno a braccetto.

Tutto questo è TrEno Langhe-Monferrato e Roero.

Visiterete le “Cattedrali Sotterranee”, luoghi pieni di fascino, accolti da persone che, con amore e dedizione, dedicano la propria vita nel coltivare e conservare uno dei prodotti più famosi al mondo, il vino del Piemonte. Sarete inebriati dal profumo del legno delle botti, godrete del silenzio nel trovarvi sotto il paese di Canelli per 20 km di gallerie scavate nel tufo. Ascolterete la storia, la dedizione e l’amore sconfinato per la loro passione assaggiando insieme vini straordinari.

Un territorio incredibilmente diversificato, da cui provengono alcuni straordinari prodotti tipici, tra tutti il tartufo bianco di Alba e il pregiato “fassone”, solo per fare un esempio. Queste straordinarie terre si riflettono, oltre ai vini, sull’offerta gastronomica locale, altrettanto ricca ed eterogenea. Dalle carni, mangiate anche crude, dalla pasta fatta a mano agli infiniti formaggi, tome e robiole, dalle verdure ai brasati cotti lentamente, per arrivare ai dolci. Il loro sapore accompagnato da pregiati vini coroneranno il gusto della vostra esperienza.

Il “cuore pulsante” di TrEno Langhe-Monferrato e Roero è la città di Canelli, capitale mondiale del Moscato e dove, nel 1865, nacque il primo Spumante italiano a opera di Carlo Gancia.
Con un impianto medioevale sorto intorno all’antica struttura formatasi per stratificazioni successive attorno al Castello, la sua economia si basa sulla lavorazione dello Spumante e del Moscato.

Canelli è sede di molte storiche aziende vinicole come Gancia, Bosca, Bocchino, Contratto e Coppo.

page1image48273792

Incorniciata da paesaggi inconfondibili, distese di vigneti curati e plasmati negli anni dal lavoro dei vignaioli.
Proprio da qui è partito il progetto che ha contribuito al riconoscimento dei Paesaggi Vitivinicoli delle Langhe-Roero-Monferrato quale 50° sito UNESCO in Italia eletto a Patrimonio dell’Umanità. Un gruppo di giovani preparatissimi vi guidano nel percorso arricchendolo di aneddoti storici che rendono ancor più interessante il soggiorno. Prima o dopo la visita e la degustazione dei vini delle cantine, un menu degustazione di piatti tipici della zona, faranno dell’esperienza un momento unico.

Per approfittare di queste due date imperdibili, vi riportiamo le informazioni: Prenotazioni su www.trenolmr.com – info@trenolmr.com

ANDATA:
Torino Porta Nuova – Partenza 8,45 Torino Lingotto – Partenza 8,40
Asti – Partenza 9,40
Castagnole delle Lanze – Partenza 10,21 Canelli – Arrivo 10,40

RITORNO:
Canelli – Partenza 16,40
Castagnole delle Lanze – Partenza 17,19 Asti – Partenza 18,00
Torino Lingotto – Partenza 18,42
Torino Porta Nuova – Arrivo 18,50

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here