La Corea del Sud si racconta attraverso gli eventi “Cogli la bellezza, scopri la Corea”

0
157

Innovazione, tradizione, tanta cultura e paesaggi da togliere il fiato: la Corea sbarca a Mestre e a Milano per presentare la varietà della sua offerta turistica.

 

Milano, 31 maggio 2018– La Corea, terra di contrasti magnetici, punta sul turismo e incontra i media e gli operatori del settore in occasione degli eventi “Cogli la bellezza, scopri la Corea” di Mestre e Milano. Il 29 maggio in Veneto e il 31 maggio nella cornice del capoluogo lombardo, la destinazione alza il sipario sulle sue eccellenze locali che da sempre regolano lo scorrere del tempo e scandiscono esperienze di viaggio memorabili.

Complice una grande varietà paesaggistica, il territorio coreano affascina da sempre appassionati viaggiatori e visitatori in cerca di nuovi scenari. L’ultimo spaccato sull’andamento turistico della destinazione conferma un grande interesse dei turisti italiani verso la Corea: sono stati 44.080 gli italiani a visitare il Paese nel corso del 2017. Un messaggio positivo che incoraggia la destinazione a fare perno sulla valorizzazione del territorio attraverso gli highlight che la contraddistinguono.

Dalla modernissima ed iconica Seul alla quiete dei monti di Danyang, questa nazione dell’Asia Orientale si presta ad essere una destinazione versatilee in grado di incontrare i desideri di tutti i viaggiatori. Dall’estate all’inverno inedite esperienze offrono la possibilità di cogliere tante sfumature differenti dello stesso territorio, sempre stupendo e con scenari di straordinaria bellezza. I paesaggi verdi e collinari, gli alberi di ciliegio, i secolari templi buddhisti, i villaggi dei pescatori e i futuristici palazzi verticali trasportano i visitatori in una nuova dimensione, legata in modo indissolubile da oltre 5.000 anni di storia. È proprio questo il fil rouge che guida in un viaggio al confine orientale del mondo.

Si viaggia con tutti i sensi e uno dei sensi che sicuramente sarà solleticato da un viaggio in Corea è il gusto. Tra le esperienze da non perdere c’è infatti un viaggio alla scoperta dei sapori del paese. Non solo il Kimchi o il Bibimbap – piatti conosciuti anche in Italia – ma tante altre proposte gastronomiche di street food o fine dining rivelano sapori autentici in grado di raccontare la vera identità del territorio.

Tra gli asset della destinazione anche le comode connessioni aeree operate da Korean Air e Asiana Airlines che offrono collegamenti diretti da alcune delle principali città Italiane quali Milano, Roma e Venezia. Facilmente raggiungibile con il solo passaporto e senza l’esigenza di un visto di ingresso per soggiorni inferiori ai 90 giorni, gli spostamenti verso la penisola coreana non sono mai stati più pratici. Questo grazie anche all’apertura di un secondo terminal passeggeri; una grande novità dello scorso gennaio che ha contribuito a posizionare l’aeroporto Internazionale di Incheon sul podio, conquistando il terzo gradino più alto della classifica.

Una destinazione leisure ma non solo.Con il programma Korea, Beyond Meetings – The Best Experience and New Inspirationla penisola punta i riflettori sul business e si posiziona come una delle best destination in Asia per il settore MICE e congressi. Dai grandi appuntamenti internazionali a meeting aziendali, la nazione accresce la propria expertise nel settore grazie a una rete di infrastrutture congressuali moderne e servizi all’avanguardia, ideali per ospitare e supportare eventi  business di ogni genere.

 

Per maggiori informazioni sulla destinazione consultare: http://www.visitkorea.or.kr

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here