I vini Jermann protagonisti dei sabati enogastronomici di marzo dell’Hotel Brunelleschi

0
1712

I sabati enogastronomici sono una rassegna che l’Hotel Brunelleschi di Firenze dedica da anni e con successo a grandi aziende vinicole, valorizzandone le etichette con raffinati menù in abbinamento. Gli appuntamenti settimanali sono un vero giro d’Italia, un’opportunità per scoprire le eccellenze vinicole nazionali scelte dal Maître Alessandro Recupero e gustare i piatti pensati per l’occasione dallo Chef Giuseppe Bonadonna. Tutto questo nella cornice unica del Ristorante Santa Elisabetta, all’interno dell’antica torre bizantina della Pagliazza.
Prima della Pasqua, i sabati di marzo (5, 12 e 19) vedranno etichette friulane della cantina Jermann affianco a un menù a base di pesce, crostacei e frutta esotica.

Sabato 5, 12 e 19 marzo 2016, a partire dalle ore 19.30, in collaborazione con vini Jermann.
Per iniziare con delle bollicine (Prosecco Col de’ Salici):
Gamberone in tempura, salsa all’Aperol

Il menu degustazione:
Carpaccio di storione, misticanza di campo, schiuma di ostrica
Ravioli di ricotta e asparagi, ragoût di crostacei e basilico
Gallinella all’acqua pazza, panaché di verdura e pomodorini
Semifreddo al passion fruit, frutti esotici caramellati

Prezzo del menu: Euro 89,00 a persona, inclusi una flûte di Prosecco, vino in abbinamento, acqua minerale, caffè espresso.

Saranno serviti in abbinamento i vini Jermann:
·        Chardonnay 2014: 100% Chardonnay. Ha colore paglierino brillante con riflessi verdolini, profumo intenso, fruttato (banana e golden matura), leggermente aromatico, ha ottima persistenza. Si abbina con pesci, crostacei e creme di verdure.
·        Sauvignon 2014: 100% Sauvignon. Dal colore paglierino brillante con leggeri riflessi verdolini.Il profumo è intenso, persistente, fruttato, con piacevole sentore di fiori di sambuco. Sapore asciutto pieno, elegante ed equilibrato. Si abbina con crostacei in genere, risotti di mare, pesci bianchi salsati.
·        Vintage Tunina: Sauvignon, Chardonnay, Ribolla Gialla, Malvasia Istriana, Picolit. Ha colore paglierino brillante con riflessi dorati. Il profumo è intenso, ampio, di grande eleganza e persistenza, con sentori di miele e fiori di campo. Ha sapore asciutto, morbido, molto armonico, con persistenza eccezionale, dovuta al corpo particolarmente pieno. Si abbina con grande varietà di piatti di pesce, soprattutto al forno e salsato, ma arriva a poter sposare anche carni bianche.

Cantina Jermann
Anton Jermann, il fondatore, lascia la regione vinicola austriaca del Burgenland e poi le vigne in Slovenia per mettere radici in Friuli Venezia Giulia, nel Collio. È il 1881. Qui continua la sua attività vitivinicola, cui Silvio Jermann, grazie alla sua genialità e fantasia, dagli anni settanta dà una svolta epocale, portando l’azienda ai vertici italiani e poi mondiali del vino. Oggi la proprietà Jermann si estende su 150 ettari di cui 130 ettari di vigneto e 20 ettari a seminativi e orticole. L’amore per la terra è la pietra miliare di questa azienda agricola, rinomata per i suoi bianchi eccezionali ma anche per i suoi rossi robusti e da tradizione.

L’Hotel Brunelleschi
L’ingresso dell’Hotel Brunelleschi dà su una accogliente piazzetta del centro storico fiorentino, a pochi passi dal Duomo, da Palazzo della Signoria e dalla Galleria degli Uffizi: l’albergo è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. L’Hotel Brunelleschi ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. L’Hotel Brunelleschi fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena.

Il Ristorante Santa Elisabetta è il ristorante gourmet dell’hotel e si pone come uno degli indirizzi gastronomici più interessanti su Firenze. Situato in una sala intima con solo 7 tavoli al primo piano della torre bizantina facente parte dell’hotel, alla location invidiabile aggiunge un’atmosfera ricercata e la cucina dello chef Giuseppe Bonadonna. È aperto dal martedì al sabato, dalle 19.30 alle 22.30.

La più informale “Osteria della Pagliazza” apre tutti i giorni dalle 12.30 alle 22.30. Situata al pianterreno dell’hotel, durante la bella stagione ha anche tavoli all’aperto sulla suggestiva piazzetta antistante l’albergo, e propone un menu sfizioso di piatti dichiaratamente a base di ingredienti del territorio.

Hotel Brunelleschi
Via de’ Calzaiuoli – Piazza Santa Elisabetta 3 – 50122 Firenze
Tel. 055/27370 – Fax 055/219653
e-mail info@hotelbrunelleschi.it – Internet www.hotelbrunelleschi.it

Ufficio Stampa – Travel Marketing2, Roma – Tel. 06/822940
Marina Tavolato 333/1299646, Alessandra Amati 335/8111049
E-Mail martav@rmnet.it – Seguici su facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here