Isola d’Ischia per una vacanza di mare, terme e benessere

0
1710

Testo e foto di Ivana Cenci

 

Luogo perfetto per trascorrere una vacanza tra natura, mare e relax, l’isola d’Ischia è una delle stazioni termali più importanti d’Europa

 

Ischia è senza dubbio l’isola più bella ed interessante del Golfo di Napoli. Una tavolozza di colori dove il verde della vegetazione lussureggiante e del tufo si mescolano all’azzurro del cielo che si sfuma nel mare. E poi le pennellate vivaci del giallo dei limoni e le ginestre spontanee ed il rosso dei geranei. Un piccolo paradiso che offre una varietà di paesaggi in grado di soddisfare i vari stili di vita dei visitatori: non solo mare e spiaggia, ma anche storia e cultura, montagna e natura, terme e benessere ed un clima mite anche d’inverno.
Questo piccolo luogo incantato appartiene al gruppo di Isole Flegree, si trova a Nord rispetto a Capri ed è la più estesa delle isole del Golfo, con una superficie di 47 Kmq.

 

Terme e benessere
L’isola di Ischia deve la sua fortuna alle origini vulcaniche. La più grande risorsa, oltre al meraviglioso paesaggio verdeggiante, sono infatti le sorgenti di acqua termo-minerali, apprezzate fin dall’antichità romana per le proprietà curative e come fonte di benessere. Riconosciuta come una delle località più importanti in Europa per le cure termali, l’Isola d’Ischia offre strutture alberghiere confrotevoli ed attrezzature moderne, immerse nel verde dell’isola e con splendidi panorami sul Golfo.
Interessanti da visitare le antiche terme romane di Cavascura, che si trovano a Sant’Angelo d’Ischia. La sorgente si trova a 300 metri dalla spiaggia del Maronti e vi si accede attraverso una piccola valle dove scorre un rivolo di acqua calda. Conosciute fin dall’antichità greco-romana, nel 700 alcuni studiosi stabilirono l’importanza curativa di queste acque. Le antiche grotte con le vasche scavate nel tufo verde ed un sistema di canalizzazione delle acque termali, si sono conservate nel tempo e sono state recentemente recuperate. Presso questo luogo ameno è possibile oggi rivivere un’autentica esperienza di benessere a contatto della natura, immergendosi in una antica vasca termale, inalando le esalazioni gassose attraverso una fessura nella caverna, fare docce benefiche con getti di acqua termale calda oppure concedersi una applicazione di fango naturale su viso e corpo beneficiando dei suoi effetti cosmetici.

 

Mare e spiagge
Bagnata dalle acque del Mare Tirreno, l’isola d’Ischia è circondata da spiagge e aree balneabili dalle diverse caratteristiche ma sempre affascinanti, come la spiaggia dei Maronti, raggiungibile via terra percorrendo una strada panoramica ma anche via mare, con i taxi boat in partenza dal porticciolo di Sant’Angelo. Da quest’ultimo delizioso e antico villaggio di pescatori parte a sua volta una striscia di sabbia tra mare e mare che conduce ad una penisola tondeggiante.
Nel comune di Forio si trova la Baia di Sorgeto dalle acque piacevolmente calde: grazie alla presenza di pozze di acqua calda ci si può fare il bagno tutto l’anno e vivere l’esperienza del "bango di notte". La spiaggia più protetta e climaticamente più gradevole dell’isola si trova presso la Baia di San Montano, mentre la spiaggia di Cartaromana si affaccia sulla baia che ospita lo splendido Castello Aragonese.
Nei pressi di San Pancrazio, raggiungibile solo con una barca c’è una piccola graziosa spiaggetta con annessa una grotta dalle acque turchesi, la Grotta dell’Amore, luogo incantato da non perdere assolutamente per chi è innamorato e per chi si vuole innamorare.

