E-book: Il viaggio alchemico nella geografia dell’invisibile

0
2342
Il nuovo e-book della socia GIST Cinzia Galletto delegato Piemonte

Viaggiare per sognare e sognare viaggiando, entrare in punta di piedi nell’universo delle emozioni scoprendo passo dopo passo il proprio mondo interiore. Senza migrare in terre lontane, basta lasciarsi andare e anche il giro dell’ isolato sotto casa può diventare un’esperienza da assaporare attraverso le nostre sensazioni. Un Ebook per scoprire, riscoprire o semplicemente rendere consapevole l’azione del mettersi in cammino. Ricordare che nel passato sin dai primi miti si è affrontato il tema del viaggio in tutte le sue sfaccettature. Aprire le pagine della storia e verificare che ogni epoca storica, ogni periodo ha prodotto un modo particolare di viaggio. Indagare nelle filosofie e sulle motivazioni psicologiche che ci aprono al “non conosciuto”. Pagina dopo pagina ci si rende conto di fare un viaggio nel viaggio: nei suoi simboli, attraverso antiche tradizioni e attraverso il pensiero di uomini protagonisti della storia del pensiero. “Il Grande viaggiatore è colui che sa disvelare l’invisibile dei luoghi – colui che sa vedere oltre la realtà apparente” Leonardo Sciascia “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”. Marcel Proust. Non serve andare lontano per fare un viaggio che sia un’esperienza in grado di arricchirci interiormente. Il viaggiare è un atteggiamento dell’anima: la voglia di scoprire ed il piacere di lasciarsi stupire anche solo dai dettagli o dalle sfumature più banali che un luogo può offrire. Così possiamo essere turisti anche vagando fra le vie della nostra città, cercando i simboli o i segnali lasciati nel tempo da culture e civiltà lontane oppure varcando i confini di una geografia immaginaria dove ciò che non è più visibile agli occhi rimane evidente nel cuore evocato anche solo da un frammento, dai resti di un icona, o da un antico simbolo che ancora ne cela il significato.

Pietre silenti, templi dalle atmosfere arcane riprendono vita se, chi li osserva, li sa vedere con occhi che travalicano la dimensione del tempo per approdare nella terra del sempre fatta di geografie invisibili ed energie sottili.

Un viaggio vissuto in questa dimensione ci porta soprattutto ad entrare dentro le nostre emozioni e attraverso le sensazioni date dai luoghi scoprire angoli di noi prima sconosciuti. “Viaggiando alle scoperta del mondo troverai il continente che è in te stesso”- Antico proverbio Indiano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here