Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards

0
593

Progetti visionari, idee di futuro, materiali di nuova generazione, visioni e storie che accendono i riflettori sul grandissimo potenziale della montagna. Il progetto originale ideato da Lagazuoi Expo Dolomiti punta a fare emergere in superficie i talenti e le idee di domani. I progetti, selezionati da team di esperti e valutati da quattro giurie suddivise per tematica, saranno esposti al pubblico dal 21 febbraio al 7 aprile al Lagazuoi Expo Dolomiti, il polo espositivo a 2.778 metri. 

 

Cortina d’Ampezzo, 24 gennaio 2020_“È tempo di emanciparci da una visione passatista e tradizionale della montagna. Siamo proiettati verso il futuro”. L’imprenditore ideatore di Lagazuoi Expo Dolomiti Stefano Illing presenta i Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards, concorso che racconta e valorizza il settore high-tech, il design, l’innovazione legati alle vette. “La montagna esprime valori propri, non è uno schermo bianco su cui proiettare bisogni che appartengono alla città o alla pianura”. La riscossa di questi territori passa attraverso l’innovazione, sempre nel segno della sostenibilità.

Spazio quindi alle tecnologie, ai materiali innovativi, alla creatività, alla capacità di creare nuove narrazioni – attraverso la cinepresa – e all’esplorazione di tutte le opportunità offerte da un approccio attento alla Green Innovation Sustainability.

 Le idee selezionate saranno in mostra dal 21 febbraio al 7 aprile in un luogo unico come il Lagazuoi Expo Dolomiti, a 2.778 metri di altitudine, con vista su un orizzonte di vette.

 Quattro le categorie in concorso: ognuna è stata affidata ad un team di esperti di alto profilo, che ha segnalato una rosa di candidati scelti tra i progetti più interessanti nel panorama nazionale e internazionale.

Ad individuare i vincitori di ogni categoria sono quattro giurie, una per ambito, composte da studenti e dottorandi universitari selezionati per profilo, ambito di studi e competenza.

La categoria “Turismo e sostenibilità della montagna” strizza l’occhio a un nuovo tipo di turista, sensibile alle tematiche ambientali e abituato a scegliere i dettagli della propria vacanza, senza aderire a formule di soggiorno prestabilite. I candidati sono stati proposti da un team composto da Sebastiano Venneri, responsabile turismo di Legambiente; Daniela Berta, direttore del Museo nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” di Torino; Maria Corvi, giornalista de La Stampa.

La rosa dei selezionati sarà valutata da una giuria composta dagli studenti dell’Università della Montagna (Università di Milano) sede di Edolo. Il referente è la prof.ssa Anna Giorgi, direttrice di Ge.S.Di.Mont. – Centro Interdipartimentale di Studi Applicati per la Gestione Sostenibile e la Difesa della Montagna dell’Università degli Studi di Milano.

La categoria Abbigliamento e Attrezzature da montagna riassume le migliori proposte di abbigliamento tecnico e attrezzature adatte a quote e condizioni climatiche particolari, frutto di approfondite ricerche e test. A individuare i candidati, in veste di selezionatori, Andrea Bianchi, editore di Mountainblog.it; Marco Di Marco, direttore di Sciare; Luca Castaldini, giornalista di Sportweek, dorso settimanale de La Gazzetta dello Sport. In giuria, i giovani designer di L.UN.A Libera Università delle Arti di Bologna, guidati dal referente, il Prof. Dario Apollonio, preside di L.UN.A Libera Università delle Arti di Bologna, docente di metodologia progettuale e design.

Non manca, naturalmente, la categoria Innovazione digitale & App, dedicata alla “rivoluzione digitale”: le idee che permettono di vivere la montagna in modo differente, che si tratti di sport o di turismo, di sicurezza o di geolocalizzazione. Nel team dei selezionatori, Jacopo Pertile, licensee manager di TEDxCortina; Eduard Martinelli, direttore Associazione Nazionale Esercenti Funiviari (ANEF); Emiliano Audisio, curator and event manager Wired. La giuria, in questo caso, è composta dai membri dello Ski Club dell’SDA Bocconi School of Management, guidati dal referente Prof. Federico Pippo, docente di Finanza aziendale presso SDA Bocconi School of Management.

 

Infine, la categoria dedicata al Corto Montagna. Una selezione di brevi video raccontano la montagna attraverso molteplici punti di vista. Immagini e parole, filtrate dalla sensibilità del regista, decostruiscono e ricostruiscono l’immaginario legato alle terre alte, dando accesso a nuove chiavi di lettura. Il team dei selezionatori è stato composto da Laura Agnoletto, co-founder & art director del Milano Montagna Festival; Luca Bich, art director Cervinia Cinemountain Festival; Marco Ribetti, vicedirettore del Museo nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” di Torino; Luana Bisesti, direttrice del Trento Film Festival. In giuria, gli studenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano, coadiuvati dalla referente Germana Bianco, Ufficio Relazioni Internazionali e Festival della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano.

 

Per ulteriori informazioni: www.lagazuoiwima.org

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here