 

Cosa vedere
Con i suoi 39 km di circonferenza, si può effettuare un tour dell’isola d’Ischia in automobile in circaa 3 ore, calcolando le soste nei luoghi più interessanti.
Da visitare l’antico Castello Aragonese del ‘400 – il simbolo dell’isola – che si erge sopra un’isolotto sulle rovine di una antica fortezza ed è raggiungibile atraverso un traforo scavato nella roccia verso la metà del quattrocento per volontà di Alfonso V d’Aragona. Il traforo è illuminato da lucernari che un tempo tempo fungevano anche da "piombatoi" attraverso i quali si faceva cadere sui nemici olio bollente, pietre e altri materiali. Il tratto successivo è una mulattiera che si snoda in salita all’aperto e conduce fino alla sommità dell’isola. Da questa strada si diramano sentieri minori che portano ai vari edifici e giardini. Storia e leggende avvolte nel mistero del castello si intrecciano e rendono la visita dello stesso al contempo interessante e piacevole, con cattedrali e chiese del Cinquecento, catacombe affrescate, mure di ogni epoca, prigioni borboniche: un tuffo nel passato di un medioevo fantastico o in un cenacolo rinascimentale.

Da non perdere i Giardini La Mortella, splendido giardino esotico fra i più belli d’europa. Creato da Susana e William Walton su progetto del famoso architetto Russell Page, venne iniziato nel 1956 ed attualmente è una fondazione a capo del quale sta il Principe Carlo d’Inghilterra. Percorrendo vialetti e sentieri tra piante tropicali e semitropicali provenienti da varie parti del mondo, fontane e stagni, scalette e muri a secco, si arriva nella parte superiore del giardino dove si gode una bellissima vista panoramica sul mare. La parte superiore del giardino riserva al visitatore alcuni veri e propri gioielli con piante di rara bellezza, come la Serra delle Orchidee e la Serra Tropicale "Victoria House", dove viene coltivata la ninfea gigante Victoria amazonica. Una vera e propria bellezza per gli appassionati di botanica e non solo.
Altro luogo interessante da visitare è la Colombaia, residenza estiva del regista Luchino Visconti. La villa – dichiarata di interessse culturale ed architettonico dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – si trova in un luogo incantato, immersa nel suggestivo bosco di Zaro e sospesa sul mare azzurro di Forio.
Nei pressi di Forio si trova anche il Torrione, altissima torre che domina l’intero abitato. Considerata una delle migliori tra le 50 torri sparse nell’isola, fu costruita nel 1480 come torre di avvistamento e difesa contro le incursioni del Barbarossa e dei pirati.

 

Come raggiunge l’Isola
L’Isola d’Ischia si trova a 1,7 miglia da Napoli ed è facilmente raggiungibile da uno dei porti di Napoli con traghetti ed aliscafi – per quest’ultimo il tempo di percorrenza è un’ora circa, con partenze da Napoli Beverello.
Per chi viaggia con la propria auto è possibile imbarcarsi da Pozzuoli o Calata Porta Massa,.

Dove alloggiare
L’Isola d’Ischia è nota per le sue strutture ricettive di buon livello che, unite alla cortesia ed il calore deigli ischitani, rendono il soggiorno un’esperienza piacevole e da raccontare.
Una struttura dove ho soggiornato personalmente e che mi sento di consigliare ai lettori di Veraclasse.it è il Garden Villas e Resort. Immersa nella pace e nel verde della macchia mediterranea, è composta da 9 ville sparse in uno spelndido e curato giardino, con una piscina olimpionica ad acqua riscaldata ed un ristorante di ottimo livello.

Se come me siete appassionati di cucina locale suggerisco il ristorante Da Leopoldo, a Forio d’Ischia, dove si può gustare la cucina tipica Ischitana con specialità dell’isola: il coniglio!

Www.cavascura.it
www.castelloaragonese.it
Www.lamortella.org
www.gardenvillasresort.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here