Grandi Giardini Italiani, un nuovo garden book

0
240

GRANDI GIARDINI ITALIANI

PUBBLICA IL GARDEN BOOK

“IL PARADISO DEGLI INGLESI NELLA RIVIERA LIGURE

STORIE, PAESAGGI, PERSONE”

 

 

Un‘opera collettiva, approfondimento inedito sul patrimonio

 di parchi e residenze creati da illustri personalità

inglesi in Liguria tra metà ‘800 e metà ‘900

 

 

Nel venticinquesimo anno dalla fondazione, Grandi Giardini Italiani, il network dei più bei giardini d’Italia, presenta il libro “Il paradiso degli Inglesi nella Riviera Ligure. Storie, paesaggi e persone”, nuovo titolo della collana Garden Book.

 Un approfondimento inedito del convegno “Il paradiso degli Inglesi nella Riviera Ligure. Storie, paesaggi e persone” organizzato a Villa Marigola, Lerici (La Spezia), il 25 e il 26 marzo dall’Associazione Amici di Villa Marigola – Golfo dei Poeti con Grandi Giardini Italiani.

Il libro ripercorre il ricco patrimonio di parchi e residenze creati da illustri personalità inglesi che, a cavallo tra la seconda metà dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, scelsero la Liguria come meta di villeggiatura invernale, dando vita a incredibili giardini. Infatuazioni botaniche, ma non solo. Artisti e viaggiatori come Lord Byron, Percy e Mary Shelley, Thomas e Daniel Hanbury, Edward Lear, Marguerite Blessington, Ellen Willmott e Clarence Bicknell alimentarono il mito esotico della Riviera.

Titolo: Il Paradiso degli Inglesi nella Riviera Ligure. Storie, paesaggi e persone
A cura di: Gaetano Zoccali
Autori: Silvia Arnaud Ricci, Barbara Baldan, Alessandro Bartoli, Marcus Bicknell, Alessandra Di Turi, Lauro Magnani, Annalisa Maniglio Calcagno, Mauro Mariotti, Andrea Marmori, Tessa Matteini, Gisella Merello, Benedetta Origo, Emanuela Orsi Borio, Maria Chiara Pozzana, Ursula Salghetti Drioli Piacenza, Giorgia Trupiano, Pietro Von Schweinichen, Judith Wade, Gaetano Zoccali
Editore: Grandi Giardini Italiani
Collana: Garden Books
Pagg. 190 Euro: 16,00

Disponibile per l’acquisto su www.grandigiardini.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here