Restart Edition per Skipass alla Fiera di Modena

0
149

E’ Restart edition per Skipass, il Salone della montagna

 

Appuntamento a ModenaFiere, dal 29 ottobre al 1 novembre, con la 27a edizione della più importante manifestazione dedicata al turismo bianco, che quest’anno si presenta agli appassionati con un claim significativo nell’era del Covid: “Restart edition” – Emilia Romagna e Toscana presenti in uno stand di 300 mq con una ventina di operatori complessivamente (15 emiliano romagnoli e 5 toscani) e le loro proposte per l’Inverno 2020/21 – Diventa virtuale Skipass Matching Day, il Workshop B2B riservato agli espositori della rassegna modenese, che quest’anno si terrà “on line” e vedrà la partecipazione di 40 Buyer  specializzati in turismo della neve e montagna – L’Assessore Regionale al Turismo dell’Emilia Romagna Andrea Corsini: “Ambiente e sport sempre più centrali nell’offerta di vacanza dell’Emilia Romagna, grazie agli scenari naturalistici dell’Appennino, che garantiscono il pieno di ossigeno, a tanti eventi e alle proposte dei nostri operatori turistici”

 

E’ restart edition per il 27esimo Skipass, il Salone della Montagna e degli sport invernali ospitato dal 29 ottobre al 1 novembre prossimi alla Fiera di Modena (www.skipass.it).

Un’edizione fondamentale per dare il via alla stagione invernale 2020/21 nonchè un appuntamento immancabile per il trade legato al turismo “bianco”, che nonostante le limitazioni imposte dal Covid potrà incontrarsi virtualmente. Skipass Matching Day, il Workshop B2B riservato agli espositori della rassegna modenese, quest’anno si terrà “on line”, giovedì 29 ottobre, e vedrà la partecipazione di 40 buyer, tra organizzazioni italiane ed internazionali del turismo intermediato e associa-to specializzate in turismo della neve e montagna. Buyer e seller si incontreranno virtualmente attraverso una piattaforma digitale dedicata e con un’agenda appuntamenti prefissata online, definita grazie ad una App dedicata.

Emilia-Romagna e Toscana non potevano certo mancare a Modena con la loro offerta dedicata agli amanti del turismo bianco. Le due regioni saranno presenti a Skipass insieme, con 15 operatori emiliano romagnoli e cinque toscani ospitati in uno stand- di circa 300 metri quadri (padiglione A). Qui l’attività di promozione sarà ininterrotta durante tutti i quattro giorni della Fiera, con degustazioni di prodotti tipici dell’appennino tosco-emiliano e l’intrattenimento musicale di Radio Bruno che come ogni anno darà voce ai responsabili delle diverse stazioni sciistiche. Le località invernali dell’Appennino a cavallo fra Emilia-Romagna e Toscana – a cominciare dalle stazioni regine -Comprensorio del Cimone (Mo), Corno alle Scale (Bo), Cerreto Laghi (Re) e Abetone (Pt)- proporranno a Skipass 2020 il meglio delle loro offerte invernali, con depliant, brochure e la presenza dei maestri di sci. Il pubblico potrà acquistare direttamente allo stand skipass e pacchetti week end a prezzi scontati.

«Mai come in questo momento -commenta l’Assessore Regionale al Turismo dell’Emilia Romagna Andrea Corsini- gli Italiani hanno avuto bisogno di natura, aria incontaminata e attività all’aria aperta. Ambiente e sport rappresentano oggi per la nostra Regione fattori essenziali dell’offerta turistica. E la perfetta sintesi di questi due elementi è la Montagna dell’Emilia Romagna, con gli splendidi scenari naturalistici dell’Appennino che garantiscono il pieno di ossigeno, tanti eventi per tutta la famiglia e le proposte dei nostri operatori turistici per l’inverno 2020/21 presentate a Skipass».

 

Le proposte della Stagione 2020-2021 sulle piste da sci emiliano romagnole

L’offerta turistica dell’Appennino Tosco-Emiliano è costituita da 20 stazioni invernali, 400 chilometri di discese, 5.000 km di percorsi. L’apertura ufficiale degli impianti in Emilia-Romagna avverrà in occasione del Ponte dell’Immacolata (6-8 dicembre). Testimonial dell’Appennino Emiliano Romagnolo è da diverse stagioni Alberto Tomba, il più grande sciatore italiano di tutti i tempi (tre medaglie d’oro alle Olimpiadi, due ai Mondiali, 50 vittorie in Coppa del mondo). Lo slogan della campagna promozionale 2020 realizzata da Regione e Apt Servizi Emilia-Romagna è: “L’Appennino dell’Emilia-Romagna è come un’immensa palestra a cielo aperto dove rigenerare il corpo e la mente”.

E tante saranno le opportunità per rigenerarsi nell’Inverno 2020-21 nelle stazioni invernali dell’Emilia Romagna. Per il ponte dell’Immacolata (5-8 dicembre), il Comprensorio del Cimone, nel modenese (oltre 50 km di piste, recentemente rinnovate e ampliate) propone un pacchetto con 4 giorni di skipass e 3 pernottamenti in hotel a mezza pensione, a partire da 228 euro a persona. Ma non mancheranno le offerte per il periodo natalizio e per le settimane bianche di febbraio e marzo (www.cimonesci.it).

Impianti di risalita efficienti, innevamento costante, accoglienza e sicurezza, nonchè divertimento adatto a tutti costituiscono il biglietto da visita della nuova gestione (La Corno alle Scale srl, con presidente Flavio Roda) per la stagione 2020/21 del Corno alle Scale, a 1944 metri, nel comune di Lizzano In Belvedere, con i suoi 36 km di piste a poco più di un’ora da Bologna (www.cornosci.it/).

Il Comprensorio del Cerreto Laghi, nel reggiano (28 km di piste e 13 km dedicati al fondo, intorno a un lago appenninico di origine glaciale ai piedi del monte La Nuda, tra faggete innevate) propone per l’Inverno 2020/21 lo skipass giornaliero festivo al costo di 30 euro, che scendono a 18 nei giorni feriali ed ulteriormente a 15 euro tutti i lunedì del mese (www.cerretolaghi.info). Grazie ad un finanziamento regionale per un importo di 600.000 euro, in località Valle Fonda sarà poi realizzata una nuova seggiovia (primo stralcio di un progetto più ampio che prevede, nei prossimi anni, un secondo tratto di seggiovia con cui completare l’anello sciabile) che aumenterà  lo sviluppo delle piste.

A meno di un’ora da Parma, l’area sciistica di Schia Monte Caio è dotata di un moderno impianto di innevamento programmato. Oltre che per sci alpino e snowboard la stazione è particolarmente indicata per lo sci escursionistico e per il fuoripista. Per l’imminente stagione, oltre al ripristino e mantenimento di tutte le sue 10 piste, la stazione ha provveduto all’allargamento nella variante a monte e nella parte finale della pista Varmania (www.schiamontecaio.it/le-piste.html).

Per quanto riguarda infine la Campigna e il Monte Fumaiolo, nel forlivese, quest’inverno i turisti troveranno un servizio di noleggio con oltre 50 e-bike (tra cui 30 “fat bike” per pedalare su un bellissimo anello innevato), il baby park potenziato e un nuovo bar esterno per gestire al meglio il distanziamento. Migliorata anche la gestione dei parcheggi.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here