Hotel Brunelleschi di Firenze: una suite con vista da sindrome di Stendhal

0
1262

UNA SUITE CON UNA SUITE CON VISTA DA SINDROME DI STENDHAL

 

Lo storico Hotel Brunelleschi di Firenze offre panorami unici, fra i più belli al mondo. La Basilica di Santa Croce protagonista della vista dalla nuova Bargello Suite.

Firenze è una città fatta per essere ammirata, fotografata, ritratta, contemplata in tutti i suoi scorci. L’Hotel Brunelleschi gode di prospettive panoramiche di incomparabile bellezza: dispone di camere e suite con vista da cartolina sui principali monumenti e simboli del centro storico, per vivere le atmosfere di una Firenze senza tempo. Soggiornandovi si gode di un privilegio unico, un’esperienza che vale da sola il viaggio.
Da fine gennaio si è aggiunta alla collezione di panorami dell’albergo quella della Bargello Suite, dai raffinati interni rosso cremisi e con affaccio sul centro storico dominato dall’iconica Basilica di Santa Croce, legata alla nascita della celebre “sindrome di Stendhal”.

L’Hotel Brunelleschi, situato in pieno centro, è unico nel suo genere perché include nella sua struttura edifici storici e offre agli occhi dei clienti magnifici scorci panoramici sui monumenti da diverse camere. Dalla Cupola del Brunelleschi al Campanile di Giotto, dalla torre duecentesca del Ghiberti a quella di Palazzo Vecchio. E da pochi giorni anche la Basilica di Santa Croce e l’edificio del Bargello, da cui il nome dell’ultima Suite entrata a far parte della rosa di camere con vista dell’albergo.

La nuova Bargello Suite
L’ultima suite rinnovata dell’Hotel Brunelleschi si chiama Bargello, dalla vista che offre da una delle sue finestre sul monumento medievale un tempo sede del Capitano del popolo e del Podestà, oggi sede di uno dei musei di scultura rinascimentale più importanti del mondo. Notevole è lo scorcio prospettico che culmina nella facciata della splendida Basilica di Santa Croce, talmente iconica da essere protagonista della nascita della celebre “sindrome di Stendhal”. Come è noto, Stendhal scrisse nel libro che narra del suo viaggio in Italia (“Roma, Napoli e Firenze. Viaggio in Italia da Milano a Reggio”): “Uscendo da Santa Croce, ebbi un battito del cuore, la vita per me si era inaridita, camminavo temendo di cadere”. Nacque così la definizione che da allora sta a indicare una forma di estasi conseguente alla contemplazione di rare e numerose opere d’arte concentrate in uno spazio.
Il rinnovamento della nuova Bargello Suite è finito nel Gennaio 2017: ora si presenta con sontuosi e sofisticati interni caratterizzati dal color rosso cremisi. Ognuna delle suite dell’albergo è diverso dall’altro, dominato da un colore guida che lo differenzia dalle altre e che ne caratterizza l’atmosfera. La superficie di 45 mq. è coperta da un caldo parquet in rovere; la suite è decorata nello stile unico del boutique hotel, che unisce suggestioni classiche a décor contemporaneo, caratterizzato dai complementi di arredo esclusivi, realizzati su misura. L’arredamento è improntato ad un’estrema leggerezza con comodi sofà di velluto, letti con testate imbottite, cuscini coordinati, eleganti poltroncine e le finestre sono incorniciate da tende di sete preziose. Le finiture sono realizzate in materiali di pregio. Il confort della stanza è assoluto: la spaziosa e luminosa sala da bagno in marmo dispone sia di vasca idromassaggio sia di doccia con cromoterapia; il letto è un king size di cm 200×200. A disposizione cassaforte, minibar, macchina per caffè espresso, TV satellitare LCD 42′′ con 60 canali digitali e Sky, macchina per caffè Nespresso, bollitore per il tè, Ipod audio docking station, profumatissimi prodotti da bagno Dr. Vranjes e altri optional.

La Bargello Suite appaga tutti i sensi: vista, tatto, olfatto, udito, e gusto. I clienti della suite potranno usufruire di una serie di omaggi, come una bottiglia di vino tipico, cesti di dolci e frutta.

L’Hotel Brunelleschi

L’ingresso dell’Hotel Brunelleschi dà su una accogliente piazzetta del centro storico fiorentino, a pochi passi dal Duomo, da Palazzo della Signoria e dalla Galleria degli Uffizi: l’albergo è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. L’Hotel Brunelleschi ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. L’Hotel Brunelleschi fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena.

Il Ristorante Santa Elisabetta è il ristorante gourmet dell’hotel e si pone come uno degli indirizzi gastronomici più interessanti su Firenze. Situato in una sala intima con solo 7 tavoli al primo piano della torre bizantina facente parte dell’hotel, alla location invidiabile aggiunge un’atmosfera ricercata e la cucina dello chef Giuseppe Bonadonna. È aperto dal martedì al sabato, dalle 19.30 alle 22.30.

La più informale “Osteria della Pagliazza” apre tutti i giorni dalle 12.30 alle 22.30. Situata al pianterreno dell’hotel, durante la bella stagione ha anche tavoli all’aperto sulla suggestiva piazzetta antistante l’albergo, e propone un menu sfizioso di piatti dichiaratamente a base di ingredienti del territorio.

Hotel Brunelleschi
Via de’ Calzaiuoli – Piazza Santa Elisabetta 3 – 50122 Firenze Tel. 055/27370 – Fax 055/219653
e-mail info@hotelbrunelleschi.it – Internet www.hotelbrunelleschi.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here