Impressionisti di Philadelphia in mostra a Milano

0
929

 Gli Impressionisti sbarcano a Milano. Nella magnifica cornice del Palazzo, fino al 2 settembre 2018, in mostra “Impressionismo e Avanguardie. Capolavori dal Philadelphia Museum of Art”, una selezione di 50 capolavori provenienti da uno dei più importanti e storici musei americani, un’occasione unica per ammirare opere dei più grandi pittori a cavallo tra Ottocento e Novecento nel loro periodo di massima espressione artistica, in un allestimento studiato per valorizzare ogni singola opera di una storia di grande collezionismo americano. Philadelphia è stata la capitale del collezionismo d’arte dalla metà dell’Ottocento e l’esposizione vuole essere il racconto di una storia che ha visto protagonista il suo museo ed i collezionisti che hanno contribuito al suo arricchimento.  Stefano Zuffi, curatore italiano della mostra, ha dichiarato: “Il Philadelphia Museum of Art mette a disposizione del pubblico italiano un gruppo di opere di grandissimo fascino, selezionate tra i massimi capolavori della sezione più prestigiosa del museo, quella dedicata ai “modern classics”, il periodo che va dall’impressionismo all’età delle avanguardie. Sono tutte opere di artisti celeberrimi e molto amati: da Monet a Van Gogh, da Degas a Cézanne, da Matisse a Kandinskij, da Chagall a Picasso, e così via. Un racconto entusiasmante sui decenni cruciali per l’arte, a cavallo del 900: ma l’aspetto più nuovo è l’attenzione data ai collezionisti. Come sono arrivati a Philadelphia questi capolavori europei? Chi sono i personaggi che li hanno amati, scelti, acquistati, e infine donati al museo, perché diventassero un patrimonio di tutti?”. “Il PMA non è solo la famosa scalinata di Rocky” aggiunge Massimo Loquenzi rappresentante del Philadelphia CVB in Italia e Spagna, “è il più impegnativo progetto architettonico della città del prossimo futuro: The Core Project. L’architetto Frank Gehry infatti ha disegnato un piano di espansione del museo che lo trasformerà in un polo multi culturale destinato alla fruizione da parte dei visitatori internazionali e dei cittadini di Philadelphia che qui troveranno nuove esposizioni artistiche, esperienze gastronomiche e spazi pubblici.”  Per info: www.TaxFreePhilly.it – www.discoverPHL.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here